Destro o mancino, secondo alcuni studi l’aggressività del gatto può essere influenzata da questo aspetto

L’autrice principale, Deborah Well della Queen’s University di Belfast (Irlanda), afferma che la maggior parte dei gatti ha una “zampa preferita” e conoscere questa caratteristica potrebbe darci indicazioni  importanti su di loro, come ad esempio se tendono a sopportare o meno lo stress.

LA ZAMPA PREFERITA
Questo nuovo studio è il frutto di un’osservazione per la durata tre mesi che ha coinvolto 40 gatti, di cui 22 femmine per capire con quale zampa utilizzavano per esempio quando dovevano scendere le scale o scavalcare un oggetto o mentre cercavano di afferrare del cibo posto in alto.

DIFFERENZA TRA MASCHI E FEMMINE
Da questo studio è risultato che i maschi tendono in maggioranza ad essere mancini, mentre le femmine utilizzano più la zampa destra. Secondo la ricercatrice il tutto dipende dagli ormoni sessuali”. Su questo aspetto la ricercatrice sta ancora indagando e per questo lo studio è stato focalizzato sui gatti sterilizzati.

COME i GATTI AFFRONTANO LO STRESS
I risultati dell’esperimento sui gatti, secondo i ricercatori, potrebbero fornire indizi su come affrontano lo stress: “Gli animali mancini, che dipendono di più dall’emisfero destro per elaborare le informazioni, hanno un diverso rapporto con la paura, mostrano esplosioni di aggressività e fanno fronte alle situazioni di stress in maniera peggiore rispetto a quelli che si affidano di più all’emisfero sinistro per l’elaborazione” specifica la ricercatrice, ricordando che l’emisfero destro è più responsabile dell’elaborazione di emozioni negative. Dall’osservazione risulta inoltre che i gatti tendono ad avere “una zampa dominante”. Il 73% del campione ha mostrato di avere una preferenza per l’uso di una zampa, ad esempio mentre cercava di raggiungere il cibo, il 70% partiva sempre con la sua “preferita” mentre scendeva le scale e il 66% faceva la stessa cosa quando doveva entrare nella lettiera.

Adesso, spiegano gli scienziati, una possibile applicazione dei risultati della ricerca potrebbero aiutare i singoli proprietari, gattili e rifugi per animali a “capire meglio come prendersi cura dei gatti” e, nel caso di amici a quattro zampe mancini, porre una particolare attenzione “ad evitare situazioni che possano renderli ancor più stressati”.

Precedente Dopo i botti di fine anno alcuni gatti sono ancora impauriti, come fare per capirlo e cosa fare Successivo Quando rientri a casa cosa vorresti ? Che qualcuno mi abbracciasse