E con questa pizza prosciutto cotto e carciofini siamo al mio terzo esperimento di farcitura per fare una pizza leggera e mangiabile durante la dieta. Infatti ripeto per ben la terza volta che quando si è a dieta la pizza si può mangiare ma con degli accorgimenti riguardo gli ingredienti, onde evitare di ingurgitare una quantità esagerata di calorie in pochi bocconi!

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

Data la bontà della pizza, che la porta ad essere un cibo desiderato da tante persone e sul quale è difficile contenersi… il mio consiglio è di evitarla nel periodo iniziale della dieta ed attendere un paio di mesi, il tempo che lo stomaco si sia un po’ “ristretto” e che quindi il terzo di teglia suggerito da me possa veramente essere soddisfacente!

Pizza prosciutto cotto e carciofini, diario di una dieta, Mangia senza Pancia

Nelle mie foto noterete sempre anche altri ingredienti come topping della teglia di pizza. In effetti io ne preparo un terzo per me e il resto per la famiglia: ognuno ha i suoi gusti riguardo cosa mettere sulla pizza, e non tutti sono a dieta, quindi nelle foto ci sono anche altre farciture per accontentare i miei boys. Chi è a dieta è meglio che si attenga solo ai miei ingredienti per tutta la teglia!

Impasto per pizza a mani pulite, ricetta facile, Mangia senza Pancia

Per la base bisogna preparare l’ Impasto per pizza a mani pulite, , per fare un impasto veramente facile e con poca farina.

Il risultato sarà una pizza leggera e sottile ma morbida dentro e croccante fuori. Certo non è come mangiare la pizza a Napoli ma anche questa versione light è deliziosa e molto riempitiva!


Pizza prosciutto cotto e carciofini light – la ricetta


Informazioni

Tipo: Pizze
Porzioni: 3 (se a dieta ovviamente). 1/9 della teglia come pasto leggero
Preparazione: 10 min
Cottura: 5 per la pre-cottura e 15 per la cottura oltre ai tempi per l’impasto.
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione = 14 (10 per l’impasto e 4 per la farcitura)


Ingredienti

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

 

Per la pasta della pizza
Impasto per pizza a mani pulite preparato con 300 g di farina

Per la Salsa per pizza light
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
300 g pomodoro a pezzettoni (freschi o lattina)
sale, basilico e origano q.b.

Per la farcitura
120 g mozzarella light oppure 60 g formaggio tipo Gouda
200 g prosciutto cotto magro
300 g cuori di carciofi surgelati e decongelati
1 cucchiaio parmigiano grattugiato
basilico e origano q.b.
sale e pepe q.b.


Procedimento

Innanzitutto preparare l’impasto seguendo la ricetta dell’ Impasto per pizza a mani pulite con 300 g di farina, lasciarlo lievitare ed effettuare la precottura suggerita nella ricetta.

Salsa per pizza light, ricetta base, Mangia senza Pancia

Preparare poi la Salsa per pizza light seguendo le istruzioni: deve risultare ben asciutta e ristretta! Se non si vuol preparare la salsa, scolare bene la lattina dei pomodori a pezzettoni per eliminare la parte acquosa e condire con il cucchiaino di olio, il sale e l’origano a crudo.

Pizza peperoni e olive, ricetta facile, Mangia senza Pancia

Una volta che la precottura dell’impasto è terminata, sfornare e staccare bene l’impasto dalla teglia con una spatola: questo renderà più semplice sformare la pizza su di un tagliere a cottura ultimata. A questo punto distribuire per bene la salsa di pomodoro sulla base della pizza.

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

Aggiungere la mozzarella o il formaggio grattugiato e poi il prosciutto tagliato grossolanamente e leggermente arrotolato. Aggiungere i cuori di carciofo precedentemente decongelati e tagliati a fettine, il basilico a pezzi, sale e pepe a piacere. Terminare con il parmigiano (che io ho dimenticato di riprendere nella foto).

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

Ecco la teglia completa farcita per un terzo (a destra) con gli ingredienti light e il resto con ingredienti meno light (a sinistra margherita e in mezzo formaggio,acciughe,olive e capperi). Consiglio: per essere precisi usare degli stecchini da spiedino come divisorio durante la farcitura, come da foto!

Re-infornare la teglia a 225° per circa altri 10 minuti (forno ventilato), poi girare la teglia per favorire una cottura uniforme e rimettere in forno a 250° per gli ultimi 5 minuti o finché si arrivi al punto di cottura desiderato. Attenzione perchè il prosciutto si bruciacchia molto rapidamente!

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

Ed ecco la pizza prosciutto cotto e carciofini appena sfornata!

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

Ecco una foto più ravvicinata per mostrare come si presenta la farcitura dopo la cottura.

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

Ecco ancora un’altra inquadratura sempre più “zoomata”.

Pizza prosciutto cotto e carciofini, ricetta light, Mangia senza Pancia

Tagliare il proprio trancio di pizza in più parti, così da potersi servire più volte! Un’insalata aggiunta alla pizza ed ecco un pasto completo, riempitivo e gustosissimo…

Buon appetito!

by Giovanna Buono 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

13 Commenti su Pizza prosciutto cotto e carciofini light

  1. Io uso il lievito di birra secco, granulare e mi trovo benissimo, l’ultima volta cioè ieri sera ho fatto come dicevi te, prima cuocere la pasta e poi coprire con il ripieno è venuta alta e morbida, ma qiale pizzeria, io ho scelto la farina, l’olio buono e tutti ingedienti sani insomma mi sa che non usciamo più per mangiarla fuori, siamo in tre e ci basta a tutti senza appesantirci e gonfiarci come spesso succede con una pizza intera in pizzeria!!! Katia!

  2. Ciao 🙂 prima di tutto grazie per tutte le recensioni che fai, ne ho provate un paio fin’ora e devo dire che ho sempre fatto centro, sempre tutto buono e gustoso!
    Domanda stupida…ma le quantità per farcire la pizza valgono tutte solo per il tuo terzo di teglia?

    Grazie mille
    ale

  3. Si si riproverò senz’altro..
    Comunque il lievito secco è in percentuale fatto di pasta madre…e stamattina l’impasto era ancora bello lievitato anche se era in frigo Ora gli ho dato una girata e lo lascio a temperatura ambiente fino a quando lo stendo.
    Oggi PIZZA!!!!!!

  4. Che buona la pizza!!!! io la mangeri anche x colazione!!
    Bella l’idea di dividere le porzioni…anche noi siamo in tre e farò così.
    Aspetterò un mesetto x vedere come va il peso e poi la farò sicuramente.
    Credo venga bene anche con farina di farro integrale vero?
    Buona giornata a presto.

    • Ciao Alba! Pizza a colazione è anche meglio di cornetto e cappuccino come nutrimento 😀 Non so cosa succederà con la farina di farro integrale in termini di lievitazione, perchè non provi a fare metà farro e metà manitoba la prima volta e poi magari vari la proporzione dipendentemente dal risultato? Se non lievita bene non riesci a stendere una teglia intera, questa p la mia paura! E se usi più farina… per ogni 10 grammi parliamo di un PP in più… Fammi sapere il risultato! 🙂

      • Mi era sfuggita questa tua risposta…
        A volte non ricordo dove scrivo e mi perdo…
        Oggi ho impastato 200 gr di farina, metà manitoba e metà integrale.
        La lascio lievitare tutta notte così rimane più digeribile…ti saprò dire.
        PS ho fatto l’impasto “mani pulite”

        • ah ecco e io ho appena risposto sugli altri messaggi tuoi 😀 E ora so che conosci già le mie pizze 😀 Tutta la notte con il lievito secco ho paura ti “scresciti”… ne dovresti mettere 1 o 2 grammi al più non mezza bustina… speriamo bene, fammi sapere 🙂
          ps: ma perchè non segui il diario della mia pasta madre e la fai? 😀

          • Tempo fa ho provato a fare la pasta madre ma non mi é uscita bene, forse l ho usata troppo presto e il pane non mi é venuto bene..
            Rimproverò seguendo le tue dritte..
            Sai ho già provato lasciare l ‘ impasto della pizza in frigo tutta notte e la mattina lo lasciò a temperatura ambiente x qualche ora e viene bene lo stesso.
            Ti farò sapere domani.
            Scusa gli errori qualora ci fossero xké sono fuori casa e scrivo dal cell
            Buona serata e grazie.

          • Riprova e fammi sapere, io il pane lo feci già dopo 2 settimane dalla “creazione”… e fu buono! 🙂 Non ti preoccupare per gli errori io li faccio anche al computer figurati 😀 Ciao 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.