Chico è un gatto sordo. Lui e il suo papà umano conversano attraverso il linguaggio dei segni.

James Casson il papà del gatto ha detto: “Vi presento il mio gatto Deaf” Chico . . . E ‘un bel ragazzo!”

Linguaggio dei segni

I gatti e i cani solitamente reagiscono al movimento della mano che li chiama, così come fanno le persone. Però, affinché imparino questo tipo di comunicazione, dovrete premiarli tutte le volte che rispondono avvicinandosi. Se vi sembra difficile imparare questo tipo di linguaggio, sappiate che esistono corsi e libri che insegnano a comunicare più efficacemente con i nostri amici a quattro zampe.

Vibrazione
Gli animali riconoscono le vibrazioni prodotte con le mani dagli esseri umani, così come i colpi forti dati al suolo con i piedi. Inoltre nei negozi per animali si trovano in vendita dei collari vibranti per comunicare con l’animale senza procurargli alcun fastidio.

Amico e guida
Un animale domestico sordo può stare vicino ad un altro che gli faccia da guida, vale a dire che se, ad esempio suona il campanello, l’animale che sente corre verso la porta e l’altro lo segue.

Prevenire è meglio che curare
Ci sono gesti che aiutano a prevenire le infezioni e le malattie che se non curate con attenzione potrebbero sfociare nella sordità. Una cura essenziale è la pulizia delle orecchie, che andrebbe fatta preferibilmente una volta ogni due mesi. Se nonostante la pulizia, notate che il vostro animale ha prurito alle orecchie, sarà meglio consultare subito il veterinario.

Non fa mai male chiedere informazioni sui prodotti per la pulizia delle orecchie del cane o del gatto e su come usarli correttamente. Un impiego non adeguato potrebbe, al contrario, causare un’infezione.

Prova per i gatti
Volete capire se il gatto vi ignora perché è fatto così di carattere oppure perché è sordo? Basta una semplice prova: avvicinategli un’aspirapolvere e osservate se scappa spaventato o continua a giocare. Un altro segno è il suo miagolio, se negli ultimi tempi è diventato più forte, potrebbe avere qualche problema all’udito, visto che un gatto sordo non riesce più a regolarne il volume.

Che ne pensate di questo argomento?

Una risposta a “Chico è un gatto sordo. Lui e il suo papà umano conversano attraverso il linguaggio dei segni.”

  1. La verdad es que auqune todos crean sensacional a Pilar Sordo (y con todo el respeto que merece su trabajo), me parecif3 un bodrio e insufrible!Eso de etiquetar me parece ridedculo.Cuando uno ve en el ge9nero del otro un opuesto, entonces este1 en el camino de querer arreglarlo para que no sea un otro. ridedculo.Reflexiones dignas de autoayuda al mejor estilo Paulo Coelho. Mediocre. Simone de Beauvoir escribif3 el libro el segundo sexo en el af1o 1940.Una investigacif3n sin precedentes que marcf3 la vida de la mujer, una revolucif3n. Calculo que la sra Sordo lo ha leeddo y si no, se lo recomiendo!un Abrazo!Vale

I commenti sono chiusi.