Bimba di 8 anni disegna la sua vita con un gatto cieco convincendo la famiglia ad adottarlo

Come è vivere con un gatto cieco? Per molti la risposta sarebbe “difficile”. Ma c’è chi invece è capace di andare oltre la disabilità e immaginarsi un mondo di emozioni. È la storia di Britta Bergeson, una bambina di 8 anni, a cui è bastato vedere un micia in una foto per innamorarsene. Lei, la gatta, si chiama Justice ed è stata recuperata dalla strada dal rifugio Arizona Humane Society (AHS). La piccola pelosa aveva subito un trauma a entrambi gli occhi e per salvarle la vita è stato necessario rimuoverli chirurgicamente.

gatto_cieco01-11010-kzKI-U11002239895221m6D-680x510@LaStampa.it

Dopo averla vista in una foto online, la bambina non ha mai più smesso di parlare di lei coinvolgendo tutta la sua famiglia e ripetendo che Justice sarebbe stata la gattina adatta a lei. Ma i suoi genitori erano un po’ titubanti e preoccupati. Ma la loro bimba era davvero determinata e ha iniziato a disegnare il suo sogno rappresentando se stessa con quella gattina sperando di poterlo trasformare in realtà. Nei suoi schizzi Justice è raffigurata mentre fa le fusa tra le sue braccia e lei le sussurra di amarla.

gatto_cieco02-11011-kzKI-U11002239895221WKG-680x946

Vista la sua determinazione, due settimane più tardi, la famiglia ha deciso di portare Britta al rifugio in moda da farle incontrare la gattina. Un’emozione così fronte che la piccola non è riuscita a trattenere le lacrime. E la gatta, che si chiama Lucky, proprio come nel sogno, ha contraccambiato con tante fusa. «Quando è venuta al rifugio per incontrare Justice è stato amore a prima vista. Le sue imperfezioni hanno attirato la bambina e noi crediamo che sia la famiglia perfetta per Justice» raccontano i responsabili della Arizona Humane Society. Non c’era più nulla da aggiungere, se non caricare in auto la gatta e portarla nella sua nuova casa.

gatto_cieco03-11013-kzKI-U11002239895221PBB-680x906@LaStampa.it

«Per i primi due giorni Lucky è stata in camera con Britta nel suo letto. Il terzo giorno ha iniziato ad uscire con mia figlia. È diventata la migliore amica di Britta, è la gattina più dolce mai vista prima». Un sogno che si è realizzato.

Fonte: La Stampa

Precedente Il cioccolato: il peggior nemico per cane e gatto Successivo L'amore del gatto è la forma d'amore più bella, vivere insieme ma ognuno nel proprio spazio vitale