Ho un fidanzato modello ma mi piace un altro: chi scegliere?

Buonasera, mi trovo in una situazione alquanto complicata e avrei bisogno di un consiglio esperto perché non riesco a uscirne. Ho 37 anni, sono fidanzata da 16 anni di cui 4 di convivenza. Vita tranquilla, tutto nella norma, tanto che con il mio ragazzo abbiamo fatto il grande passo di comprare casa e da all’incirca un anno siamo nella nuova abitazione.

Quindi nuova zona, nuovi vicini, nuovo parrucchiere ecc. Per me è stato un periodo top, mi sentivo bene dentro e fuori. Tanto bene che emanavo una luce particolare e qualcuno se n’è accorto. Ho cominciato a ricevere apprezzamenti ovviamente tutti maschili, sia a lavoro che in giro, una cosa folle, al supermercato, dal meccanico ecc… sguardi indiscreti e così via. Cavoli, ho pensato, alla mia età una cosa così mi gasava altamente. Tanto che scherzando ho deciso di accettare l’invito di un ragazzo coetaneo e siamo usciti a bere un caffè. Tipico bravo ragazzo, appena uscito da una storia decennale, non bellissimo ma con una fortissima personalità. E la ho avuto il malsano pensiero… caspita vorrei tanto provare la sensazione di baciare qualcuno diverso da mio moroso….ed è lì che ho fatto la frittata. Ci siamo sentiti spesso a messaggi, lui ci provava spudoratamente, lettere d’amore e fiori. Io purtroppo ho cominciato a innamorarmi. Sono ritornata in me e gli ho detto di lasciarmi che non era il caso ma dopo pochi giorni ne sentivo la mancanza e lo ricontattavo. Un tira e molla durato per 6 mesi. Lui follemente innamorato, tanto che quando lo volevo lasciare faceva di tutto purché non lo facessi. Ovviamente il mio fidanzato è all’oscuro di tutto. La mia situazione attuale è questa: vivo con il mio fidanzato, precisino, ingegnere mancato, mi piace perché ha il senso degli affari e non si fa fregare da nessuno, mi vuole bene e non mi fa mancare niente, viviamo in un’appartamento il top che si può desiderare. Abbiamo i ns amici con cui usciamo. E insieme stiamo bene, apparentemente la coppia felice. Dall’altra parte c’è quest’altro ragazzo totalmente l’opposto, romantico, parla benissimo le lingue cosa che a me fa impazzire , è sentimentale, passionale da morire e mi fa stare bene, mi vorrebbe sposare e portare a casa sua. La domanda è: che faccio? Mollo il mio fidanzato e mi metto con uno che conosco poco? E se poi non va bene, ho 37 anni… Ma se è successa questa cosa vuol

dire che alla fine con il mio attuale ragazzo non va più bene. Dovrei lasciarlo, ma come faccio, abbiamo appena comprato casa e ho paura di ferirlo perché lui alla fine mi ama. D’altro canto se lasciassi il mio “amante” e lo vedessi in giro con qualcun’altra starei malissimo.Non so proprio che direzione prendere. Aiuto.
La ringrazio per il consiglio che mi darà.
Saluti.

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

La ricerca esterna di qualcosa che possa soddisfare un bisogno può essere indice di una mancanza all’interno della coppia. Il tradimento anche solo manifestato attraverso una conoscenza, nascosta all’altro, produce mancanza di fiducia nel proprio sentimento. Ciò che viene messo in discussione è l’intero rapporto di coppia costruito per anni e voluto attraverso una progettualità e la voglia di realizzare qualcosa di solido. L’esistenza di un altro materializza una fantasia su come possa essere la vita al di fuori del contesto creato, del luogo sicuro. Ebbene, a volte la paura gioca brutti scherzi proprio perché la scelta di un singolo uomo comporta delle rinunce a cui, a volte, non siamo pronti. Ma la maturità nella relazione richiede proprio questo. Rinunciare a qualcuno che sia diverso da ciò che si sceglie ( e lo si fa proprio in merito alle caratteristiche possedute), sì perché stare in una relazione è una scelta, né un obbligo né un diritto. Pertanto si può decidere di metterla in discussione, non rispettarla e attribuirle un valore differente da quello che realmente ha o dovrebbe avere.

Precedente Non riesco ad avere rapporti con il mio ragazzo Successivo Entrambi sposati, non riusciamo a chiudere la relazione