Crea sito

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

L’estate scorsa a causa della pandemia, abbiamo dovuto annullare il viaggio prenotato in Andalusia ed improvvisamente abbiamo dovuto decidere per un’altra meta, più vicina, non molto costosa, e che fosse disponibile anche con prenotazione non a lunga distanza come invece io sono sempre stata abituata a fare! Poco tempo per preparare tutto insomma, ma alla fine è stata comunque una bellissima esperienza, piacevole e soprattutto sorprendente, in quanto devo ammettere che avevo sottovalutato la Calabria, nonostante fosse abbastanza vicina alla Puglia, avendo noi qui anche un bellissimo mare, credevo non avesse molto altro da offrire e invece mi sbagliavo eccome!

Vi racconto in breve il nostro itinerario, e poi sotto vediamo nello specifico ogni giornata! Come di consuetudine nei viaggi che organizzo io, si cammina tanto e con noi anche i bambini che piano piano si stanno abituando a questi ritmi e sono anche contenti di vedere posti nuovi e fare esperienze diverse e divertenti, tutte concentrate in una sola settimana!

Parto col presupposto che abbiamo scelto il paese secondo me più bello di tutta la Calabria per alloggiare, ovvero Tropea! L’ho definita da pugliese doc, la Polignano calabrese! L’ho amata tantissimo e mi è rimasta davvero nel cuore, una piccola bomboniera dove c’è praticamente tutto il necessario…mare meraviglioso, servizi, ristoranti, posti stupendi da vedere, stradine incantevoli…dove nonostante ci sia molto turismo è rimasto tutto il fascino del centro storico! L’unico aspetto che un po’ ci ha rattristato è questo senso di abbandono da parte delle istituzioni nei confronti di una terra con un così grande potenziale e non parlo solo di Tropea, ma di tutta la Calabria, potrebbero renderla turisticamente parlando, una meta eccellente, ma tra strade malridotte, spazzatura un po’ dovunque e tanti altri piccoli problemi, purtroppo non dà il 100% di se’!

Per vedere ogni singolo giorno cliccate sopra e scorrerà direttamente sotto al dettaglio del giorno richiesto

PROGRAMMA IN BREVE

1° Giorno – Tropea

2° Giorno – Tropea mare – Chiesa di Piedigrotta – Pizzo

3° Giorno – Santa Severina – Le Castella

4° Giorno – Grotte di Zungri – Giro in barca costa degli dei partendo da Tropea

5° Giorno – Cosenza – Arco Magno

6° Giorno – Musaba – Reggio Calabria – Scilla

7° Giorno – Gerace – Cascate di San Nicola Arcella

PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

1° Giorno – Tropea

Tropea è una piccola bomboniera sul mare, precisamente sulla Costa degli dei, divisa in due posizioni, in alto su una rupe si trova il centro storico, giù i lidi e i campeggi sul mare e un piccolo porticciolo da dove partono le barche che organizzano escursioni. Per salire e scendere ci sono vari accessi con le scale, in base alla posizione in cui ci si trova, sia sopra che giù, si può scegliere quello più comodo, ci sono anche due strade che però a piedi sono un po’ più pericolose, visto che le curve sono molto strette, per cui è sempre consigliabile utilizzare le scale.

La sua bellezza è data anche da un grande scoglio di arenaria, chiamato Isola Bella, che si trova al centro di due spiagge e sul quale si erge una piccola chicca, ovvero il Santuario di Santa Maria dell’Isola. Per raggiungerlo c’è una bella scalinata in pietra un po’ irregolare da salire e poco dopo troverete sulla destra la biglietteria, il costo del ticket è di 4€, pagano solo gli adulti ed è visitabile sia l’interno del Santuario che i suoi giardini! Per quanto sia sicuramente da vedere, la cosa che più ci ha incantato è stata decisamente il panorama di tutta Tropea vista da qui! Davvero da lasciare a bocca aperta! Poi ci siamo trovati anche nel momento in cui il sole iniziava a tramontare e i colori erano davvero meravigliosi!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Isola Bella
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Salita per il santuario
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Gradini per salire al santuario
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Santuario
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Giardini del santuario
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Veduta su Tropea dai giardini del santuario

Per cui il pomeriggio dopo aver visitato il santuario, siamo riscesi, sulla destra abbiamo trovato anche una grotta che porta al mare e dopo una foto di rito ci siamo diretti nel centro storico, attraversando la strada e camminando circa 5 minuti a piedi, abbiamo trovato una delle scalinate di fronte un camping.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Anche questa salita è abbastanza impegnativa, sono tantissimi gradini pure loro non molto regolari e abbastanza sconnessi, ma la fatica viene ricompensata, perchè man mano che si sale si osserva sempre di più il panorama meraviglioso del Santuario e se siete fortunati anche dello Stromboli! Una cosa è certa ci vogliono scarpe basse e comode!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Foto dello Stromboli scattata salendo a Tropea
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Foto scattata sulla salita per Tropea
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Foto scattata sulla salita per Tropea

 

Dopo un giro nel bellissimo centro storico, ricco di scorci, panorami meravigliosi, negozi di souvenir e ristoranti, ci siamo fermati a cenare presso il ristorante La Dogana! Inizialmente è stata una scelta un po’ costretta, perchè abbiamo deciso di fermarci verrso le 20 ed erano quasi tutti prenotati, infatti vi consiglio di decidere in fretta dove fermarvi e bloccare già il numero dei posti che vi servono! Comunque alla fine il posto era davvero meraviglioso, perchè si trova all’interno di una specie di fossato fatto da mura ricoperte di edera, decorato da tante lucine sospese sopra i tavoli, camerieri gentili e cibo raffinato e buonissimo, oltre ad un’ottima pizza! Insomma siamo stati veramente fortunati! E’ una location molto romantica e anche abbastanza intima rispetto a tutte quelle che si trovano sulla strada di passeggio principale! Prezzi nella norma, per essere un ristorante raffinato in un paese come Tropea, infatti abbiamo pagato 58€ in 4, per due primi di pesce spettacolari sia per il gusto che per l’impiattamento, due pizze, coperto e bevande.

 

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Scorcio di Tropea arricchito dagli addobbi di un locale a tema Alice
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Cattedrale di Tropea

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Ristorante La Dogana

2° GIORNO – TROPEA MARE – CHIESA DI PIEDIGROTTA – PIZZO

Le spiagge a Tropea hanno un nome diverso in base alla loro posizione in cui si trovano, la nostra preferita è stata la baia di spiaggia libera a destra dell’Isola Bella, ovvero la spiaggia Marina dell’Isola. Essendo a ridosso di questo grande scoglio, la spiaggia è fatta in piccolissima parte di scogli, giusto in prossimità di esso e poi diventa tutta completamente di sabbia offrendo dei colori meravigliosi, tipici delle isole caraibiche! E’ stato bellissimo andarci la mattina presto, abbiamo potuto posizionarci in riva al mare, parcheggiando gratuitamente nella zona lì vicino in quanto i posti erano tutti liberi! Abbiamo visto sorgere il sole con la rupe di Tropea alle spalle e il santuario di Santa Maria dell’isola sulla sinistra, credo che sarà un panorama che mi porterò sempre negli occhi e nel cuore, indimenticabile!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Lì vicino c’è un piccolo chiosco-bar che offre il servizio di pedalò, con il quale siamo riusciti a vedere la parte posteriore dell’isola che nasconde una grotta stupenda! Consiglio assolutamente il giro per osservare questa meraviglia godibile solo dal mare, ovviamente abbiamo sostato 5 minuti per farci un bagno in quelle meravigliose acque con lo sfondo della grotta!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Tropea vista dal pedalò
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Grotta sul retro dell’Isola Bella
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Grotta da vicino

Inoltre per i più spericolati è possibile arrampicarsi su questo scoglio qui vicino e fare tuffi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Dopo il pranzo in appartamento e un riposino pomeridiano ci siamo recati a Pizzo, dapprima alla Chiesa di Piedigrotta di cui si narra una legenda, ovvero che dei marinai coinvolti in un nubifragio fecero voto alla Madonna di Piedigrotta che se si fossero salvati avrebbero eretto una cappella in suo onore. Quando accaddè che la nave affondò e i marinai si salvarono, arrivarono a riva a nuoto ed insieme ad essi anche il quadro della Madonna che si trovava sulla nave. Dopo quell’episodio scavarono una grotta in cui venne appeso il quadro e ogni volta che questa veniva inondata dall’acqua il quadro veniva ritrovato sempre nel posto in cui si era schiantato il veliero contro gli scogli. In seguito un artista locale, Angelo Barone lavorò tutti i giorni dal 1880 per ingrandirla e poi successivamente subentrò prima il figlio e poi il nipote. Furono scolpite tantissime statue di tufo, davvero molto particolari e affascinanti, soprattutto in quel contesto!

Per raggiungerla occorre parcheggiare nel parcheggio che si trova sulla strada, in realtà noi abbiamo pagato ben 5 € per una visita che richiede pochissimo tempo, quindi eventualmente se non c’è particolare affluenza, potreste anche parcheggiare gratis nelle vicinanze! Noi purtroppo ce ne siamo accorti soltanto dopo, che intorno i parcheggi su strada gratuiti erano tutti liberi! Comunque abbiamo sceso una scalinata circondata da piante e alberi tropicali e dopo circa 5 minuti siamo arrivati alla bellissima grotta.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Ingresso grotta

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Il quadro della legenda

Successivamente ci siamo recati al centro storico di Pizzo, anche qui abbiamo trovato posto 10 minuti a piedi dal centro, sulla strada lateralmente è possibile parcheggiare e se non si arriva troppo tardi la sera è anche abbastanza semplice. Pizzo è famosissima per il tartufo, ovvero un famoso dessert gelato ed infatti ci siamo subito recati in una delle tante gelateria in piazza, ovvero il Bar Dante! Hanno un menù ricchissimo di tante varietà di tartufi, ne abbiamo presi due diversi, ma il classico al cioccolato è senza dubbio il mio preferito, davvero una goduria!! Dopodichè abbiamo fatto un giro nel centro storico, dapprima soffermandoci sul castello che si trova all’ingresso della piazza, prima di arrivare alle gelaterie, anch’esso molto carino! Non siamo stati al suo interno, ma ho letto che ci sono anche i sotterranei con le prigioni! Diciamo che semmai dovessi ritornare in Calabria, Pizzo rientrerebbe senza dubbio tra le mete che vorrei rivedere sia per visitare il castello, che per mangiare di nuovo quel meraviglioso gelato!

Tartufo bianco alle nocciole
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Tartufo classico
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Piazza della Repubblica
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Castello Murat

Abbiamo proseguito il giro, fino ad arrivare alla chiesa matrice di San Giorgio dove c’è la tomba di Gioacchino Murat e un posto per vedere il panorama. Sulla stradina che porta alla chiesa, ovvero Corso San Francesco, sul lato destro, c’è un vicolo che si chiama Vicolo del Bacio, con una scalinata adornata con foto dei baci più famosi! Noi per stanchezza non l’abbiamo salita!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Al rientro ci siamo fermati sempre nella stessa piazza dove avevamo preso il gelato, questa volta per cenare nella pizzeria S.P.Q.R, che fortunatamente aveva ancora qualche posto libero! Anche questo locale ci è piaciuto molto sia per la gentilezza, che per il rapporto qualità/prezzo ottimi!

3° GIORNO – SANTA SEVERINA – LE CASTELLA

Abbiamo iniziato la giornata con la visita al Castello di Santa Severina. Abbiamo trovato posto proprio all’ingresso del centro storico e poi dopo 5 minuti a piedi eravamo già nella piazza antistante il castello. Il costo del biglietto è di 4€, inoltre c’era la mostra “Il Medioevo si racconta” per cui abbiamo pagato 1,50€ a testa.

Santa Severina
Dove abbiamo parcheggiato
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Piazza
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Castello

Il castello è molto grande, con tanti bei scorci e terrazze dove poter ammirare i vari panorami, esposizioni di abiti e armature dell’epoca, e per finire nella mostra del Medioevo ci sono moltissimi attrezzi di tortura utilizzati in quel periodo.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Uscendo dal castello e riattraversando la piazza, sulla sinistra c’è un battistero e all’esterno un signore che entrando con noi ci ha raccontato un po’ della sua storia e della fonte battesimale contenuta al suo interno.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Battistero
Battistero
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Vicoli di Santa Severina

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Andando via da Santa Severina, siamo passati da Crotone e ci siamo fermati a Capo Colonna per un breve giro, ma onestamente c’è molto poco da vedere soprattutto per noi che non siamo proprio appassionati di scavi! L’unico resto intatto è appunto  una colonna appartente al tempio che si ergeva lì.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Capo Colonna

E così siamo arrivati a Le Castella per l’ora di pranzo, abbiamo parcheggiato in una delle stradine che portano al mare, e ci siamo diretti a pranzare nel ristorante che si trova proprio di fronte la piccola fortezza sul mare.

Dopodichè abbiamo avuto l’amara sorpresa che nel castello causa covid, si entrava soltanto previo appuntamento, ma purtroppo questa cosa non era scritta sul sito, e nonostante io mi sia lamentata della scorrettezza da parte loro, non è stato fatto nulla al riguardo…Ecco la mancanza di organizzazione a cui mi riferivo quando parlavo più sopra, del fatto che la Calabria sia una terra meravigliosa, ma poco ben valorozzita turisticamente.
Per cui ci siamo goduti la spiaggia, con un panorama stupendo e l’acqua limpida e cristallina di quel mare caratterizzato da sabbia scura.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

4° GIORNO – GROTTE DI ZUNGRI – GIRO IN BARCA COSTA DEGLI DEI PARTENDO DA TROPEA

Siamo arrivati alle grotte di Zungri la mattina, circa all’ora di apertura, il paesino era praticamente deserto, piccolo ma carino, abbiamo pagato il biglietto di 4€ a testa, solo adulti e bambini da 9 anni in su, all’ingresso, nelle stanze dove si trova anche un bellissimo museo della civiltà rupeste e contadina.

La durata della visita è di circa un’ora e mezza (museo compreso), occorrono scarpe comode, perchè molti gradini sono completamente dissestati e anche leggermente pericolosi, nonostante comunque sia fattibilissimo anche con i bambini, l’importante è fare attenzione a dove si mettono i piedi! Alcuni percorsi messi davvero male, sono ricoperti da ponteggi o passerelle in ferro e comunque ci sono sempre delle corde per appoggiarsi ai muri.

Sicuramente è uno spettacolo da non perdersi, queste grotte rupestri erano proprio delle autentiche abitazioni e più ci s’incammina, più si va a ritroso nel tempo fino a circa 1000 anni! C’è anche una piccola area relax con panchine e giochini per i bambini con una stupenda vista!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Nel pomeriggio, tornati a Tropea in appartamento per il pranzo e il solito riposino pomeridiano, ci siamo recati all’escursione in barca sulla Costa degli Dei.

Tra le varie opzioni disponibili, quella meno costosa (ovvero 100€ in 4, 30 gli adulti e 20 i bambini), con un’imbarcazione abbastanza valida e molto capiente con fondale trasparante del famosissimo (almeno a Tropea) e simpatico Capitan Paolo, trovate la sua pagina anche su Facebook con i video di tutte le escursioni nel suo profilo Calamita Paolo. Partendo da Tropea si arriva fino a Capo Vaticano con un paio di soste per il bagno in quelle splendide acque limpide! A proposito di ciò a bordo ci sono dei giubbini di salvataggio per i bambini, ma se vi portate voi qualcosa è meglio perchè sono quantità limitate. Capitan Paolo fa anche da cicerone, raccontando tanti aneddoti e curiosità dei posti! Inoltre a Capo Vaticano vi mostra proprio il punto che appare sull’etichetta della bottiglia di Amaro del Capo.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Capitan Paolo

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

La sera abbiamo fatto un altro giro a Tropea per un po’ di shopping di souvenirs e ci siamo fermati a cena al ristorante pizzeria La Pergola, davvero molto bella esteticamente e con dei piatti di mare ottimi, come anche la pizza gustosissima!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Ristorante La Pergola

5° GIORNO – COSENZA – ARCOMAGNO

Arrivati a Cosenza come al solito di prima mattina, abbiamo parcheggiato in centro, vicino ai negozi.

Successivamente ci siamo diretti al centro storico…ebbene, sarà che era un giorno feriale di prima mattina, diciamo verso le 10, sarà che non è una città molto ben organizzata turisticamente, non ci ha fatto un’impressione molto piacevole. Dopo aver percorso a piedi tantissime salite e stradine di ogni genere per vedere il castello, eravamo così stanchi e abbastanza delusi che non ci siamo fatti nemmeno una foto! Sulla strada che porta al centro storico, c’erano molti negozi chiusi e abbandonati, sembrava ci fosse stata una guerra, tantissima sporcizia e anche qualche uccello morto…insomma siamo rimasti pochissimo e andati subito via!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

La seconda meta di questa giornata è stata lo stupendo Arco Magno a San Nicola Arcella.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
I lidi in basso e in fondo l’Isola di Dino

Abbiamo seguito le indicazioni stradali per San Nicola Arcella, per intenderci, direzione mare, non quelle che portano a salire. Alla fine di questo percorso, si arriva ad una strada senza uscita con una serie di lidi e parcheggi, quasi tutti riservati ai lidi, prima di iniziare questa strada, sulla destra c’è un grandissimo parcheggio a pagamento al costo di 7€ tutta la giornata.

Come Lido abbiamo scelto il Marinella Beach che grazie al mare mosso aveva dei posti disponibili in prima fila! Arrivando di pomeriggio abbiamo pagato un prezzo più basso! Ci è piaciuto moltissimo perchè molto ben attrezzato anche per i bambini! Abbiamo pranzato di fronte al ristorante-bar del lido che si raggiunge uscendo da esso e attraversando la strada. Dopo un piccolo riposo in spiaggia, abbiamo lasciato le borse più pesanti sui lettini e abbiamo iniziato il percorso leggermente faticoso alla volta dell’ Arcomagno!Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Un po’ come le altre escursioni, bisogna prestare molta attenzione, conviene andarci quando non fa particolarmete caldo e tener presente che non è sempre fattibile fermarsi, perchè gli spazi sono molto stretti soprattutto in alcuni punti. Ci si trova davanti dapprima una salita con molti gradini, poi un percorso dissestato e abbastanza tortuoso e infine un’altra discesa di gradini.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Una volta arrivati tutta la fatica viene ripagata da questo spettacolo meraviglioso! Avevamo dimenticato gli asciugamani ed essendo un punto ombrato dopo il bagno faceva particolarmente freddino!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbiDiario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

 

6° GIORNO – MUSABA – REGGIO CALABRIA – SCILLA

Prima di arrivare a Reggio Calabria, ci siamo soffermati in questo particolarissimo museo chiamato MUSABA che sorge nell’antico complesso monastico di Santa Barbara a Mammola. Dopo aver parcheggiato inizia da subito la particolarità del museo ancor prima di entrare: pareti dipinte allegramente di tanti colori, un grande lucertolone e mille altre tipologie di sculture di ogni materiale e genere! Dopo una salita si arriva all’ingresso per pagare il ticket, il costo a testa è di 10€ e poi da lì c’è tutto il percorso da seguire, alcuni punti interni, ma per la stragrande maggioranza sono all’aperto.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Successivamente ci siamo recati a Reggio Calabria, parcheggiato vicino la stazione e fermati a pranzare al Mc.Donald per la gioia dei bambini! Questa città ci è piaciuta tantissimo, nonostante fosse primo pomeriggio, abbiamo potuto ammirare tantissime bellezze, sia nel corso principale che sul meraviglioso lungomare Falcomatà, chiamato il Chilometro più bello d’Italia! Ricco di alberi e piante tropicali, un trionfo di giardini curati, locali, gelaterie, e anche palazzi stupendi come la villa Genoese Zerbi. Ad arricchirlo ci sono anche delle sculture carinissime di Rabarama, impossibile non fare una foto ricordo vicino ad esse! E poi la cosa che secondo me è tra la più bella di tutte è la vista della meravigliosa Sicilia di cui sono follemente innamorata! Inoltre doverosa era la sosta al Musero Archeologico Nazionale, per ammirare oltre ai tanti reperti storici, i famosissimi Bronzi di Riace.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Prima di tornare a casa abbiamo fatto tappa nel famosissimo villaggio di peschatori a Chianalea di Scilla, un’altra stupenda bomboniera calabrese con la peculiarità di avere le case praticamente sul mare e sotto di esse le barche “parcheggiate” .

Abbiamo lasciato l’auto sul mare, pieno di lidi e infinite spiagge, passato una galleria con delle finestre di colonne in pietra, che danno sul mare, e superato il piccolo porticciolo, si arriva alle tante stupende casette colorate costruite sugli scogli, accanto alle quali c’è una stradina in discesa che porta direttamente al mare e la barca ferma lì ad attendere i loro proprietari per prendere il largo! C’è anche un ristorante tipico praticamente sull’acqua! In queste stradine ci sono anche molti negozietti di souvenirs e parecchi posti per mangiare un po’ di tutto, come ad esempio il panino al pesce spada, che però non siamo riusciti ad assaggiare!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

 

7° GIORNO – GERACE – CASCATE DI SAN NICOLA

Molto carina anche Gerace, nella quale come al solito siamo arrivati di prima mattina e come tappa iniziale, ci siamo recati a far colazione nella pasticceria-bar Del Tocco che ci era stata straconsigliata ed in effetti oltre alla varietà di cose da mangiare, tra cui  la famosa granita al bergamotto tipica di questo paese, era tutto ottimo!

Granita al bergamotto

Girovagando per le varie stradine, siamo giunti alla bellissima cattedrale normanna di Santa Maria Assunta, all’interno della quale c’è un museo Diocesano e del Tesoro della cattedrale e per quest’ultimo abbiamo pagato il biglietto d’ingresso di 6€

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Esterno cattedrale
Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi
Interno cattedrale

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Infine salendo ancora, siamo arrivati alle rovine del castello, dove non si può accedere, ma ci siamo fermati sul piazzale antistante da dove osservare il rudere e il fossato. In questo piazzale ci sono dei giochi per bambini dove i miei figli si sono un po’ divertiti e rilassati!

 

La seconda tappa di questa giornata sono state le cascate di San Nicola a Caulonia, un paesaggio con spettacolo meraviglioso di una piccola ma bellissima cascata dov’è possibile anche fare il bagno!

Si parcheggia praticamente di fronte all’ingresso, ci si può portare tranquillamente il pranzo a sacco, borse frigo, nulla è vietato! C’è una vasta area pic-nic, e prima di sedersi ad un tavolo bisogna andare a pagare il suo noleggio al costo di soli 2€, dopo averlo fatto viene una ragazza che porta tovaglia di carta e posate sigillate, inoltre è incluso anche l’utilizzo delle moltissime griglie per arrostire eventuale carne portata da fuori. Oppure ancora è possibile acquistarla già pronta da lì, ci sono panini o il piatto della grigliata mista a prezzi normalissimi, nessuna esagerazione di prezzi. I tavoli si trovano sia a livello della cascata e anche al di sopra, da dove parte essa.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Inoltre dalla cascata si origina un ruscello dov’è possibile fare il bagno e al di sopra del quale si trova un ponticello per passare dalla parte esterna alla parte interna. A sinistra del ponticello c’è una specie di lido con ombrelloni e lettini in riva al ruscello, anche questi pagabili al bar dove si paga il tavolo.

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Per fare il bagno nelle acque freddine del ruscello è importante indossare le scarpe per gli scogli perchè all’interno ci sono sassi di ogni tipo, piccolini e grandi. Il luogo è anche molto fresco e piuttosto ombreggiato non in tutti i punti batte il sole e dopo aver passato un paio d’ore,  è arrivato un brutto temporale e siamo dovuti scappare via!

Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi Diario di viaggio di una settimana in Calabria coi bimbi

Il giorno della partenza abbiamo fatto rifornimento di cipolla rossa di Tropea da un venditore sulla strada, subito dopo l’uscita del paese, e posso dire assolutamente che questa vacanza è stata piacevolmente sorprendente, certo sarebbe bellissimo se la Calabria venisse valorizzata molto di più, perchè già così è una terra meravigliosa che ha davvero molto da offrire, se solo qualcuno se ne prendesse cura, potrebbe superare di gran lunga molte altre regioni, forse turisticamente più avanti ma con meno bellezze di essa!

Se avete domande da farmi potete farle qui sotto o in privato contattandomi attraverso i canali social che vi riporto qui sotto.

Intanto, mettete mi piace alla mia paginetta Facebook, Piccole creazioni…grandi soddisfazioni, per non perdervi i prossimi post e soprattutto CONDIVIDETE cliccando sui pulsanti social qui sotto!! Grazie!

Inoltre mi trovate anche su Pinterest e Instagram!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.