La mia fidanzata ha una madre soffocante

Buongiorno. Mi chiamo Francesco ed ho 16 anni. Volevo esporre il problema che è molto presente in questo momento della mia vita. La madre della mia ragazza non lascia a sua figlia, mia coetanea, la possibilità di vivere la sua vita da adolescente, come dovrebbe essere.

Ormai stiamo insieme da due anni e, davvero, questa situazione inizia a pesare moltissimo anche su di me… non ce la faccio più a dover andare in giro con sua madre sempre appiccicata. Per ogni minimo spostamento, lei deve esserci: assolutamente no autobus, perché potrebbero esserci maniaci assassini pronti a stuprarti e ad ucciderti (e tendo a precisare che io, nella città in cui vivo, vado spesso in autobus, anche di sera tardi per ritornare da scuola, e NULLA mi è mai successo o è mai

accaduto ad altre persone), e poi, dannazione, alle tre di pomeriggio non ci lasci uscire? unici momenti di libertà ci sono concessi in luoghi chiusi (lago, terme E NON PISCINA perché ha il cloro, che le brucia gli occhi! E comunque rigorosamente sempre accompagnati da lei…). Ora arriviamo alla parte peggiore… la mia ragazza, essendo allergica a latticini,uova eccetera, eccetera, prima di mangiare legge la lista degli ingredienti, cosa assolutamente giusta e normale, anche io sono allergico a qualche alimento e su questo fatto concordo pienamente, ma NON CONCORDO assolutamente sul fatto che, dopo aver cucinato ALLA BRACE e ALL’APERTO due bistecche e DOPO AVER DISINFETTATO e PULITO PER BENE il piano di cottura, tu non ci cucini sopra e ti porti la padella DA CASA (perché sai.. potrebbe esserci stata una CONTAMINAZIONE di molecole di formaggio-hulk, no?)!! Lei poi NON PUÒ entrare in casa mia perché ci sono i gatti, allergicissima ovviamente anche a quelli, non può passare una dannata notte in mia compagnia (cosa che
abbiamo già fatto al mare, con la SUA FAMIGLIA, arrivo anche a questo discorso) e mia sorella, notte che può essere passata nel piccolo Chalet che possediamo… Inoltre, Non può venire al mare con me sempre per ste contaminazioni inesistenti. Non può venire con i miei genitori senza sua mamma attaccata alle chiappe. Non può andare in giro A PIEDI da sola in centro città. Domanda: Ma è normale che una ragazza di quasi diciassette anni sia trattata in questo modo? Prima o poi, io scoppio! Grazie del Vs tempo, e scusatemi per lo sfogo. Francesco

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Le mamme, a volte, non accettano che i propri figli crescano considerandoli delle appendici da cui è difficile staccarsi. La necessità di tenerli sotto controllo placa le loro ansie che diversamente non saprebbero gestire. Una conseguenza diretta è che i figli si trovano a vivere la vita di qualcun altro e non la propria. Un’esistenza che qualcuno gli impone senza che abbiano la libertà di opporsi o di contraddire tali scelte. Fintanto che i figli accettano tali regole è difficile poter ribellarsi e decidere di vivere in maniera indipendente capaci di autogestirsi senza che ci sia qualcuno dietro a controllarli.

Precedente Violenza psicologica da parte della famiglia Successivo Sono innamorata persa ma so che mi farà soffrire