Scarola olive e capperi

Ecco un nuovo contorno per voi e per il mio blog. Non poteva mancare la scarola preparata con olive e capperi e non solo perchè è un contorno leggero ma anche perchè ho in previsione qualche ricettina ad hoc per Natale, piatti tipici della tradizione napoletana, in versione light. Inoltre, per chi di voi ha già letto la mia ricetta dell’Insalata di scarola con frutta e noci, ho ricevuto tanta scarola per una collaborazione con Love my Salad e dovevo consumarla, infatti invece di usare la scarola liscia vedrete che ho usato una varietà speciale di riccia che si chiama Avral: buonissima!

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

In ogni caso resta che questo è un contorno delizioso e molto semplice da preparare. Si può gustare appena pronto, caldo, o anche quando si è intiepidito. Ed è un altro esempio di com’è facile portare le verdure a tavola preparate in modo sfizioso!


Scarola olive e capperi – la ricetta


Informazioni

Tipo: Contorno
Porzioni: 2
Preparazione: 10 min
Cottura: 25-30 min
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers Propoints totali = 8
Punti Weight Watchers Propoints per porzione = 4


Ingredienti

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

500-600 g scarola liscia o riccia
2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva 
2 spicchi di aglio
12-14 olive nere (quelle di Gaeta sono ideali)
una manciata di capperi sotto sale
1-2 cucchiaini (10-20 g) di pinoli
sale q.b.


Procedimento

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

Innanzitutto eliminare la parte dura della scarola, separare le foglie e lavarle benissimo immergendole in acqua fredda 3-4 volte cambiando ogni volta l’acqua. Lessare la scarola in una pentola grande senza aggiungere ulteriore acqua ma solo un pochino di sale: la scarola deve solo appassirsi e non cuocere del tutto. Al termine scolare bene la scarola e lasciar raffreddare. Conservare un po’ dell’acqua di cottura.

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

Preparare gli altri ingredienti: tagliare l’aglio a fettine, le olive a metà, strizzare i capperi e, volendo, tostare i pinoli per un minuto in padella. Le foglie della scarola possono essere lasciate intere oppure, una volta raffreddate a sufficienza, si possono tagliare a pezzetti. Questo è utile specialmente quando la scarola va poi usata per torte salate o altre farciture.

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

In una padella antiaderente far rosolare l’aglio in un cucchiaino di olio e, senza farlo imbiondire troppo, aggiungere la scarola un po’ alla volta. Far insaporire per qualche minuto aggiungendo un po’ di acqua di cottura qualora dovesse risultare troppo secco.

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

Quando la scarola è diventata tenera, aggiungere le olive, i capperi e il secondo cucchiaino di olio. Salare poco (i capperi sono già abbastanza salati) e lasciar insaporire per circa altri 5 minuti. Al termine della  cottura la scarola deve risultare morbida ma non molle: deve rimanere un po’ croccante.

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

A questo punto non resta altro che aggiungere i pinoli e servire a tavola. E’ anche possibile tostare i pinoli, come nella foto qui sotto che mostra anche la scarola liscia al posto della riccia. Spesso viene aggiunta anche dell’uvetta ma in tal caso bisogna contare i punti Weight Watchers extra. 

Scarola olive e capperi, Mangia senza Pancia

A noi è piaciuto molto e con questo contorno di base ho poi preparato un’altra ricettina molto gustosa, adatta alla tavola di Natale, che troverete presto qui, su Mangia senza Pancia!

Buon appetito!

by Giovanna Buono 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.