Questa quiche di carciofi e formaggio è realizzata con la pasta fillo: in questo modo la quiche risulterà più leggera. La pasta fillo è fatta principalmente con farina e acqua, senza lievito, e poi tirata in sfoglie sottilissime. E’ quindi perfetta per la dieta in quanto oltre ad essere molto versatile il suo apporto calorico è molto basso. Al suo posto è anche possibile usare la pasta brik che si trova spesso nei negozi di alimenti internazionali.

Quiche di carciofi e formaggio, Mangia senza Pancia

Quiche è il nome dato in Francia per indicare una torta salata preparata con ripieni di vario genere mescolati con le uova. In genere però le quiche sono molto caloriche, sia perchè in genere viene usata la pasta frolla, sfoglia o anche la pasta brisè, quindi molto grasse, e sia per l’uso abbondante di insaccati, burro e formaggi nel ripieno.

Quiche di carciofi e formaggio, Mangia senza Pancia

Ma usando la pasta fillo e alimenti leggeri quali le verdure per il ripieno si possono preparare delle ottime quiche senza esagerare con le calorie o punti Weight Watchers. Ed il risultato è comunque molto appetitoso oltre che nutriente.

Quiche di carciofi e formaggio – la ricetta

* Punti Weight Watchers ProPoints a porzione = 5 *

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    35 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 110 g pasta fillo o brik (leggere la nota in basso)
  • 2 cucchiaini olio extravergine di oliva
  • 1 o 2 spicchio aglio
  • 3 o 4 carciofi grandi (o 6 medi)
  • 2 uova medie
  • 1 mazzetto prezzemolo
  • 150 ml latte totalmente scremato
  • 30 g formaggio grattugiato (ad esempio fontina, gouda olandese o emmenthal)
  • 1 limone
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

  1. Quiche di carciofi e formaggio, Mangia senza Pancia

    Sbattere le uova assieme al latte, al prezzemolo tritato finemente, ad un po’ di sale e pepe e tenere da parte. Pulire i carciofi, tagliarli a spicchi sottili e immergerli subito in acqua fredda acidulata con il succo di un limone in modo da evitare che diventino scuri. In una padella antiaderente far soffriggere leggermente l’aglio tagliato a fettine con un cucchiaino di olio. Aggiungere i carciofi ben scolati, salare e lasciar insaporire per qualche minuto. Aggiungere un po’ di acqua quando i carciofi cominciano a seccarsi troppo e continuare così per 10-15 minuti fino a quando i carciofi non saranno cotti. Lasciar raffreddare e nel frattempo preparare la base della quiche.

  2. Quiche di carciofi e formaggio, ricetta leggera

    La pasta fillo va maneggiata in maniera diversa dalle altre paste più grasse: una volta tolta dalla confezione tende a seccarsi velocemente e andrebbe spennellata col burro prima di essere cotta. Per evitare troppe calorie però va anche molto bene usare solo un pezzetto di burro sciolto o un po’ di olio allungato con dell’acqua calda. L’effetto è lo stesso ma le calorie vengono così decimate. Quindi preparare un bicchiere con un cucchiaino di olio e aggiungervi un po’ d’acqua calda così da raddoppiarne il volume. Mescolare bene con il pennello da dolci: questo liquido servirà a bagnare la pasta fillo. Spennellare leggermente il fondo di una teglia da forno di circa 20-21 cm diametro. Aprire il pacchetto della pasta fillo e tirare via il primo foglio. Mentre si lavora con il primo foglio coprire con della pellicola il resto della pasta fillo, onde evitare che si secchi. Se il foglio è grande, tagliarlo in 2-3 pezzi e foderare la teglia facendolo aderire bene, senza però essere troppo regolari nel posizionamento, come da foto. Spennellare con acqua e olio la superficie della pasta fillo appena stesa fino alle estremità. Prendere un secondo foglio e ripetere in modo da rivestire tutta la teglia uniformemente lasciando un bordino di pasta fillo che fuoriesca. Ricordo che in totale servono 110 g di pasta fillo, indipendentemente dalla dimensione dei fogli usati.

  3. Quiche di carciofi e formaggio, ricetta leggera

    Versare i carciofi ormai raffreddati nella teglia sulla pasta fillo e poi distribuire bene il composto di uova sbattuto. Terminare con il formaggio grattugiato. Con le dita corrugare i bordi della pasta fillo ripiegandoli all’interno della teglia e terminare spennellando il rimanente olio e acqua sulla pasta fillo.

  4. Quiche di carciofi e formaggio, Mangia senza Pancia

    Infornare a 180°-190° per 25-30 minuti e poi lasciare fuori forno almeno 15 minuti a riposare. In effetti la quiche di carciofi e formaggio è ancora più buona quando è fredda!

  5. Quiche di carciofi e formaggio, Mangia senza Pancia

    Questa quiche è stata veramente ottima, ottenendo pieni voti anche dall’olandese! Così come la precedente Quiche di porri e formaggio anche questa è rimasta croccantissima fuori e umida e saporita all’interno. Considerando che la metà di questa quiche è di circa 10 punti Weight Watchers, accoppiata ad un’insalata costituisce un ottima scelta per un pasto dietetico e riempitivo.

  6. Quiche di carciofi e formaggio, Mangia senza Pancia

    ecco come si presenta l’interno: ci credereste che è light?

  7. Quiche di carciofi e formaggio, Mangia senza Pancia

    Ecco quindi la nostra quiche di carciofi e formaggio pronta da servire a tavola assieme ad un bel contorno di verdure. O si può anche lasciar raffreddare e mangiare il giorno dopo, ugualmente buonissima! Infatti si presta anche molto bene come pasto da asporto, che sia per l’ufficio o per il picnic! La facciamo?

    Buon appetito a tutti!

    by Giovanna Buono 

Note

N.B.: la pasta fillo viene venduta in varie dimensioni. Qui nelle foto vedete la dimensione che trovo io di circa 20x24cm, ma qualora si trovi di dimensione più grande è semplicissimo tagliarla in pezzi più consoni all’uso da farne in questa ricetta.

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

 

12 comments on “Quiche di carciofi e formaggio leggera”

  1. Ciao Giovanna, sotto mi è rimasta cruda cioè bianca come quando l’ho messa in forno.
    forse ho bagnato troppo i fogli?

    • Marina ciao 🙂 Sotto non si colora un gran che ma non deve rimanere cruda però, quello è strano! Io ho il forno solo ventilato, chissà che non sia per quello… Tu quale tipo di forno hai? E che tipo di teglia hai usato? Buona giornata! 🙂

  2. Ciao, carissima, da ieri sono stata accettata nel tuo gruppo fb, sto leggendo tutti gli articoli, ma mi sembra difficilissima da seguire questa dieta. troppi calcoli, non riesco a calcolare le varie cose, ho paura di sbagliare e quindi mangiare in più e non dimagrire. Per esempio, questa quiche mi piace e potrei per farla per utti a cena, ho visto sono 5 punti a porzione…e poi? cosa devo mangiare il resto della giornata???? 🙁 🙁 sono molto sconfortata

    • Michela non è difficile credimi e non si ingrassa per sbagliare di qualche punto. Dai un-occhiata ai men# di esempio che ci sono nel blog e poi fai questa domanda direttamente nel gruppo. Qui nei commenti non si può “chiacchierare”, su facebook invece è molto più semplice 😉 Ti aspetto lì!

    • ciao Francesca 🙂 Se non la trovi o provi a cercare di farla tu ma io non ho una ricetta, oppure puoi provare a usare la pasta della galette come in questa ricetta: Torta salata peperoni e provolone però una volta che hai steso la galette, la trasferisci in una teglia con tutta la carta forno, così ti restano i bordi già alzati. Spero di essermi riuscita a spiegare 😀 Ovviamente poi anche i punti WW vanno ricalcolati ma aspetto che mi dici se pensi di fare così o no 😉 Ciao!

  3. Senti cara Giovanna, come base,se invece della pasta fillo facessi un impasto di acqua e farina come faccio di solito x fare il chapati?
    Sai che non ho mai usato la pasta fillo? mai vista in giro…ma forse sarà che non l’ho mai cercata..

    • Puoi provare sperando che poi sotto riesca a cuocere. Ma la devi stendere sottilissima! Io invece voglio provare a fare qualche torta salata con la base della galette… hai presente le mie recenti crostate di frutta? Ecco: quella lì 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.