Ho tradito il mio ragazzo anche se lo amo

Salve, mi chiamo Roberta. Oggi ho lasciato il mio ragazzo. L’amore della mia vita. Fino a stamattina sono stati gli 8 anni piu belli della mia vita. Io ho 28 anni lui 30. Viviamo insieme. Per questo mi risulta molto difficile vederlo triste per colpa mia.

Non so perché abbia chiuso .o forse lo so.in passato l’ho fatto soffrire. E alcune cose che sono successe lui non le sa, ma io le porto dentro ogni giorno. Non ci penso molto al passato. Ma quando ci penso sono triste, mi sento falsa. Poi ultimamente ho cominciato a sentirmi inquieta. Nonostante io lo ami. Io non riesco a immaginare una vita senza di lui. Proprio no. Ma quando guardo avanti..al futuro… Non so cosa voglio. Vorrei che fosse con me per sempre. Ma l’ho tradito. E forse anche lui, ma di questo non m importa, lo perdonerei, ma lui so che non mi perdonerebbe ancora. Perchè successe tempo fa e glielo dissi, e ci mettemmo una pietra sopra. Lui è perfetto. Io mi porto i miei errori dietro. Dentro d me… sarei egosita continuando ad amarlo come se nulla fosse. Come se non fossi colpevole . Ora lui è qui con me. Non vuole parlarmi. Io lo capisco. Sono così triste.

Il tradimento ha diversi significati. Uno tra tutti è quello di rendere vano un patto implicito e tacito tra due persone all’interno di una relazione sentimentale: il rispetto e la fiducia sono importanti. Fondamentalmente quando si tradisce è con se stessi che si fanno i conti. Si tradisce perché qualcosa non funziona ma non se ne parla.

In realtà si tradisce ogni giorno ed in qualsiasi contesto solo che non ci si rende pienamente conto di farlo. Pertanto è difficile essere continuamente coerenti con se stessi e di conseguenza anche con gli altri.

Anche non ascoltare i propri desideri, seguire le proprie aspirazioni e rinunciare ad un sentimento sono forme di tradimento. Il sentirsi inquieta probabilmente è legato alla necessità di cambiamento che avviene in qualsiasi percorso di vita. Forse anche tra voi è necessaria una scossa e abbandonare qualcuno a volte può essere indicativo di un momento di rinascita, di ricerca di nuovo anche tra voi come evoluzione di un sentimento che vi lega ma che al momento non si identifica in una evoluzione.

Precedente Non lavoro e non ho amici: come uscirne? Successivo Soffro di attacchi d'ansia e crisi di rabbia