Manca poco alla laurea ma mi sento bloccato

Ho 23 anni e sto terminando una triennale in informatica. Mi mancano solo 3 esami e potrei prendere anche 110. L’unico problema è che non li sto studiando. La famiglia volente o nolente mi mette pressione affinché io termini e vorrei tanto accontentarli ma non trovo la forza.


Passo le giornate a pensare allo studio ma non riesco a concretizzare. Ultimamente poi dedico il mio tempo a vari tipi di dipendenze legali come il giocare ossessivamente a vari giochi o la masturbazione accanita. Capisco che sono solo riflessi incondizionati del fatto che non voglio studiare. Ma non riesco ad evitarli. Purtroppo sento che le mie debolezze hanno preso il sopravvento sui miei punti
di forza. Per questo vi scrivo e spero che possiate suggerirmi cosa meglio fare. Sono fidanzato con una ragazza straniera che vive all’estero. Dopo la laurea come da progetti dovrei raggiungerla, prendermi una casa ed un lavoro e diventare una persona che sinceramente ho sempre desiderato essere. Di questo passo però questo sogno si allontana ed io divento sempre più frustrato e sempre più una persona che non voglio essere.

Grazie del vostro tempo.

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Terminare un percorso è sempre complicato poiché da quel momento in poi tutto potrebbe cambiare. Si deve dimostrare di ‘saper essere’ e di ‘saper fare’, bisogna assumersi la responsabilità del proprio futuro, delle proprie scelte e dell’eventuale trasferimento. Ci si appropria del sogno trasformandolo in realtà, e tutto questo fa paura. Allora si comincia a vagare, a perdere tempo cercando in tutti i modi di vincere quell’ansia che scaturisce dall’avvicinarsi di quel momento. A volte però ciò che immaginiamo è tanto diverso dalla realtà. Vivere il proprio sogno è completamente diverso poiché la gratificazione che ne deriva, se prima era immaginata, poi diventa reale e la si percepisce in tutta la sua essenza. Bisogna avere il coraggio di affonrtare la paura e conquistarsi la posizione nel mondo. Forza!

Precedente Amica trattata male dai genitori: come aiutarla? Successivo Lasciata all'improvviso: lui pensava ancora alla ex