Composta di pesche light

Ecco qua, dopo la Composta di albicocche, ecco quella di pesche: la seconda composta preparata ad agosto mentre ero in Italia. Anche questa arriva un po’ in ritardo ma meglio tardi che mai! Come per le albicocche, anche le pesche che ho usato, le pesche noci bianche, le ho acquistate al mercato dei contadini di Faenza da una ragazza, Marisa, dell’azienda biologica Vernelli. Queste pesche forse non avevano bisogno nemmeno di un grammo di zucchero ma così dolci non si trovano tutti i giorni!

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

Due parole sulle mie composte di frutta le devo dire per chi si imbatte per la prima volta qui nel mio blog: uso la parola composta perchè per preparare marmellata o confettura ci va, per definizione, tanto zucchero. Invece io ne metto proprio poco rispetto la quantità di frutta utilizzata, il minimo indispensabile… Inoltre non uso la pectina; preferisco un sistema naturale e non confezionato: come sempre genuinità e semplicità… e ovviamente leggerezza!

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

Mamma mia che bontà! E’ venuta superlativa, buonissima, ma sicuramente anche grazie alla qualità delle pesche usate. La frutta biologica secondo me è sempre più buona, saporita, di quella trattata chimicamente… e grazie a questo ho potuto lasciare la buccia ed è venuta di questo bel colore rosso molto invitante! Ovviamente questa composta di pesche, come tutte le marmellate, è ottima da spalmare ma a me è piaciuta tantissimo gustata nello yogurt magro, specialmente quello un po’ acido: pare diventi panna tanto che si addolcisce! E il tutto sempre a zero punti Weight Watchers per porzione… mica male eh?


Composta di pesche light – la ricetta


Informazioni

Tipo: Preparazioni
Porzioni: 20 (ogni porzione è approssimativamente 28 grammi, circa 2 cucchiai)
Preparazione: 5 minuti
Cottura: 30 minuti circa
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints totali = 2
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione (circa 28 g) = 0,1  (*)

 (*) Se ne prendete solo un ventesimo della grammatura finale (circa 28 grammi) allora potete arrotondare per difetto a 0 punti. Se invece usate quantità più elevate considerate un punto per ogni 280 g.


Ingredienti

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

600 g pesche mature bianche o gialle se non andranno sbucciate
OPPURE
700 g pesche mature gialle o bianche se andranno sbucciate
1 mela dolce tipo Royal Gala o Jonagold o anche una Golden Delicious
20 g di zucchero di canna


Procedimento

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

Lavare le pesche, eliminare il nocciolo e a secondo del gusto personale sbucciarle o meno. Tagliarle a pezzetti e porle in una pentola capiente assieme alla mela sbucciata e anch’essa tagliata a dadini. Aggiungere lo zucchero e mettere sul fuoco.

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

Mescolare, coprire e attendere che inizi a bollire. Far cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti mescolando ogni tanto e poi scoperchiare un po’ la pentola e fa cuocere altri 10 minuti in modo che la composta di pesche si asciughi, ma non troppo: raffreddandosi si addenserà ulteriormente. Quando la frutta si è ammorbidita e la composta risulta addensata ma non troppo asciutta, schiacciare tutta la frutta con lo schiacciapatate come in foto oppure con il mixer ad immersione. Io ho ottenuto 560 grammi di composta in totale.

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

A questo punto si può procedere in due modi: o lasciar raffreddare e mettere poi in frigo o anche subito versare bollente negli appositi barattoli seguendo uno dei vari metodi di sterilizzazione. L’altra cosa molto comoda da fare se si ha spazio è congelarla. In ogni caso lasciandola semplicemente in frigo durerà fino a 4-5 giorni minimo.

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

Usando pesche molto dolci vi garantisco che è un’esplosione di dolcezza in bocca: fenomenale veramente! Come scrivevo prima, questa composta di pesche light è perfetta da combinare con lo yogurt più acido. In questo modo possiamo usare yogurt magri non zuccherati e non pasticciati con aromi vari, anche più economici, e insaporirli alla pesca con questa composta. Molto più genuino così no?

Composta di pesche light, Mangia senza Pancia

Questa è la penultima composta che ho pianificato per l’estate… spero di arrivare a darvi quella di prugne prima dell’autunno! Intanto, visto che in molte mi avete detto che ci sono ancora tante pesche in Italia, mature e a buon prezzo, gustatevi questa composta di pesche e fatemi sapere se vi è piaciuta, quale varietà di pesche avete scelto e come l’avete usata!

Enjoy!

by Giovanna Buono 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

4 Commenti su Composta di pesche light

  1. Cara Giovanna, poiche’ lo zucchero e’ veramente poco, capovolgendo i barattoli,
    per quanto tempo posso conservare la composta in dispensa? E una volta aperti entro quanto devo consumarla?

    • Maria ciao, io li ho fatti così in Italia, proprio quelli che vedi in foto, l’anno scorso. Ne ho lasciato uno proprio per vedere e l’ho aperto e mangiato la scorsa settimana: ottimo! 😀 Aperto in frigo m’è durato 7 giorni poi è finito e quindi se dura di più non saprei…

  2. Ciao ho scoperto il tuo blog da poco e ho trovato delle ricette molto belle semplici e veloci, riguardo alla composta di pesche ti volevo chiedere quanto dura? Io la uso sempre xke al mattino la spalmo su fette biscottate pero io uso x 2 Kg di pesche 400 gr.di zucchero

    • Ciao Lilia, come puoi vedere dalla ricetta io uso molto meno zucchero anzi, se le pesche son dolci lo metto solo per conservare la composta più a lungo ma veramente non ce n’è bisogno. Comunque io capovolgo i barattoli (sterilizzati e poi riempiti con la composta bollente) e se si crea il sottovuoto sono pronti altrimenti vanno bolliti per una decina di minuti. Ho aperto quest’anno l’ultimo dell’estate scorsa conservato in garage dove d’inverno fa molto freddo, ed era ancora buonissima 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.