Quando un padre rende la vita difficile

Scusi il disturbo ma non ne posso più: i miei genitori hanno sempre litigato davanti a me addirittura si lanciavano cose e mio padre alzava le mani a mia madre.In seconda elementare si sono separati a quel punto sono andati in tribunale dove dato che mio padre fa il politico ha vinto la causa è mia mamma si è ritrovata senza lavoro, senza amici senza casa.

Ora lei ha un lavoro ma è sempre via, mio padre mi lascia costantemente da mia nonna che non ce la fa a starmi dietro, in più devo cambiare sempre casa per vedere un po’ tutti e due e come se non bastasse mio padre è intrattabile non mi fa andare a scuola da sola nè invitare amiche , lui parte e se ne va lasciandomi sempre da mia nonna. In più mi obbligano a fare nuoto agonistico 5 volte alla settimana per 2 ore più le gare la domenica. Dopo la loro separazione sono andata da diversi psicologi ma non ho voluto dire niente a loro perché l’avrebbero raccontata mio padre.

Mio nonno è stato imprenditore (lui picchiava mia nonna) ma mia nonna mi dice di non fare vedere se sto male e di stare zitto, praticamente quello che ha fatto lei tutta la vita, vogliono fare la famiglia perfetta. Ma io non ne posso più tanto per mio padre senza il nuoto sono solo una delusione vogliono così tanto che diventi famoso che mio nonno nel testamento l’ ho sentito dire che lascerà scritto di farmi andare ad Harvard in America .Vorrei denunciare mio padre perché penso che sia nei miei diritti dato che sono un minore non essere obbligato ad andare a nuoto contro la mia volontà e vorrei che fosse punito per aver picchiato mia madre di fronte a me e vorrei trovare un bravo psicologo con cui parlare senza che dica tutto ai miei genitori.

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Fare il genitore non è una cosa semplice. Ciò comporta delle responsabilità non indifferenti da cui spesso si scappa. Ecco che delegare a qualcun altro il proprio ruolo diventa più semplice mentre è sempre importante la presenza del genitore sul piano qualitativo.

Ogni singolo ragazzo deve seguire le proprie propensioni ed in questo il genitore ha il dovere di “mantenere, educare, istruire e assistere moralmente i figli nel rispetto delle loro capacità, delle loro inclinazioni naturali e delle loro aspirazioni”.

È inoltre denunciabile la violenza assistita ossia se il minore è presente quando un genitore picchia l’altro o usa violenza verbale nei suoi confronti. Tanti cari auguri.

Precedente Mi ha lasciata per colpa di sua madre Successivo Non so come difendermi dai miei genitori