Rivivo ogni giorno la morte di mia madre

Ho perso mia madre un’anno e mezzo fa circa, per un tremendo tumore al polmone io abitavo e abito tuttora con i miei ora con mio padre anziano cardiopatico.

Ho conosciuto il mio attuale fidanzato un 3 mesi circa dopo il lutto e oltre ad essere apprensiva, ogni volta che capita di litigare a volte mi dispero con il mio ragazzo. Io rivivo il giorno della morte di mia madre ho un crollo psicologico pianto inconsolabile e rivivo la sua morte. Vero che lui è diventato molto importante per me ed è andato a sostituire quella figura mancante, ma non so perché ogni volta capita una discussione io sto così male e rivivo quel momento disperato assurdo come se rivivessi il lutto l’abbandonopiango a dirotto senza aver sfogo e sento un profondo vuoto inconsolabile dentro, aiuto. Grazie

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

La perdita di una persona cara, soprattutto di una mamma, comporta inevitabilmente una sofferenza che necessita di tempo per essere elaborata specialmente se preceduta da un lungo periodo di malattia. La discussione assume per lei un significato specifico quasi sicuramente inconscio facendole rivivere quel momento drammatico anche perché come lei stessa scrive “Vero che lui è diventato molto importante per me ed è andato a sostituire quella figura mancante” anche se non è
la figura mancante ma una persona reale e concreta presente nella sua vita e con un ruolo specifico. È bene dunque cercare di distinguere interiormente le due figure in modo tale da lasciar andare quel dolore che ancora alberga dentro di sé e rapportarsi in maniera meno sofferta alla realtà.

Precedente Problemi con suocera e cognata Successivo Sono depresso dopo essere stato lasciato