Sono iperattiva: dovrei calmarmi?

Ho quasi 33 anni e un problema che mi “perseguita” da sempre: sono iperattiva, ipercinetica e odio la noia. Sono tutto sommato una persona positiva e ottimista, lo sono sempre stata, e trovo sempre il modo di fare qualcosa.

Non ho per forza il bisogno di stare in compagnia, sto bene anche sola, ma ho bisogno di non stare mai ferma.
Sono però talmente iperattiva che i momenti di noia mi fanno diventare isterica. Esempio lampante la giornata di oggi: sono stata in palestra, poi al lavoro, poi mi sono fermata a mangiare un panino e poi sono andata in stazione per prendere il treno e tornare a casa. L’unico momento di noia sono stati i venti minuti di attesa del treno. Ecco, quei venti minuti mi sono sembrati un’eternità. Come posso “calmarmi”?

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

L’iperattività può divenire compensatoria rispetto a sentimenti di noia, o più nello specifico di vuoto. Riempire diventa una necessità ‘impellente’ che tende a placare l’ansia del ‘niente’.
Ma ogni momento ha motivo di esistere ed essere vissuto come tale poiché fa parte del corso della vita. È quindi necessario che ci siano delle situazioni di stasi e di attesa e che vengano vissute come tali. A volte, anche lo stare con se stessi è un modo per conoscersi più a fondo e comprendere da cosa si fugge…

Precedente Lasciarsi subito prima di iniziare una convivenza Successivo Quando la rimozione diventa una difesa?