Precedente Sono ossessionato dal fatto di essere omosessuale Successivo Il mio ragazzo non vuole baciarmi

35 commenti su “L’ AUTOLESIONISMO

  1. salve…vi prego aiutatemi a smettere di farmi del male…sn una ragazza di 15 anni…e soffro di atolesionismo…aiutooo…da sl nn ce la faccio…grazie…

  2. buonasera, oltre ad esssere bulimica, da 4/5 mesi circa ho iniziato a tagliarmi, ogni volta che soffro, che cè qualcosa che nn va prendo le forbici e mi taglio, in ste settimane sono peggiorata..
    a volte i miei amici vedono i tagli e mi fanno delle domande ed io devio il discorso o mi invento qualcosa..
    vorrei chiedere aiuto, ma ogni volta mi blocco, ho paura che pensino che sia fuori d testa..vorrei tanto scappare e smetter d star male e di piangere

  3. Non so perchè,non so come,ma succede sempre dentro di me..volere volere sentire e alla fine vedere il risultato di ciò che si è fatto!é da molto che ciò non accade ma dentro di me ogni singolo momento lo rifarei .. lo rifarei ogni instante della mia vita..non capisco perchè dato che ho un ragazzo e ho provato a parlarne anche con 2amici fidati..ma niente non so se possono aiutarmi..non so come fare..vabè non so che farò..cmq so che navigando sui siti ci sono altre persone come me..ma questo nn mi riesce a dare sollievo!

  4. e anche se pensi che sia sparito dopo un po ritorna…..è più di un anno che non tento il suicidio e non mi taglio ma lo rifarei
    farei tutto quello che ho fatto…belle o brutte che siano…
    resto ancora bulimica…anche in vacanza…
    Laura
    bulimica
    ex suicida
    autolesionista

    e per la prima volta scrivo il mio vero nome…
    ci si sente meglio dopo essersi sfogati….perchè nessuno ti conosce o giudica…nessuno ti ha mai visto e laura sembra un nome così comune…..

  5. buona sera,ho bisogno di aiuto non è per me ma per un mio carissimo amico..oggi in classe per la prima volta ho notato dei tagli sul dorso delle sue mani,preoccupato gli chiesi delle motivazioni e dopo diversi indugi mi rispose sinceramente ammettendo che se gli era autoinflitti..è la prima volta k lo fà e sò che in questo periodo ha diversi problemi a cui non riesce ad arrivare a capo..non sò davvero cosa fare ho paura che il semplice stargli vicino o parlarli nn possa fare piu di tanto e non voglio che gli accadi mai piu.
    vi chiedo di aiutarmi o a suggerirmi qualsiasi cosa che lo possa aiutare.
    grazie a tutti

  6. glaceecoeur il said:

    a me nessuno mi sta aiutando, la mia famiglia quando l’ha scoperto mi ha detto che sono una deficente e di lasciarmi pure tagliare le vene. mia madre dice che sono una debole e le mie “amiche” sono troppo occupate x accorgersene. l’unica soluzione è farcela da soli.

  7. nonostante continui a cercare qualcuno ke mi kapisca fino in fondo nessuno fin ora mi è stato veramente vicino…tutti ji amici ke ho sono superficiali, se sapessero ke mi taglio mi guarderebbero diversamente direbbero ke sono un’idiota…fin ora tutti i commenti ke ho letto mi fanno credere ke forse qualkuno ke possa essermi davvero amiko kon kui possa kondividere i miei dolori c’è…se x favore qualkuno di voi può lasciarmi il kontatto msn mi farebbe molto piacere…

  8. piacere volevo dire a tutti che non è facile essere autolesionista come non è facile aiutare una persona che prsenta questo problema..
    io ho potuto vivere questo problema da vicino, quando una persona a cui tenevo ha deciso di farsi del male…
    voglio dirvi ragazzi e ragazze che non è una cosa su cui scherzare e che dovete smettere solo per voi stessi e non per gli altri, perchè nessuno vi dirà grazie ma se lo fate per voi sarete finalmente felici e potrete tornare a vivere

  9. Giulia il said:

    ciao a tutti..ho 17 anni e x 2 anni mi sono tagliata pesantemente.. il mio braccio sinistro è pieno di cicatrici, e le mie gambe uguale..
    Mia madre fa finta di niente, mio padre è troppo occupato con il lavoro x accorgesene..
    Il mio ragazzo dice che sono una “deficente” e che se continuo mi lascerà..ma nn riesco, ogni sera, quando vado a letto tiro fuori quel cutter ed inizio a tagliare, ovunque..x non sentire più niente, nè le voci nè altro.. Io vorrei smettere, ma non ho nessun motivo x farlo..
    cmq se qualcuno volesse parlare con me di questo problema il mio msn è giuly9212@hotmail.it

    baci

  10. ciao, ho 15 anni ed è la prima volta che lo scrivo: sono autolesionista e molto probabilmente depressa, da 5 mesi mi continuo a tagliare il braccio.
    molto meglio pensare al dolore fisico che a quello psicologico.
    credevo che qualcuno se ne sarebbe accorto, che mi avrebbe chiesto qualcosa… ma non è mai successo. neppure durante le ore di ginnastica, quando sono in t-shirt. neppure in piscina con mia mamma, il mio migliore amico e sua madre (che è un medico).
    soffro di mal di testa e mi era stata consigliata la psicoterapia, ma mia madre sostiene che non mi servirebbe a nulla perchè non sembro depressa. eppure l’anno scorso ho preso per 3 mesi (senza saperlo) psicofarmaci contro la depressione che mi erano stati prescritti appunto contro il mal di testa… ma sono solo dettagli, non è vero???
    sono così inutile, insinificante? possibile che nessuno noti niente???
    aiuto…

  11. G........ il said:

    avete presente quella voglia irrefrenabile di mandare tutti a fanculo?…è quello che faccio io quando mi taglio..è da 4 anni che vado avanti così, nessuno mi ha mai detto niente, dopo la morte di mio fratello ho iniziato..e so che non potrò mai smettere..xkè il dolore è troppo grande, e con 2 genitori sempre via per lavoro e che non fanno altro che disconfermarti ogni volta che ti vedono non potrai mai superare il dolore che hai dentro di te… credo che la mia vita non sia vita..ma sopportazione..un giorno magari troverò la forza di tagliare quella maledetta vena..xkè una vita così non la vuole nessuno..ed io in prima persona vorrei scappare da questo buco nero che mi circonda da 4 lunghissimi ed interminabili anni..

  12. Irene il said:

    pensavo di essere un’extraterrestre invece leggendo mi rendo conto che non sono l’unica che si taglia, almeno mi sento meno sola.

  13. Sabrina il said:

    Mi taglio da circa un mese,non ce la faccio più…lo faccio per non sentire quello che provo dentro…ho 13 anni,vi prego datemi un consiglio!

  14. jessyj il said:

    aiutatemi se ce qualcuno che puo aiutarmi ho 16 anni ed è da 8 mesi che mi faccio del male … se qualcuno ha dei consigli o vorrebbe semplicemente parlarne con me ecco la mia e-mail jessyj95@live.it

  15. Marco il said:

    Salve, la mia fidanzata è autolesionista.. ogni volta, quando è sola, va nel panico, si chiude in bagno, prende le forbici e si taglia. Questa situazione va avanti ormai da 2 mesi, se non più, e non c’è un problema principale, il problema è generale. Gli unici che sanno della sua situazione siamo io e la sua migliore amica. Io cerco sempre di non farle mancare niente, di trattarla come come non ho mai trattato nessuno, ma ormai mi sono reso conto del fatto che nonostante tutti i miei sforzi per farle capire che è speciale, unica e importante per la sua famiglia, per i suoi amici, per la sua migliore mica e per me, lei si sente inutile lo stesso; (è anche andata da uno psicologo, ma è cambiato poco e niente). Ogni volta che si taglia io dentro di me sono incazzato come una bestia, ma alla fine cerco sempre di starle accanto, le dico in pratica che deve resistere perchè quello è l’unico modo di migliorare (difatti lei è dipendente ormai da questa cosa) Cosa dovrei fare io per aiutarla e per cercare di farla ritornare felice anche quando sta da sola (come se tutto fosse così semplice..)? Cosa può fare lei per aiutare se stessa? La prego di rispondermi e anche in fretta se è possibile, perchè non posso stare qui ad aspettare sapendo che questa situazione può peggiorare: il peggioramento potrebbe portare la ragazza che amo anche al suicidio.. e questa è l’ultima cosa che vorrei…

  16. Francesca il said:

    Ho iniziato a farmi male per caso, avevo 9 anni, cadevo, inciampavo, mi ferivo con oggetti, mi tagliavo…..le cicatrici erano il mio orgoglio, la mia liberazione, erano il dolore che prendeva forma, colore, era la malinconia che si trsformava in un livido, la voglia di morire che veniva repressa con qualche punto di sutura, ma tutto questo non è servito a niente i miei genitori non mi vedevono, non vedevano il mio dolore.
    A 19 anni ho iniziato a soffrire di anoressia, nel cesso buttavo tutto il mio odio, la mia infelicità.
    Fu quella la prima volta che mio padre mi vide e nel suo fere composto le sue parole mi rupero l’anima: HO GIà TANTI PROBLEMI NON METTERTICI ANCHE TU…il silenzio e poi la caduta libera, la mia.
    Sono iniziati gli attacchi di panico, la depressione, la voglia di morire……La mia vita sembrava finita eppure io vivevo e il mio cuore batteva ancora perchè era vivo.Adesso ho 25 anni, le cose che mi hanno salvato durante la mia vita sono state queste;la pallavolo, l’amore del mio compagno, gli amici. Solo questo? NO.L’inizio di un percorso terapeutico moltto doloroso ma inispensabile, è con lui che sono rinata, è lui che mi ha accompagnata nel mio oblio, una persona per me molto importante, un professionista, ma prima di tutto una persona. NON è stato facile ma il mio dolore si è trasformato in qualcosa di molto più importante: la vita e la vita è piena di colori.
    Spero che ciascuno di voi trovi la via, la vita.
    Vi abbraccio.

  17. Dolly Rose il said:

    anch’io sono nella stessa situazione.. sono autolesionista da anni e non so come uscirne.. non posso permettermi nemmeno un altro singolo taglio o perderò persempre l’unica cosa che ho cara a questo mondo e che mi tiene ancora in vita con quel poco di felicità che mi dona.. ho paura di rifarlo ancora e voglio uscire da qsta cosa per sempre.. ho bisogno d’aiuto.. la mia e-mail è gothic__doll@live.it se qualcuno può darmi una mano o solo dirmi io ce l’ho fatta, vi prego contattatemi..

  18. Ho 14 anni e sono autolesionista da quando ne avevo 8. La mia infanzia è stata dolorosa, perchè sono stata abbadonata e quando ero in orfanatrofio mi picchiavano, e avevo solo 3-4 anni. Dopo sono stata adottata ma lì iniziai ad avere i primi problemi con il cibo, non mangiavo, e i miei genitori (adottivi) non volevano vedere una bimba anoressica, a scuola svenivo sempre e a casa non volevo prendere nessun farmaco. Ad otto anni mi sono fatta dei graffi con la forbice, e continuai così fin ad oggi. Soffro di bulimia da circa un anno, non sopporto l’idea di vedermi grassa allo specchio, alle medie sono stata vittima del bullismo perchè mi vedevano goffa e stupida, è anche alle medie che i miei hanno divorziato, ed è anche alle medie che è morta la persona più importante della mia vita, mia zia. Il dolore della mia infanzia e di tutto ciò che è venuto dopo mi aveva portato ancora di più a tagliarmi. Quando i miei amici mi chiedono a mare “ehi cos’è quella ferita?” io devo inventare delle scuse, non mi taglio solo le gambe e le cosce, ma sopratutto i polsi, lì nessuno può vedere i centinaia tagli che ho, perchè è sono coperti da fondotina e bracciali. Mia madre e mio padre sanno del mio disturbo alimentare e del mio autolesionismo ma non si sono preoccupati, a volte notano che ci sono tagli nuovi ma non dicono niente. Se devo essere sincera, non voglio smettere di tagliarmi, ho desiderato tante volte la morte ma non ci ho mai provato.. Le cicatrici mi rendono ciò che sono, ormai dopo quasi 6 anni di autolesionismo, la lametta è tutto ciò che ho bisogno.

  19. non avevo neanche i buchi alle orecchie fino a 20 anni….poi all ennesima delusione affettiva(corna bugie ecc) ma si i classici che si presentano come il principe azzurro e sono i classici”str.verdi”(invece) nel giro di 2 anni mi sono fatta cinque buchi alle orecchie e succ.dilatazione estrema) ee 4 pircing sui genitali(come sopra ci si vede da parte a parte) se ci penso inorridisco da sola e mi vergogno perchè penso di aver rovinato qualcosa di sano….. ma quando l ho fatto non ero in me o forse lo ero troppo) tutti vedono come mi sono ridotta ma a nessuno interessa e nessuno mi dice di fermarmi……non interesso a nessuno inpratica

  20. Salve, sono una ragazza di 17 anni e sono da poco venuta a sapere che una delle mie migliori amiche da un po’ di tempo a questa parte a iniziato a tagliarsi, è stata proprio lei a dirmelo a chiedermi aiuto perchè vuole smettere, io farei di tutto per aiutarla, è una delle persone a me più care al mondo ha aiutato me nel momento del bisogno e io devo,sento, voglio ricambiare, aiutarla… ma non so’ come fare ho paura di sbagliare e peggiorare le cose… potreste aiutarmi? darmi qualche consiglio?

  21. 2anni fa mi sn tagliata….pensavo di aver superato qll fase ma ora ho di nuovo la voglia di farlo…ho paura xk ho anke pensieri suicidi e nessuno mi capisce in famiglia! Pensano sia una stupida a tagliarmi…io xo mi sento davvero male.

  22. Sono una ragazza di 18 anni e da due anni circa sono nell’inferno dei disturbi alimentari anoressia e bulimia. Quando avevo 12 anni per la prima volta mi sono fatta dei tagli sulle gambe per sfogare il dolore che avevo dentro. Nessuno se n’è mai accorto ed io da allora non l’ho più fatto. Adesso però sento il bisogno di tagliarmi e farmi del male ma so che se cominciassi, stavolta non mi fermerò più. Aiutatemi vi prego fatemi smettere.

  23. tittt il said:

    Aiuto,una mia amica è autolesionista..io lo sapevo da un pò xke me lo aveva detto una traditrice,ma io nn le volevo credere…poi e morla la madre di D(la mia amica) e allora lei me lo ha detto di persona…shock ci sn rimasta secca!io le voglio troppo bene e nn posso accettarlo! Ho cercato di aiutarla:le ho parlato cn dolcezza,le ho gridato in faccia piu forte che la vita nn va sprecata…ma poi io adesso mi ritrovo a farmi male e a cercare di suicidarmi…nn so cosa fare…
    Voglio aiutare lei ma cm mi aiuto io?io lo faccio xke e cm se i geni tori nn li avessi cn mia madre ci ho litigato talmebte male…mio padre nn lo sento da 4 anni e il fidanzato di mia madre e cm un adolescente anke se ha 43 anni e nn so piu x quale motivo vivere…invece D nn ha i genitori…ma a lei nn la prendono in giro a scuola ..lei nn e lo zimbello della scuola…io si….nn so piu ke fare…mi serve una mano una spalla su cui piangere… A chiunque do il mio indirizzo e-mail:tea2031@gmail.com(nn e il peggiore dei casi,ma vi prego aiutatami!)

  24. claudia il said:

    ‘giorno,la mia migliore amica si autolesiona… io non so proprio come fare per aiutarla..le sto il più vicino possibile, ma non basta…vorrei aiutarla a smettere come faccio?!?!

  25. claudia il said:

    Vi prego aiutatemi..ditemi come posso fare per aiutare la mia migliore amica..non so più che fare…
    Io le dico che per lei ci sono sempre,credo lo sappia,ma non sembra ”crederci”.
    Le cose stanno peggiorando e io non so proprio che fare…adesso lei dice che le piace e vuole farlo,però io lo so che lei ci sta male…ma però non so proprio come comportarmi…non lo so…aiutatemi,consigliatemi,è urgente!!

  26. cl19 il said:

    Non credevo ne fossero così tanti..il problema che mi sono posta per 3 duri anni è stato trovare un senso alla mia vita, un perché vivere (“chi ha un perché vivere sopporta qualsiasi come vivere”. Nietzsche) . avevo trovato il mio obiettivo, fare la veterinaria, ma credo di aver fallito in quanto molto probabilmente non riuscirò mai a passare il test, ma ho trovato una strada alternativa, ma nonostante tutto credo che le cose belle della vita non possano mai nemmeno parzialmente compensare il male di ogni giorno, di ogni evento. Sono circa due anni che faccio incubi particolari,la morte ne è la protagonista, spesso qualcuno vuole uccidermi, altre volte sono io ad uccidere qualcuno, spesso ho sognato di uccidere il mio cane che è la creatura più bella che io possa avere ..nei momenti di picco sfogo il mio dolore pungendomi e vedere il mio sangue, mi da sollievo..ho sempre rifiutato l aiuto di uno psicologo perché credo che se non posso riuscire ad aiutarmi non lo possa fare uno sconosciuto, ma ora per la prima volta sto scrivendo, e so che questo è chiedere una mano, forse scrivere mi fa bene, spero passi, presto. Baci C.

  27. anonimo il said:

    che schifo un altro forum con la pubblicità… il creatore è invitato a vergognarsi.

  28. claudia il said:

    ciao, sono claudia sono una ragazza di 15anni, io mi graffio e mi taglio, nn so perche lo facio forse perche il dolore a volte diventa insostenibile ogni volta che sucede qualcosa che fa male io mi causo dolore nn so cos’altro fare il dolore mi distrae e una valvola di sfogo ma ogni volta che guardo le mie braccia e le cicatrici lasciate dalla lama o dalle unghie mi crea altro dolore e rincomincio ormai e diventato un circolo vizioso e nn riesco piu a controllare le lacrime e mi faccio ancora del male perche e l’unica cosa che le blocca…..nn ne posso piu vorrei smettere fermarmi ma ogni volta che cerco un nuovo metodo nn ne trovo…nn e da molto che lo faccio saranno 3/5 mesi e all’inizio pensavo nn fosse niente ma forse mi sbaglio aiutooo…………grazie a questo blog sono riuscita a parlarne veramente e sfogarmi un po….grazie di avermi ascoltata

  29. Ho cominciato ad autolesionarmi in terza media. L’ undici luglio esattamente, credo che fossi troppo stanca di tutti i casini delle medie e delle elementari; mi taglio da tre anni, circa. E’ davvero triste pensare che in tre anni sono ‘ diventata’ bulimica, autolesionista e depressa.

  30. maria domenica il said:

    sono autolesionista da piu di 4 mesi e in questi mesi ho provato molte volte a smettere ma non ho il coraggio di buttare quella dannata lametta.
    lo faccio perche non ho fiducia in me stessa ,perche non credo di riuscire a realizzare il mio sogno.poi la cosa piu importante per cui lo faccio e per il ragazzo che mi piace a cui mi sono dichiarata in questa settimana e sono stata rifiutata e questo ha abbassato ancora di piu la mia autostima.
    voglio smettere!!!
    ho 12 anni e voglio vivere una vita felice anche se a volte desidero la morte ma non ho il coraggio di lasciare questo mondo crudele…..
    non avrei alcum motivo per tagliarmi perche ho amici con cui mi diverto,una fantastica famiglia e dei buoni voti a scuola ma non riesco a non farlo ma so solo che voglio smettere!!!

  31. ciao ho scoperto ce mia figlia si autolesiona le braccia con lamette. ha 13 anni, è la prima ovlta che lo fa. non l’ho sgridata nè punita, lei aveva una paura folle che l apunissi. Ho cercato di stare calmo e mi ha spiegato con pianti a dirotto che lo fa perchè non si piace, per il naso per i fianchi perchè non è brava a scuola …
    HO cercato di dirle che a tutto c’è rimedio ma non so se basterà. Mi amoglie le ha urlato addosso e le ha chiesto quali compagnie frequenta. Io non so cosa fare, la devo far curare? la devo seguire? aiuto

I commenti sono chiusi.