Kattarshians, il reality show sui gatti per favorirne l’adozione

Si sa che gatti, gattini (o gattyni) su internet vincono tutto, quindi perché non dedicar loro un ipnotico show a metà tra il Grande Fratello e il canale Buzzfeed dedicato agli animali?

Micetti che fanno cose – dormono, si azzuffano, danno di matto giocando qua e là, si arrampicano ovunque – che sembrano creati ad uso e consumo del “Lol”, della tenerezza e, va detto, della produttività che cola a picco.

Kattarshians è il progetto islandese dedicato ad alcuni gatti rimasti orfani: vivono in una grande casa giocattolo (come quella delle bambole, in tutto e per tutto) per 3-4 settimane, il tempo di trovar loro una casa. Trascorso quel periodo e raggiunto l’obiettivo, saranno “sostituiti” con altri. Proprio come nel Grande Fratello, ci sono diverse telecamere nei diversi ambienti, a seconda dei casi troverete i gatti sparsi nelle varie zone oppure a zonzo

 

Una pagina dedicata presenta i fratelli: si tratta infatti di un’iniziativa della Società Islanda per la protezione dei gatti, e con piena conoscenza e approvazione di tutte le Autorità dedicate al benessere e tutela degli animali.

I dipendenti e volontari della Società si assicurano di trascorrere con i gattini tempo sufficiente nell’arco della giornata, ripulendo l’ambiente e dando loro cibo almeno 2-3 volte al giorno.

Nelle prime 24 ore ha generato circa 3000 condivisioni (la popolazione islandese è di 300 mila). Realizzato da SKOT Productions, Sagafilm e dal sito nutiminn.is, sfrutta tre telecamere GoPro per riprendere i gatti tutto il giorno, notte compresa (con apposite camere per la visione notturna).

Precedente C’è un cimitero egiziano dei gatti unico al mondo, a Berenice Successivo Gatto entra in una stazione di polizia e si mette in posa per fare un selfie