Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo – Prima parte

Questo lavoro è stato abbastanza lunghetto, però creare il quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo è stata una grande idea avuta da mio marito e mio figlio che di comune accordo, visto che nei negozi non si trovava, hanno deciso di disegnare un progetto, prendendo ovviamente spunto dall’unico video su you tube che avevamo trovato dove si vede perfettamente la versione originale e tutte le sue funzioni, e cercare di riprodurlo più fedelmente possibile!

Dai primi di ottobre è finalmente stato messo in commercio su Amazon al costo (a mio avviso), molto molto esagerato di 105 € circa, oppure nella versione (si fa per dire) economica a 85 €, dove però mancano molte cose ed è più piccolino, quindi a quel punto per 20 € è molto più bello il primo, ma fatto sta che sono davvero esagerati, soprattutto per la fine che i bambini gli faranno fare, e quindi sarebbe perfetto se riusciste a costruirlo, per giunta con materiale facilmente reperibile, probabilmente molte cose le avete persino in casa!

Tenete presente che lo abbiamo iniziato a riprodurre quando c’erano solo delle foto e quindi alcuni particolari non erano chiari, ad esempio l’ascensore arriva all’ultimo piano tramite una botola, invece noi l’abbiamo fatto solo tra primo e secondo giacchè non si vedeva nessuna apertura se non dopo nel video! Inoltre sopra al piano di gufetta c’è un monitor che gira, ovviamente nel nostro è fisso e in ultimo il computer di gattoboy è fisso e ovviamente non parla e si illumina al contrario dell’originale.

Altra cosa da sottolineare è che se vorrete farlo come regalo di Natale ai vostri bambini dovete iniziare a muovervi per tempo, magari reperendo il materiale già da ora, perchè vanno via parecchi giorni, direi anche una settimana per la sua costruzione completa! Però dai, come si costruiscono i presepi di polistirolo, si può fare anche un quartier generale dei personaggi preferiti dai nostri bimbi, soprattutto per il notevole risparmio che ci sarebbe!

Iniziamo a vedere la prima parte di questo lavoro, riguardante l’assemblaggio e la pitturazione del quartier generale

MATERIALE OCCORRENTE per la prima parte

Un paio di lastre di polistirolo, una alta 2 cm e l’altra 8 cm da tagliare e rifinire con la macchina che lo taglia (per costruirla potete guardare questo tutorial), anche se in alcuni punti, laddove non arriva dovrete usare il taglierino

Colla a caldo

Silicone trasparente

Cannuccia lunga circa 50 cm (le trovate dai cinesi oppure noi abbiamo usato quella che si trova nelle confezioni in edicola per fare le bolle di sapone giganti)

2 bottiglie di aranciata o coca cola

Carta di giornale (tipo Gazzetta), oppure di volantini più grezzi, non quelli di carta lucida o liscia

Colla vinilica

Colori acrilici

Pennello

Taglierino

PROCEDIMENTO

Ritagliare le 3 basi dalle lastre di polistirolo in questo modo:

  • il primo piano da quello alto 8 cm larghezza 50, profondità massima 30,
  • il secondo e il terzo piano dalla lastra alta 2 largo sempre 50 cm profondo 20 cm

Sagomare il davanti del primo piano come nella prima immagine, nella foto qui sotto

Mentre il secondo e terzo piano tagliarli sulla parte superiore, passandoli nella macchina che taglia il polistirolo, creando dei gradini che portano al centro (seconda e terza immagine nella foto qui sotto), questo per far sì che venga più somigliante possibile, ma se non riuscite andrà bene pure il piano completamente dritto senza gradini.
Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Dalla seconda lastra di polistirolo creare la parte alta del quartier generale, disegnandolo prima su di essa, e poi ritagliandone i contorni con la macchina.

Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo Ritagliare come nella prima immagine nella foto qui sotto il primo piano, creando il vuoto, all’interno del quale andremo ad incollare la parte frontale del quartiere.

Ritagliare le 3 porte sulla parte alta verticale, creando 3 archi su ogni piano di circa 15 cm di altezza x 13 di larghezza (a noi al secondo piano la porta è venuta più bassa e Gattoboy deve abbassare la testa per passarci! :-P)

Incollare il primo piano con colla a caldo, e poi i successivi piani alla parte alla parete alta verticale con le porte.

Sotto il secondo e terzo piano creare delle piccole staffe di polistirolo di circa 17x3cm che andranno a sorreggere meglio il peso di essi, incollandoli proprio al di sotto.

Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Scavare al centro del primo piano di Geco perchè lì dovrebbe esserci l’acqua (ovviamente dipinta!) e quindi deve essere ad un livello più basso rispetto al resto!

Al secondo e terzo piano ritagliare un cerchio  con diametro 8 cm, conservare i dischi ricavati per fare la base dell’ascensore e per richiudere il buco dell’ultimo piano dopo che verrà infilata la bottiglia e la cannuccia.

Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Ritagliare a metà due bottiglie di Coca cola (la nostra è quella di Eurospin), da 1,5 litri e tenere entrambe le parti inferiori di esse (quelle col tappo non serviranno), ritagliando anche le basi di esse, dovranno diventare due cilindri aperti.

Creare un altro cerchio di polistirolo di diametro 18 e altezza 2,5 dove al di sopra scavare parzialmente un cerchio di diametro di 8cm, all’interno del quale andremo a incastrare la prima bottiglia, incollando il tutto al primo piano lato destro.

Per il secondo piano creare altri due cerchi di polistirolo di diametro 12 cm alti 4  e 2,5 cm all’interno dei quali ricavare due cerchi di diametro 8, ritagliarli ed estrapolarli creando una specie di cornice per la bottiglia che andrà tutta al suo interno come in foto

Ritagliare le aperture sul davanti alle bottiglie per creare l’entrata nell’ascensore.

Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Con due polistirolo ovali creare i computer monitor del piano di Gufetta, larghi e alti 9×9 cm e incollarli a destra e sinistra del terzo piano.

Per il computer di Gattoboy creare un cerchio di diametro 12 cm e dello spessore di 3 cm come base, e un semicerchio largo 9 cm per 1,5 cm di spessore per il monitor. Incollare il monitor sulla base, e poi decidete se volete incollarlo come abbiamo fatto noi al secondo piano sulla sinistra oppure lasciarlo libero come nell’originale.
Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Incollare la cannuccia a uno dei dischetti di 8 cm di polistirolo che avevamo messo da parte inizialmente, inserirla e poi chiudere il buco dell’ultimo piano con l’altro dischetto messo da parte.

Mio marito ha incollato le bottiglie con il silicone per paura che la colla a caldo potesse sciogliere la plastica, non so se poi effettivamente in piccole dosi possa andare bene!
Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Successivamente mischiare colla vinilica in una ciotola e acqua quasi nella stessa misura della colla (leggermente meno), mischiare con un pennello e tagliare i volantini o giornali a tante strisce, più o meno grandi a seconda della zona che dovete rivestire, per le basi vanno bene anche dei quadrati, per le parti più sottili meglio le strisce.

Quindi poggiare le strisce e passare il pennello con la colla su di esse per rivestire tutto il quartiere di modo che la pittura prenda meglio e non si vedano i pallini del polistirolo al di sotto.

Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Se avete usato il polistirolo quello liscio e non ruvido, potreste anche saltare questo passaggio e pittare direttamente, mentre su quello più poroso e a pallini conviene rivestirlo di giornali.

Quindi pittare i 3 piani dei colori dei superpigiamini, il terzo di Gufetta tutto rosso, con la porta blu scura, il secondo piano la base azzurra come Gattoboy, e lo sfondo invece io l’ho fatto a sinistra bianco, e a destra blu (porta compresa)

Il primo piano ha il verde di Geco solo sulla basi laterali, sotto invece è grigio, e al centro è verde acqua. Lo sfondo invece a sinistra blu e a destra verde.

Ovviamente i colori li ho scelti guardando bene video e immagini, magari in quello reale c’è qualcosa di diverso, ma visto che molte cose andranno ricoperte dopo con la gomma crepla, ho cercato di attenermi perfettamente solo ai colori delle basi, gli sfondi non essendo chiarissimi ho fatto un po’ di testa mia!

Ho pittato anche l’ascensore, la base celeste, il cerchio del primo piano verde, quello del secondo azzurra,  il retro del quartiere generale di blu scuro, e le staffette create per sorreggere il primo e il secondo piano di blu scuro.

Il computerino di Gattoboy la base celeste e la parte del monitor bianca.

Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo Quartier generale dei Pj Masks con materiale di riciclo

Una volta terminata la pitturazione occorre attendere i tempi di asciugatura per poi passare a decorarlo con la gomma crepla! Ma siccome poi l’articolo sarebbe troppo lungo, sospendo qui questa prima parte!

Per la seconda parte del tutorial cliccate su questo link

Se volete continuare a seguirmi mettete mi piace alla mia paginetta Facebook Piccole creazioni…grandi soddisfazioni,  e soprattutto condividete usando i tasti social qui sotto.

Inoltre mi trovate anche su Pinterest e Instagram!

 

 

 

Precedente Biscotti di pasta frolla per Halloween Successivo Cervello di panna cotta per Halloween

Lascia un commento