Un mare di parole: la libreria “Acqua alta” di Venezia

Se siete lettori incalliti, di quelli che si fanno scorpacciate di libri, che hanno i comodini pieni di pagine da divorare, di quelli che hanno un libro sempre nella borsa, nella valigia, sotto braccio… insomma, se siete di questi lettori qui e vi trovate a passare un paio di giorni tra i canali di Venezia, è imperativo per voi fare una capatina in una delle dieci librerie più belle del Mondo. Sì, esattamente: avete capito bene. A Venezia, tra gondole, ponti e canali, vi aspetta la libreria Acqua Alta, un piccolo paradiso di parole, in cui voi perderete le vostre, da quanto è bella.

Io che sono appena tornata da un fine settimana in laguna la annovererei volentieri tra i monumenti imperdibili della città. La libreria “Acqua alta” è un luogo davvero fuori dal comune: l’ingresso è gratuito, i prezzi dei libri sono quelli di una semplicissima libreria di città, l’assortimento è davvero ricchissimo ma ha qualcosa di magico che a persone come me, che vivono con, a causa e grazie alle parole, rimane veramente addosso, come un bellissimo tatuaggio.

Gatti paffuti passeggiano tra i libri, quelli più pigri dormono raggomitolati tra le riviste e i fumetti. Alcuni più vip si fanno addirittura fotografare dai turisti, altri più affettuosi si lanciano persino in qualche coccola (gratuita anch’essa!); i gatti insomma sono veri padroni del posto, anche se i veri signori sono i libri. Cataste di volumi riempiono ogni angolo della libreria e sembra ci sia un disordine pazzesco. Ma uno di quei disordini ordinati, non so come dire, uno di quei classici disordini nei quali l’anima sensibile di ogni lettore trova il proprio posto. Gondole, recipienti, barchette e vasche da bagno fanno da scaffali per i libri, le riviste, i dischi in vinile, i dizionari, le cartoline, i poster.

A completare il quadro romantico di quest’ambiente, una poltroncina verde stile retrò direttamente affacciata sul canale e qualche gondoliere che passa per caso di là, talmente vicino a te da poter anche leggere remando le pagine del tuo libro.

Qualcosa di meraviglioso, di tremendamente veneziano, di estremamente mio. Tuo. Suo. Di tutti, la libreria “Acqua alta” è quel posto che è così speciale da essere semplicemente di tutti. E a tratti sembra un labirinto fatto di cunicoli, di cui i libri ne formano pareti. Pareti di parole, muri di lettere, la mia casa perfetta insomma. Una casa che sembra non stare al passo con il tempo, una casa che è rifugio dalla realtà, una casa dei sogni. Una casa che respira lenta, come avesse vita propria. Di ossigeno ne da tanto, a visitarla. Il suo nome ovviamente richiama il fatto che è anche lei, come ogni cosa a Venezia, abbracciata dall’acqua alta in alcuni periodi dell’anno. Questa libreria è costruita in modo però che ogni cosa fatta di carta rimanga asciutta, anche nell’emergenza: le gondole, le vasche, i ripiani sono riparo per le pagine, oltre che scaffali originali su cui posizionarli disordinati e scomposti. Ditemi voi se non è fascino questo.

Il consiglio è quindi quello di andarci, anche solo per pochi minuti, perché è qualcosa di imperdibile sia per le anime lettrici come la mia, sia per chi non ama affatto leggere. Secondo me, a vederla, un po’ di voglia verrebbe a tutti… prima di uscire, ricordatevi di fare un salto sul retro.

Qui un’altra meraviglia: una scala fatta interamente con i libri destinati al macero, gradini tutti da salire. Perché con la lettura si arriva in cima a tutto, mi piace pensare sia così.

Si vivono molte vite, per arrivare a  sentire meglio l’odore della propria.

Il mio consiglio è quindi di entrare e di guardarvi intorno. Curiosate, toccate, annusate e vedrete che alla fine troverete un libro, un segnalibro, una cartolina, un disco, un fumetto, un qualcosa che tra le tante attirerà la vostra attenzione. È proprio lì per voi, v’aspetta da anni. Lasciatevi trovare.

Dove si trova la libreria?

La libreria “Acqua alta” si trova in Calle Lunga Santa Maria Formosa, nel sestiere di Castello, non lontana dalla Chiesa di Santa Maria Formosa. È facilmente raggiungibile a piedi ed è aperta dalle 09.00 alle 20.00 tutti i giorni.

 

 

Precedente Crostata integrale della fortuna Successivo Bologna: cosa non perdere se si è turisti per due giorni nel capoluogo emiliano