Cibo per la mente

Nel cambio di stagione capita che, o si dorme troppo, oppure molto poco. Comunque il sonno eccessivo, così come il suo opposto (l’insonnia) sono spia di un profondo disagio. Nel caso in cui il medico esclude ogni forma organica, cattiva circolazione o affaticamento del fegato, la svogliatezza e la letargia tradiscono una depressione latente (non si manifesta con alcun segno o sintomo esterno). In tal caso diventano essenziali il dialogo e la comprensione, ma anche una dieta più energica farà la sua parte. Il consiglio è quello di bere, al mattino, una spremuta di agrumi, di mangiare fette di pane integrale tostato, il miele, latte o thè. Per i pasti principali ci si potrà nutrire in maniera varia con cibi freschissimi ed energici (come noci, mandorle, sesamo) e con un buon contenuto proteico come il pesce, la carne e il parmigiano.

Precedente Birra Analcolica Successivo Festa del Torrone di Cremona