In bellezza

Come Difendere i Capelli dallo Smog

capelli danneggiati dallo smog
  1. Home
  2. /
  3. bellezza
  4. /
  5. Come Difendere i Capelli dallo Smog

I nostri capelli vengono gravemente danneggiati dallo smog: l’aria inquinata, la polvere, la lunga esposizione al sole e altro, contribuiscono a perdita di capelli, secchezza, prurito. In inverno poi la situazione peggiora perché l’aria fredda elimina l’umidità dal cuoio capelluto e lo lascia estremamente secco. Se ti stai chiedendo come ridurre i danni dello smog sui capelli, continua a leggere.

capelli danneggiati dallo smog

La vita di città mette a dura prova il nostro aspetto fisico. È infatti ben risaputo che i fumi di città, lo smog, ma anche in parte i rumori e l’inquinamento acustico, possono compromettere in modo importante la bellezza, la pulizia e la lucidità della nostra pelle. Per chi vive in città, infatti, i punti neri sono praticamente all’ordine del giorno. La situazione peggiora soprattutto nelle umide giornate invernali: se piove o c’è nebbia l’effetto dell’umidità sui capelli è molto più accentuato, se fa freddo l’aria è secca e riduce la naturale umidità della pelle e quindi del cuoio capelluto, causando prurito e danneggiando i capelli.

Ma dovresti sapere che, proprio come la pelle, anche i capelli subiscono gravi danni dallo smog e dall’inquinamento atmosferico, specialmente a causa delle particelle inquinanti presenti nell’aria di città. Queste piccole particelle passano attraverso i capelli ogni volta che sei all’aperto, poi si fanno strada verso il cuoio capelluto e lo fanno seccare e prudere. L’aria di città è ricca di polvere, carbonio e altre sostanze nocive che entrano nella pelle del cuoio capelluto, ostacolano la crescita dei capelli e causano anche alopecia: è infatti statisticamente dimostrato che la perdita di capelli nelle donne è maggiore nelle aree urbane che in montagna, al mare, in campagna.

Cura dei capelli: come rimediare ai danni dello smog

Se lo shampoo serve a rimuovere agenti estranei dai capelli (accumuli di polvere, grassi e fumi) e a deodorarli, il balsamo funziona invece come una sorta di scudo protettivo, che avvolge delicatamente i capelli e li rende più resistenti all’azione di agenti esterni. Il balsamo è quindi uno dei prodotti fondamentali nella pulizia e nel rafforzamento dei capelli, ma quale scegliere tra la miriade di prodotti che sono presenti in commercio? Avendo appurato che è opportuno scegliere un prodotto delicato, è bene farsi consigliare da un esperto (il proprio parrucchiere di fiducia è la persona ideale alla quale rivolgersi) per selezionare il balsamo più adatto alla propria qualità di capelli, in quanto non hanno tutti le medesime proprietà, ed alcuni si adattano meglio a particolari qualità di capelli piuttosto che altri.

In uno dei tre lavaggi settimanali, al termine dell’applicazione dello shampoo e del balsamo, è consigliabile utilizzare una maschera ristrutturante da applicare sui capelli e lasciar agire per qualche minuto: le maschere ristrutturanti sono infatti in grado di riparare capelli che risultano sfibrati, in modo da donare nuovamente resistenza e lucentezza ai capelli. I prodotti migliori sono a base di cheratina (che è una delle principali proteine che costituiscono i capelli) o di olio di argan e avena.

Le ragazze più intraprendenti, o che vogliono utilizzare prodotti totalmente naturali, possono ricreare facilmente in casa una maschera fai-da-te dagli effetti miracolosi (da lasciar agire 1 o 2 ore). In base alle esigenze dei propri capelli o alle proprie preferenze è possibile utilizzare ingredienti come camomilla e te verde, che rilassano il cuoio capelluto e sgrassano i capelli, il tuorlo d’uovo, che nutre a fondo i capelli grazie alla sua composizione molto ricca in proteine, ma anche olio d’oliva (o di semi di lino, o di mandorle) che donano lucentezza e svolgono un’azione nutritiva e protettiva. Per coloro che invece vogliono unire l’utile al dilettevole, è possibile creare in casa delle maschere fai-da-te dal potere colorante, utilizzando ingredienti assolutamente naturali: camomilla e miele schiariscono i capelli, i frutti rossi li tingono di rosso, mentre caffè e cacao aiutano a rafforzare colori scuri. Nel caso in cui vengano realizzate maschere protettive e coloranti, è bene aggiungere anche dello yogurt bianco, che favorisce l’adesione dei coloranti ai capelli.

Per contrastare gli effetti dello smog sui capelli, tuttavia, vi sono alcuni consigli da seguire quotidianamente per osservare effetti concreti e duraturi. Innanzitutto, poiché i radicali liberi sono la causa principale del danneggiamento dei capelli, è opportuno mangiare alimenti che siano in grado di contrastarli: alimenti in grado di fare ciò sono quelli molto ricchi di antiossidanti. Un antiossidante facilmente reperibile è la vitamina C, contenuta in molti agrumi, tra cui le arance. Anche bere molta acqua favorisce la stabilizzazione dei radicali liberi, così come assumere più alimenti a base di proteine (il pesce è fortemente indicato in questo senso) e mangiare verdure e cereali integrali.

Infine, nelle giornate più uggiose e umide, perché non indossare un bel cappello (meglio se traspirante) alla moda, oppure creare qualche acconciatura particolare con dei foulard? In questo modo non solo si limita il contatto tra capelli e smog, ma viene anche dato un tocco in più al proprio stile.