I Peperoni a grattè (a Napoli li chiamiamo esattamente in questo modo e non au gratin) sono uno dei miei contorni preferiti. A dire il vero io adoro i peperoni preparati in qualsiasi modo, anche affettati a crudo nelle insalate. E se poi non li digerisco allora pazienza, valeva comunque la pena di mangiarli! Mio fratello sostiene che un pezzetto di formaggio piccante a fine pasto aiuta a digerire i peperoni… non so se veramente funziona, per me è una scusa per mangiare anche il formaggio!

Peperoni a grattè, Mangia senza Pancia

Per questa ricetta è possibile usare indifferentemente i peperoni arrostiti già pronti e surgelati oppure i peperoni freschi e arrostirli anche già dal giorno prima. Se ce l’avete potete anche arrostirli così: Peperoni arrostiti nella friggitrice ad aria. Usando quelli surgelati non solo si accelera la preparazione ma è possibile gustare questo contorno anche d’inverno, quando i peperoni non sono di stagione.

Ho voluto provare a preparare i Peperoni a grattè usando pochissime calorie, evitando il troppo olio, e sono rimasta molto soddisfatta dal risultato. L’olandese ha mangiato i 2/3 di una teglia per 4 persone!


Peperoni a grattè – la ricetta


Informazioni

Tipo: Contorni
Porzioni: 4
Preparazione: 10 min
Cottura: 20 min
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione = 2


Ingredienti

Peperoni a gratte', ricetta saporita, Mangia senza Pancia

4 peperoni arrostiti (freschi o surgelati)
2 spicchi aglio
2 cucchiaini olio extravergine di oliva
20 olive nere snocciolate possibilmente di Gaeta
10 capperi sotto sale
4-5 foglie di basilico fresco
2 cucchiai pangrattato
sale e pepe q.b.


Procedimento

Innanzitutto mettere i capperi in un po’ di acqua tiepida per eliminare il sale in eccesso. Tagliare aglio e olive a pezzetti.

Se si usano i peperoni surgelati, farli scongelare bene altrimenti arrostirli in forno o con questa ricetta: Peperoni arrostiti nella friggitrice ad aria e poi togliere la pellicina bruciata. Tagliare poi i peperoni a strisce non troppo sottili e porli in una ciotola. Aggiungere aglio, olive, capperi sgocciolati, basilico, poco sale e i due cucchiaini di olio. Mescolare con le mani a lungo in modo da ungere bene tutti peperoni: è molto importante questo, in modo da evitare di dover aggiungere altro olio!

Peperoni a gratte', ricetta saporita, Mangia senza Pancia

Disporre i peperoni così conditi in una teglia antiaderente oppure su una qualsiasi teglia foderata con la carta forno. Cospargere uniformemente con il pangrattato e infornare a 200° per circa 20 minuti o fino a quando il pangrattato inizia a diventare dorato.

Ecco il contorno pronto. Ottimo da servire assieme alle Patatine Croccanti come accompagnamento a una braciola di carne o a un paio di salsicce magre.

Peperoni a grattè, Mangia senza Pancia

Enjoy!


segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

12 Commenti su Peperoni a grattè (au gratin)

  1. Ho acquistato al Lidl un vaso enorme di peperoni (…e pagato pochissimo), che abbiamo già provato precedentemente…erano buoni, però il liquido che li conserva sa di aceto…molto. Allora mi chiedevo, chissà se sciaquandoli, li posso fare in questo modo? Se resta un po’ di sapore acidulo non dovrebbe guastare il risultato finale. Io li provo…poi ti faccio sapere!

    • si Angelica conosco quel prodotto. Anche io l’ho usato e lo trovo acidulo ma lascia i filetti di peperoni immersi in acqua fredda e poi dopo mezzora la cambi e lasci per un’altra mezzora. Io così mi trovo bene, meglio che solo sciacquandoli! Ma meglio ancora le buste di peperoni arrostiti surgelati, credimi 😉

      • Dove abito io, ho carenza di supermercati…cmq la prossima volta do uno sguardo ai surgelati e se trovo questi peperoni che descrivi tu, li prendo…anche se in verità, qui adesso iniziano a costare poco anche freschi…aggiungi però l’elettricità per la cottura in forno e il tempo per lo spellamento, ecc…ecc…penso siano più convenienti. Invece oggi ho fatto la tua ricetta di melanzane/zucchine ripiene di carne (quelle che si svuotano e si cuociono in forno con un dito d’acqua) e devo farti i complimenti…sono piaciuti a tutti! Li rifarò molto spesso! Grazie Giò, per i tuoi consigli light, veramente non si finisce mai di imparare!

  2. Buonissima ricetta!!! Fatta ieri, aggiungendo melanzane e zucchine a pezzetti, tanto i punti non cambiano! 🙂 Certo che se la verdura si inforna con pochissimo olio e si mettono un pò di aromi, è saporitissima, digeribile e si mangia a volontà, senza rimpiangere il fritto!!

  3. ciao fantastiche le tue ricette ne ho gia provate diverse e tutte super complimenti sei fantastica. scusa per gli errori ma e la prima volta che scrivo sono alle prime armi dovro prendere lezioni dai miei figli comunque volevo proprio ringraziarti ciao ci sentiremo ancora e spero con meno errori

    • Antonietta benvenuta qui sul mio blog! A me non importa come scrivi (che poi scrivi benissimo, non vedo qual’è il problema) invece sono felicissima del tuo messaggio! Spesso mi chiedo se poi le persone fanno le mie ricette e se sono piaciute quindi quello che mi scrivi è troppo bello grazie 😀
      A presto e buona domenica 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.