Terrazzi e giardini: nuovo look…

Che siano ampi o di piccole dimensioni, terrazzi e giardini hanno un loro arredo dedicato che permette di creare spazi pensati per il relax e per la convivialità all’aria aperta.

L’arredo di terrazzi e giardini, in genere tende a rispecchiare un po’ quelli che sono gli stili adottati anche all’interno della casa. Va da sé però, che nulla vieta di arredare lo spazio esterno in modo completamente differente e magari anche in netto contrasto con l’interno. Allora, come arredarli? Sicuramente ci sono dei pezzi che non possono mancare. Come le sedute, per esempio, che sono il fulcro della zona, seguite a ruota da uno più piani d’appoggio, a seconda delle dimensioni a disposizione, e che sono sempre utilissimi per consumare cibi e bevande. In questo modo l’area relax è pronta per leggere un libro o per organizzare una cena estiva con gli amici.Avere a disposizione un terrazzo o un giardino è un lusso che non tutti possono permettersi. Per questo anche se piccolo, lo spazio esterno va sfruttato perché con poche e semplici mosse e un po’ di fantasia si riesce a ricavare un habitat ideale per rilassarsi, soprattutto quando arriva la stagione estiva. La scelta dei mobili giusti è facilitata per un certo verso, dalla vasta offerta di soluzioni per l’arredo esterno alle quali si possono accostare piante e fiori che rendono sempre l’ambiente accogliente e colorato. Non possono poi mancare neanche le candele o le lanterne, tornate di gran moda, per un’atmosfera incantata nelle serate estive.Ma la scelta dell’arredo outdoor, può diventare un problema davvero spinoso, perché basta poco per trovarsi con un arredo sbagliato o non idoneo. Perché? Se avete puntato su complementi in legno, sappiate che non tutti sono fatti per resistere alle intemperie o ai raggi solari se non opportunamente e costantemente trattati. Per onore di cronaca, i legni adatti all’esterno senza trattamento più diffusi sono acacia, castagno, rovere, olivo, sequoia, iroko e teak mentre, anche se con un costante trattamento, vanno bene anche abete, frassino e pino. Da evitare invece noce, acero, faggio, ciliegio, tiglio, e pero.Attenzione anche alle materie plastiche! Di sicuro non rischiano di spaccarsi per l’acqua, è vero, ma i raggi solari potrebbero deformarle o far perdere il loro colore, sbiadendolo anche in maniera non omogenea. Come capire se vanno bene? Esistono dei certificati di resistenza ai raggi UV, una serie di sigle e certificazioni europee che garantiscono diversi gradi di tolleranza ai raggi solari e di resistenza dei materiali.Ancora ci sono i tessuti per gli imbottiti che hanno gli stessi problemi: scoloriscono o non sono totalmente impermeabili. Ovviamente anche per questi ci sono diverse accortezze, alcuni materiali da preferire, come il polipropilene, la fibra di PVC o l’acrilico, e le stesse certificazioni di resistenza UV. Insomma: attenzione!Esiste un modo però, per evitare tutta questa trafila di controlli e andare a colpo sicuro, utilizzando solo il proprio gusto per scegliere e non ingarbugliarsi in mille dubbi, rischiando alla fine di portare a casa un prodotto al di sotto delle aspettative: fidatevi solo dell’arredo di qualità, se cercate articoli di lunga durata.Sembra ormai una cosa scontata, ma non lo è mai. I migliori brand di design che decidono di occuparsi di outdoor per terrazzi e giardini, lo fanno con un bagaglio di know how e conoscenze che sono garanzia di grande professionalità e qualità. Non volete brutte sorprese? Allora non rischiate! Terrazzi e giardini

 

Precedente Stile tropical, via libera all'estro! Successivo Camera da Letto Elegante e Sofisticata