La torta di mele con crumble è un dolce leggero del quale ho trovato la ricetta tempo fa sul sito della Weight Watchers olandese. Già mi era piaciuto leggere tra gli ingredienti la farina integrale ma poi ho anche notato la margarina leggera: non sapevo che si potesse usare per fare la pasta frolla! Per margarina leggera intendo quella con una percentuale di grassi di circa il 40%, mentre burro o margarina tradizionale ne hanno circa 80%. Ovviamente bisogna scegliere una buona margarina senza grassi idrogenati, in genere nei negozi bio sono disponibili varie marche. E’ stata proprio una bella scoperta questa: mi permetterà di fare tante ricette nuove magari anche salate con la metà dei grassi!

Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

In Olanda la torta di mele con crumble, che poi in Italia noi chiamiamo sbriciolata di mele, è molto diffusa e apprezzata. Qui si chiama Appel-kruimeltaart ed è veramente sfiziosa. In pratica si procede in maniera simile ad una crostata ma invece di fare le tipiche strisce di frolla in cima, si prepara un mix di briciole di zucchero, farina e margarina e lo si mette sopra alle mele in maniera irregolare.

Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

Come si nota dalle foto io ne ho preparato due versioni: più alta in teglia da 24 cm lasciando la buccia alle mele e più bassa in teglia da 26 cm con le mele sbucciate. Entrambe le versioni hanno riscosso molto successo qui a casa mia! Andiamo a vedere nei dettagli come preparare questa torta, che non è per niente difficile da farsi.

Torta di mele con crumble- la ricetta

* Punti Weight Watchers ProPoints a porzione = 5 *

  • Preparazione: 35 Minuti
  • Cottura: 50-55 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 12 fette
  • Costo: Basso

Ingredienti

Pasta frolla

  • 180 g farina integrale
  • 70 g zucchero
  • 100 g margarina al 40% di grassi (o burro ma contare i punti WW in più!)
  • 1 cucchiaino lievito per dolci
  • 1 pizzico sale

Ripieno

  • 750 g mele
  • 1/2 limone non trattato (succo e buccia grattugiata)

Crumble

  • 120 g farina integrale
  • 60 g zucchero
  • 80 g margarina al 40% di grassi (o burro ma contare i punti WW in più!)

Topping

  • 15 g zucchero di canna
  • 1 cucchiaino cannella in polvere

Preparazione

Pasta frolla

  1. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Preparare una pasta frolla con le quantità indicate di farina, zucchero, lievito, sale e margarina. Se necessario aggiungere un goccino di acqua. Lavorare velocemente e formare una palla: avvolgerla nella pellicola e mettere in frigorifero per almeno 30 minuti.

Ripieno

  1. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Preparare in una ciotola il succo e la buccia grattugiata di mezzo limone. Lavare le mele, tagliarle in quarti ed eliminare il torsolo. E’ possibile lasciare le mele con la buccia o sbucciarle, dipendentemente dai vostri gusti: se le mele sono bio personalmente consiglio di lavarle bene e lasciare la buccia. Tagliare a fettine e metterle nella ciotola mescolando man mano nel succo di limone così che le mele non si scuriscano.

  2. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Preparare una teglia apribile di 24-26 cm Ø (la torta verrà più o meno alta ovviamente) con un cerchio di carta da forno all’interno tagliato a misura e piazzato sulla base. Togliere la pasta frolla dalla pellicola e appoggiarla al centro della carta forno. Avvolgere la pellicola attorno alla mano chiusa a pugno e facendo pressione con le nocche della dita sulla pasta, stenderla fino ai bordi della teglia premendo bene sulle pareti così da formare i bordi della torta. La pellicola è necessaria in quanto la pasta frolla resta molto umida e poco elastica, quindi usare il matterello o stenderla con le mani è difficile, ma con un po’ di pellicola non si attaccherà alle dita e si stenderà facilmente. Fare dei buchini con i rebbi di una forchetta e versare tutte le mele distribuendole uniformemente sulla pasta frolla livellando bene. Accendere il forno a 180°.

Crumble e topping

  1. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Misurare il resto degli ingredienti separatamente per il crumble e per il topping. Lavorare con la punte delle dita le quantità indicate di farina, zucchero e margarina per formare il crumble. Il composto ottenuto non sarà liscio anzi, deve restare sabbioso. Distribuire il crumble su tutta la superficie della torta uniformemente.

  2. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Mescolare bene il topping di zucchero e cannella e spolverare sul crumble. Infornare la torta di mele con crumble a 180° per circa 50-55 minuti. Verificare dopo circa 40 minuti il colore della superficie: qualora dovesse essere già ben cotta e croccante, appoggiare un foglio di carta alluminio e continuare la cottura.

  3. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Far raffreddare per circa 10 minuti e aprire la teglia togliendo l’anello con delicatezza. Grazie al foglio di carta forno appoggiato sulla base sarà più facile sformare la torta per metterla sul piatto di portata. Una volta raffreddata la nostra torta di mele con crumble sarà pronta per essere affettata e gustata!

  4. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Ed ecco la versione della torta di mele con crumble più bassa e con le mele sbucciate. 

    Sono squisite entrambe: e voi quale preferite?

    Enjoy!

    by Giovanna Buono

     

  5. Torta di mele con crumble, Mangia senza Pancia

    Questa torta è anche ottima anche accompagnata da un ciuffo panna montata… basta non esagerare e contare i punti Weight Watchers Propoints in più! A me è anche piaciuta molto con la mia “finta panna”, ovvero un po’ di ricotta sbattuta a crema assieme a un cucchiaino di miele: buonissima!

Note

Un’altra favolosa ricetta è questa: Torta di mele leggera. Facile e golosissima!

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

12 Commenti su Torta di mele con crumble

  1. SALVE,
    CON TUTTO QUESTO ZUCCHERO NON CAPISCO COME FATE AD AVERE IL CORAGGIO DI CHIAMARLO LIGHT!!!!!!!!! ALTRO CHE PANCIA!!!

    • lo zucchero è poco, certamente meno di quanto se ne usa in genere nelle torte. E questa dieta non proibisce lo zucchero o i dolci, ma limita le porzioni. E per favore non usare la maiuscole, sembra che stai urlando 😀 Ciao, buona giornata!

  2. Ciao! Qualche giorno fa sono stata nel mio ristorante preferito e come dolce c’era proprio il crumble di mele! Però era monoporzione.
    Praticamente era in una coppettina bassa di ceramica (tipo quella per la crema catalana) e però non aveva la base. Solamente mele tagliate a cubetti e crumble in superficie.
    Pensavo di usare la tua ricetta per replicare la dose monoporzione, ma mi chiedevo quanto tempo dovesse stare in forno senza la base, basteranno una ventina di minuti? Sempre a 180° ?

    • Si ho capito il tipo di dolce che intendi tu… proprio il classico crumble, in Inghilterra lo mangiavo spesso con il rabarbaro! Secondo me una ventina di minuti dovrebbe andare bene, taglia le mele a pezzetti piccolissimi così si sfanno più facilmente. E se cuoi dorare di più in superficie al termine qualche minuto con il grill 😉

      • Sii, buono! Comunque ho messo 25 minuti e l’ho bruciato!! Però è anche vero che avevo degli stampini troppo grandi, quindi lo strato di mele era sottile..
        Devo riprovarci con gli strumenti giusti!

  3. Ciao, piccola domanda inerente: se non dovessi trovare la margarina cosa potrei usare? Con il burro centrifugato verrebbe troppo pesante? Grazie 🙂

    • Ciao Lisa! Per fare il crumble secondo me va bene ma per la frolla sicuramente dovrai aggiungere qualche punto WW in più perchè diventerebbe una frolla quasi normale invece di essere dietetica come nella ricetta… Ciao! 🙂

  4. Sono stata fissata anch’io con la dieta per un sacco di tempo (anche se la mia era più una malattia che una dieta dato che non ne avevo bisogno) quindi devo dire che capisco questa ricerca del “light”.
    Purtroppo spesso i prodotti light nuocciono alla salute più di quelli normali perché contengono un sacco di additivi che servono a ridurne i grassi e l’ho scoperto un po’ per via del corso di bio-chimica a scuola, un po’ a mie spese dato che ho sviluppato una mezza celiachia; quindi mi sono convinta che l’unico modo per stare a dieta fosse mangiare poco, e camminare, camminare tanto 😀
    Ad ogni modo, questa tua ricetta mi intriga, soprattutto per il fatto che hai utilizzato una farina integrale, perciò la terrò presente:)
    Un bacio e spero di non averti dato noie, laura

    • ahhhhh non conoscevo il tuo blog, la copertina è fortissimaaaa 😀 😀
      Lausa e perchè dovresti darmi noie? Inoltre io sono totalmente d’accordo con te su quello che dici, ma proprio al 100%. Solo che io invece di dire “mangiare poco” lo positivizzo e dico “mangiare il giusto” 😀 Semplice no?
      Comunque se leggi il mio blog e le altre ricette vedrai che raramente uso prodotti confezionati e troppo lavorati, cerco di farmi le cose dame, come lo yogurt o anche il burro di arachidi. Forse tu ti riferisci alla margarina… ma io nei negozi bio trovo la margarina light senza grassi idrogenati e quindi ogni tanto si può. Forse se uno usasse prodotti molto lavorati tutti i giorni allora no, ma se lo si fa poco frequentemente non credo che ci possano far star male. La via giusta è nel mezzo e bisogna anche pensare a soddisfare il palato… o si finisce con lo sgarrare del tutto in men che non si dica 🙂
      Hai ragione comunque, bisogna diffidare molto dei prodotti cosiddetti light: quelli che dicono di non avere zuccheri son molto grassi e viceversa, quelli che sono a basso contenuto di grassi in genere hanno tanti zuccheri! Meglio abituare il proprio palato a meno zucchero, sale e a cucinare con pochi grassi, magari inseriti a crudo! Però un dolcetto ogni tanto ci sta bene, per andare avanti in maniera equilibrata, no? 🙂
      Fammi sapere se fai questa Torta, sono interessata nel tuo parere. Intanto vado a sbirciare meglio il tuo blog. Un bacione a te, ciao! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.