Nell’angolo: cosa ci metto?

4bd98c4d784e01d45d24cc9bd1a8f80fL’angoliera è per eccellenza, l’oggetto che meglio si addice all’arredo di un angolo.

E’ un mobile di forma angolare, chiamato anche cantonale o cantoniera, destinato a occupare un angolo. Può essere di dimensioni e tipologie differenti – con scaffali a vista, a una o due ante, con sportelli in legno o in vetro. Storicamente l’angoliera ebbe particolare successo in Francia (ove erano dette encoignures) nel XVIII° secolo, in accordo con il gusto dell’epoca che, smussando od occultando gli angoli, voleva creare ambienti graziosi e accoglienti. 8606Ma non sempre è la soluzione ottimale per tutti gli ambienti o tutte le situazioni!

Al momento di progettare l’arredo di una stanza, concentriamo principalmente la nostra attenzione nella parte centrale del locale, e trascuriamo i laterali e soprattutto gli angoli. Invece, è importante trovare subito una soluzione anche per questi spazi, utilizzandoli in modo creativo. L’aspetto della stanza dovrà quindi essere equilibrato, valutando con attenzione, quali angoli decorare e quali lasciare liberi.

 

Molto spesso, dopo aver posizionato tutti i mobili e le suppellettili necessarie, rimangono tantissimi piccoli spazi che non sappiamo come sfruttare. 2698c204008fd98c4ff54f710194dbdc

 

Gli arredi perfetti per gli angoli sono tuttavia numerosi, per cui possiamo utilizzare degli scaffali di forma piramidale che bene si adattano a questi spazi, e abbellirli poi con soprammobili. Un piccolo scrittoio con sedia oppure un armadio con vetrina di forma triangolare, valorizzano l’angolo salotto, ottimizzano lo spazio e si rivelano funzionali. Un’ampia poltrona, oppure una coppia di poltroncine con lampada a stelo ed un piccolo tavolino da caffè, creano inoltre un piccolo ambiente adatto per il relax, disponendoli semplicemente in diagonale e non paralleli alla parete. bookcase-home-interior-design

 

Anche una libreria angolare serve per ottimizzare lo spazio, e decorare un angolo che altrimenti appare spoglio e privo di vita. 11014902_905356016183453_237804510486948652_n

 

Se poi vogliamo personalizzare gli angoli senza collocare degli arredi veri e propri, possiamo limitarci ad aggiungere delle decorazioni, magari riempendo le pareti adiacenti con dei quadri.

Decorare un angolo di una stanza con una serie di quadri e cornici, realizzando una piccola galleria d’arte che si discosta dal classico quadro che viene appeso in mezzo alla parete, é un’idea di sicuro impatto visivo. La galleria angolare riesce meglio se è in una stanza in cui c’è molta luce e si sceglie un angolo di due pareti con una o più finestre. Per una galleria angolare stilosa pianifica bene la posizione dei quadri, occupando tutta la parete in altezza.galleria-foto

 

Cuisine2_carrousel_gallery_xl
Originale l’angoliera, dipinta in azzurro e decapata, della cucina…

Se l’ANGOLO in questione è in cucina, dipende dall’esigenza e dall’utilizzo che se ne vuole fare!bb4a6fabcbf8c746297fbc5c3d68c341Specchio per ingresso ad angolo!
Dopo aver visto Rimpiattino non ho più avuto dubbi: diventerà la specchiera angolare per il mio ingresso di casa e la specchiera portabiti per la camera da letto.
Potrà perfettamente arredare due ambienti così diversi perchè la sua semplicità strutturale è molto versatile e declinabile addirittura in tre modelli. Sarà perfetto perchè occupa poco spazio e lo fa con eleganza e praticità risultando un soluzione piacevole alla vista e pratica all’utilizzo.1a2599ef93_specchio-ingresso-angolo-rimpiattino-03In particolare il BAGNO è uno di quegli ambienti in qui gli angoli vanno sfruttati al meglio.

Generalmente il bagno di casa presenta una superficie ridotta rispetto alle altre stanze, per questo è importante fare le scelte migliori nell’arredamento di questa zona. Per esempio, possiamo acquistare un mobile non troppo grande e collocarlo il un luogo strategico: l’angolo del bagno.linea-mobili-ikea-per-il-bagnoCi sono comunque degli accorgimenti utili per scegliere correttamente un mobile che si combini perfettamente con un angolo del tuo bagno, in modo da sfruttare uno spazio spesso trascurato.
Il box doccia è un elemento essenziale nel nostro bagno e occuperà molto meno spazio se collocato in un angolo della stanza. Vi consigliamo di combinarlo con un box in vetro trasparente, il quale conferirà al bagno un senso di maggiore spaziosità.b_720_0_0_0___images_stories_users_Jessy_Bagno_retrò_con_doccia_si_può_con_Kerasan_Kerasan_Retrò_-_Cabina_doccia_angolare_80x120cmEsistono molti sanitari realizzati ad hoc per l’arredo di mini-bagni in qui l’ANGOLO fa la differenza!wall-hung-washbasin-corner-11671-6161093

Precedente Tende nuove per rinnovare il look. Successivo COMODINO: idee per tutti i budget!