Storia lunga che si trascina: come chiudere?

Sono stata ricoverata una settimanale ospedale, in quella settimana ho pensato molto alla mia relazione che ormai durava da 6 anni al fatto che sua madre fosse molto presente nella nostra relazione, al fatto che per i nostri lavori era difficile trovare un momento per stare insieme ecc…

Una volta uscita lui ha notato che c’era qualcosa che non andava e mi ha chiesto se volevo parlarne e quindi da lì ho iniziato a dire che non ero più sicura della nostra relazione e mentre stavo spiegando ha iniziato lui a dire tutto che lui prova un amore fraterno per me e che quindi anche secondo lui era meglio chiudere qui la nostra relazione però insistendo sul fatto di rimanere ottimi amici e in buoni rapporti perché sono una delle persone più importanti nella sua vita… soltanto che nei due mesi successivi continuavamo a sentirci e a cercarci a vicenda e tante volte è successo che io in un attimo

di confusione lo chiamassi in lacrime.. avevamo anche deciso di non sentirci proprio più ma è durato tre giorni e ci siamo ricercati di nuovo.. siamo anche finiti a letto insieme due volte.. e ogni volta che ci vediamo finiamo sul discorso del perché ci siamo lasciati ecc ecc continuando a parlarne. Ma  qualcosa non mi convince perché lui è una persona molto orgogliosa e il giorno dopo che ci siamo lasciati è stato malissimo (piangeva disperato e continuava ad abbracciarmi mai visto così in 6 anni di relazione) però solo quel giorno lì e dopo quel giorno lui dice che non soffre più che è andato avanti e che ha capito che è la cosa giusta però poi ogni volta mi chiama o mi scrive per sapere solo come sto.. io sono convinta che entrambi abbiamo sbagliato e che i sentimenti reciproci sono ancora molto
forti e secondo me c’è ancora amore.. ma vorrei capire come comportarmi.. perché anche se ho già provato senza essere troppo chiara a parlargli lui dice che è giusto che ci siamo lasciati e che bisogna andare avanti.. vi prego aiutatemi..

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Lasciarsi dopo tanto tempo non è semplice. Così di colpo, tutto cambia. Ed il distacco diventa sempre più difficile soprattutto se ci si cerca ancora. L’amore dopo il periodo iniziale cambia, si trasforma assume altre forme e per questo che si resta assieme. Si condividono valori quali il rispetto, gli interessi, l’affetto, si resta assieme per scelta reciproca: l’altro, nonostante i suoi difetti, rimane accanto perché lo vuole.
Ed allora capitano momenti di confusione nei quali la necessità di cambiamento, di evoluzione prende il sopravvento. L’ospedalizzazione fa riflettere, è un’esperienza che molto probabilmente l’ha portata a desiderare un mutamento. Ed il tutto è partito dalla relazione di coppia. Può provare a parlare di ciò che potrebbe essere diverso tra voi. Forse è lei diversa, e lui per orgoglio accetta questa sua decisione, anche se non sembra convinto perché mentre razionalmente dice una cosa, il suo sentimento lo porta a fare altro.

Precedente Come riprendersi dall'abbandono? Successivo I miei genitori non voglio che mi trovi un lavoretto