Non riesco a cominciare una nuova storia perchè penso all’ex

Buonasera, ho 19 anni, circa due anni fa mi sono fidanzata con un ragazzo di un anno più grande, dopo averlo conosciuto grazie a un amico in comune. Fin da subito ci siamo innamorati follemente e abbiamo iniziato a vivere quasi ogni momento insieme, dato che abitiamo a pochi metri di distanza.

Lui si è molto affezionato alla mia famiglia, essendo cresciuto con genitori disastrati, e siamo diventati la sua seconda famiglia. È un ragazzo che ha tanti pregi, a partire dalla sensibilità, ma non ha grandi aspirazioni per il futuro e inoltre quando si arrabbia usa parole forti, è permaloso, bestemmia e dice parolacce. Dice che è questione di carattere, ma la cosa non mi è mai piaciuta. Da Capodanno a questa parte la situazione è diventata molto pesante: litigavamo di continuo e lui ha iniziato a cercarmi molto poco, stava sempre a giocare alla play, non mi faceva più sorprese. Dava la colpa al mio impegno scolastico, ma in realtà c’è sempre stato e lui precedentemente avrebbe fatto di

tutto per stare anche solo cinque minuti con me..
Per il mio compleanno sono andata in gita e lui mi ha fatto gli auguri in modo scocciato, non mi ha chiamata, non mi ha scritto nulla di dolce (dice per gelosia). Nello stesso momento il mio migliore
amico si è avvicinato molto a me (lui mi piaceva prima che mi fidanzassi, ma poi la cotta mi era passata dal momento in cui lui mi aveva rifiutata; eravamo, però, diventati migliori amici). Il mio
migliore amico mi ha fatto un bel regalo, mi è stato vicino, mi ha fatto ridere e ha provato a baciarmi, ma mi sono scansata e non ci sono stata.
Da quel momento mi sono distaccata dal mio ragazzo. Lui è stato due settimane a implorarmi di dargli una seconda possibilità, dopo un po’ ho deciso di riprovarci. Ma dal momento che mi sono
riavvicinata, ha iniziato ad essere nuovamente schivo e a non farsi sentire molto. L’ho lasciato. Il mio migliore amico è venuto da me per un progetto di scuola e ci siamo baciati. Il mio ex è tornato a
implorarmi, a dirmi che non si era allontanato e che mi voleva, ma io gli ho detto del bacio. Ovviamente non si è praticamente fatto più sentire.
Il problema è che mi manca, che tutto mi ricorda lui, che lo vorrei vicino (come ai primi tempi), ma so che è impossibile tornare come prima. Lui probabilmente sarebbe disposto a perdonarmi, ma ci
abbiamo provato di continuo ad essere come all’inizio e non ci riusciamo proprio. Però mi manca…
Il mio migliore amico vorrebbe mettersi con me, io gli ho detto che ho bisogno di tempo, ma che sono disposta a conoscerlo meglio. A dire la verità lui mi fa stare bene, mi fa ridere, ma fisicamente
mi piace meno del mio ex e poi mi sento limitata dai ricordi.
Cosa devo fare??
Sono disperata,
Francesca

Per fare la tua domanda manda una mail a girlpower@banzaimedia.it

Cara Francesca l’amore è sicuramente attaccamento ma anche tanto di più. Il rispetto, la condivisione di interessi, la complicità, la presenza sono alcune tra le componenti che caratterizzano un rapporto di coppia. Vivere con delle mancanze significa annullare parti di sé che hanno necessità di essere soddisfatte.
Distaccarsi però non è mai stato facile sia a livello affettivo che di quotidianità pertanto è assolutamente ‘normale’ sentire la mancanza dell’altro dato che il sentimento che vi ha legato era sincero e probabilmente anche profondo. Il separarsi è un lutto a tutti gli effetti e di conseguenza i ricordi ricorrono e occupano gran parte dei pensieri fino a quando poi diverranno sempre più radi. È
bene passare un po’ di tempo con se stessi per elaborare il distacco ed aprire, di seguito, il proprio cuore ad una relazione meno ambivalente.

Precedente Quando la paura di amare paralizza Successivo Non riesco a perdonare il mio ex