Trapani: prende a bastonate un gatto, condannato

Far del male a un animale può costare molto caro.

Lo sa bene un operatore marittimo di Trapani, condannato a quattro mesi di carcere, per aver preso a bastonate un gatto.

Un gesto crudele punito con una condanna a quattro mesi di reclusione: è accaduto a Trapani e a subirla è stato un operatore marittimo di 62 anni. A denunciarlo i vicini di casa, a nulla sono servite le sue difese: diceva di aver solo sbattuto a bastonata la scopa a terra per fare fuggire l’animale, ma il giudice monocratico di trapani Rossana Cicorella non gli ha creduto. Non solo. Gli ha anche inflitto una condanna più alta di quanto aveva chiesto l’accusa, che si era limitata a proporre due mesi di reclusione.

Stando alle testimonianze dei vicini l’uomo ha colpito il micio, che si era accovacciato in una cesta con il bucato appena lavato e aveva lasciato anche degli escrementi per lo spavento. L’operatore marittimo, invece, sosteneva di essersi limitato a dare un colpo a terra per scacciarlo. “Giustificazione” inutile: condanna senza attenuanti, con la sola sospensione condizionale.

Precedente San Valentino colpo di fulmine a quattro zampe Successivo Un gatto ti amerà per sempre, anche oltre la vita...