Ho sempre faticato ad accettarmi

Salve, mi chiamo Erica e sono una ragazza di 19 anni. Fin da piccola ho sempre faticato ad accettarmi per come sono nel carattere e soprattutto nel fisico. Sono sempre stata una ragazza introversa e molto chiusa e con la separazione dei miei sono diventata molto più timida.

Tutti i tre anni delle medie sono stata derisa. La mattina non avevo voglia di andare a scuola, volevo evitare gli insulti, non riuscivo a studiare e quando tornavo a casa, il pomeriggio, scoppiavo in lacrime. Non mi sentivo accettata neanche all’interno del nucleo familiare. Una volta, all’età di 13 anni, una signora che conosceva mio padre, parlando con lui, disse che non ero per niente carina e mio padre rimase in silenzio. Inutile dire che questo episodio rimase impresso nella mia mente. Quando iniziai le superiori cominciai ad avere paura delle persone. Per un anno interno ho avuto il

timore di uscire di casa, pensavo troppo ai pensieri che la gente poteva fare su di me. Ancora adesso mi trovo a disagio e do troppo peso ai giudizi altrui. Ho frequentato per un anno un ragazzo che non mi accettava per quella che ero. Ogni volta che mi vedeva diceva che dovevo dimagrire e che dovevo levare la pancia. In 8 mesi sono passata dal pesare 65 kg a pesarne 50, ma ancora non riesco a piacermi. Per quel suo giudizio ho cominciato ad avere problemi alimentari. Pesavo tutto, se gli alimenti superavano le 150-200 kcal non le mangiavo e quel poco che mangiavo lo rigettavo. Quando lo lasciai, un anno fa, le cose migliorarono ma non del tutto. Smisi di avere quei problemi alimentari ma negli ultimi 2 anni soffro di attacchi d’ansia. Quando mi trovo in difficoltà o quando inizio a pensare a qualcosa che potrebbe innervosirmi comincio a non respirare, a tremare, ad avere le vertigini e di solito anche la nausea. E anche se adesso ho un ragazzo che mi ama e che cerca di farmi sentire bene continuo ad avere questi attacchi d’ansia, le solite paure, finisco con l’essere stressata e a sentire un grandissimo vuoto dentro di me. Vorrei solo cercare un modo per sentirmi bene e felice con me stessa. La ringrazio per la sua pazienza, Cordiali Saluti Erica

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Cara Erica, l’ansia insorge in seguito a reazioni significative rispetto ad eventi della vita e si acuisce in situazioni di particolare stress.
Pertanto va affrontata con una psicoterapia in modo tale da comprenderne l’origine e affrontarla.
A volte è difficile trovare il coraggio di farlo ma una volta intrapreso il percorso ci si accorge che le paure cambiano intensità e si comincia a stare meglio..poi, invece, è difficile tornare indietro.
In bocca al lupo!

Precedente Non riesco più ad avere pensieri positivi Successivo La mia vita è bloccata dall'ansia