Il riso scarola e tonno è una ricetta che io considero un po’ multiuso. Vi spiego: spesso mi avanza del riso basmati dal giorno prima e come ormai avrete capito io non butto niente. E allora mi diverto a pasticciarlo per preparare un piatto leggero e gustoso. Ma ovviamente d’inverno ci vuole un piatto caldo e d’estate invece qualcosa di fresco…

Riso scarola e tonno, Mangia senza Pancia

…e dunque come fare? Per questo piatto è semplice: gli ingredienti vanno mescolati, caldi o freddi a seconda della temperatura desiderata. D’inverno, se stiamo riciclando sia il riso che la scarola, basterà riscaldarli al microonde per qualche minuto, altrimenti si potranno servire a temperatura ambiente.

Riso scarola e tonno, Mangia senza Pancia

In ogni caso, a qualsiasi temperatura si gusti, riso scarola e tonno resta un ottimo piatto unico veloce da realizzare, tanto gustoso e saziante. Riguardo la stagionalità, d’estate al posto della scarola si può utilizzare un’altra verdura: io vi suggerisco i fagiolini ma c’è l’imbarazzo della scelta! Andiamo a cucinare

Riso scarola e tonno – la ricetta

* Punti Weight Watchers ProPoints a porzione = 8 *

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 10-15 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 280 g riso cotto (o circa 100 g di riso crudo, basmati o altra varietà)
  • 1 cespo scarola (cruda o già cotta, o altra verdura)
  • 160 g tonno al naturale (pesato sgocciolato)
  • 2 cucchiaini olio extravergine di oliva
  • q.b. prezzemolo fresco (opzionale)
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

  1. Il procedimento è molto semplice. Se non avete già riso e scarola avanzati procedete così: pulire bene la scarola sciacquando le foglie più volte per eliminare l’eventuale terriccio. Tagliare le foglie a pezzetti e scaldarle in un po’ di acqua leggermente salata per una decina di minuti, dopodiché scolarle bene. Allo stesso tempo far cuocere il riso in acqua salata seguendo le istruzioni sul pacchetto. Se desiderate un piatto caldo unire subito assieme riso e scarola altrimenti lasciate raffreddare entrambi.

    Se invece riso e scarola erano già pronti e desiderate un piatto caldo, basterà riscaldare entrambi nel microonde a temperatura media per un paio di minuti.

  2. Riso scarola e tonno, Mangia senza Pancia

    In ogni caso, che riso e scarola siano caldi o freddi, mescolarli assieme e aggiungere il tonno ben sgocciolato. Condire con l’olio e il prezzemolo tritato. Non ci dovrebbe essere bisogno di aggiungere ulteriore sale: meno ne aggiungiamo e meglio è per la nostra salute. Volendo si può aggiungere anche del pepe macinato fresco.

  3. Riso scarola e tonno, Mangia senza Pancia

    Ed ecco che riso scarola e tonno è pronto per essere gustato o da essere messo in un contenitore da portare al lavoro. Un piatto gustoso e molto semplice. Ideale per smaltire quel po’ di riso avanzato o anche di verdura rimasta in frigo. Infatti è ottimo anche con i fagiolini, broccoliasparagi e tante altre verdure. Spero che questo semplice piatto leggero sarà di vostro gradimento!

    Buon appetito!

    by Giovanna Buono

Note

Vi piace la combinazione di riso e tonno? Provate questa ricetta: Peperoni ripieni di riso e tonno. Sono buonissimi!

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

10 Commenti su Riso scarola e tonno

  1. Cara Giovanna, arrivo alla fine delle mie prime due settimane (domenica) e ho già perso 1kg… Domenica sono a pranzo dai miei vicini, vedo di comportarmi bene, sono già in pensiero!
    Vorrei chiedere : io non amo il tonno al naturale, se utilizzo quello sott’olio e che lo strizzo bene e non aggiungo olio per condire può andare bene?… magari aggiungo un paio di punti?
    Sono molto motivata, ho foglio di controllo sul tavolo e PC impostato sul calcolo punti e il bilancino nuovo nuovo sempre a portata di mano. Tu mi stai aiutando molto, grazie!
    PS ci sono ricette per persone sole o devo ridurre gli ingredienti io? non è un problema, ho tutto il tempo di questo mondo.

    • Ma benissimo brava!!!!!!!! Beh per un pranzo non sarà una tragedia, mangia di tutto un po’ e non ti preoccupare, poi recuperi 😀 Per il tonno si, devi aggiungere un paio di punti circa ogni 80 grammi e metti comunque il cucchiaino di olio altrimenti aggiungi solo 1 PP. Le colazioni sono praticamente tutte per una persona per il resto purtroppo no… devi calcolare tu, mi spiace! Mi raccomando continua così e buona Pasqua! 🙂

  2. cara Giovanna,
    il tuo sito è fantastico sto tentando di perdere peso e mi stai aiutando tanto….la strada però è molto lunga!!!
    Le tue ricette sono sfiziose e gustose.
    Ho preparato pure io, che adoro cucinare, una composta di mirtilli surgelati + 1 mela renetta e c. di zucchero, scopiazzando dalle tue ed è venuta molto molto buona.
    Grazie di cuore!
    Caterina

    • Ciao Caterina 🙂 Mi fa piacere di esserti di aiuto, lo so che la strada è lunga ma non si ingrassa nemmeno in un giorno no? 😉 Bisogna avere pazienza e certamente anche le tappe intermedie ci rendono molto felici: godiamocele appieno! Interessante il discorso mirtilli, grazie per avermelo scritto! Invece io ho preso i lamponi surgelati ma ancora devo provare a farne composta… magari domani ci provo 😀 Un abbraccio e tienimi aggiornata sui tuoi progressi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.