Finalmente ho provato a fare la pizza di cavolfiore: è buonissima! Internet è strapieno di questa ricetta, principalmente presente su tanti blog americani. Ma io sono rimasta sempre titubante tra tutte le varie versioni, chi fa bollire il cavolfiore, chi no, chi lo strizza in un panno, chi aggiunge la farina… etc etc. Ma io volevo fare una cosa semplice però e soprattutto volevo realizzare una base per pizza che non si sbriciolasse o rompesse, ma da poter mangiare a spicchi in mano come la pizza classica. E volevo anche evitare la farina, così da mantenere i punti WW bassi e da rendere la ricetta adatta anche a chi è intollerante al glutine.

Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

E bene ho fatto a studiare tanto perchè alla fine sono riuscita a trovare la combinazione esatta di ingredienti e un metodo semplice per realizzare una base per pizza di cavolfiore che non si rompe! E anche molto leggera, solo 5 punti WW per una base, e semplice da realizzare, senza bollire il cavolfiore o doverlo strizzare. Andiamo a vedere come!

Pizza di cavolfiore

* Punti Weight Watchers ProPoints per una pizza (solo la base) = 5 *
* Punti Weight Watchers ProPoints per una pizza margherita = 8 *

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    2
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

la base

  • 600 g cavolfiore (solo i fiori)
  • 60 g parmigiano grattugiato
  • 2 uova medie
  • q.b. origano
  • q.b. sale e pepe

farcitura margherita

  • 80 g mozzarella light (nelle foto c’è la scamorza affumicata che viene 1 punto WW in più per pizza)
  • q.b. passata di pomodoro
  • 2 cucchiaini olio extravergine di oliva
  • q.b. basilico fresco
  • q.b. sale

Preparazione

la base

  1. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    Mettere solo i fiori del cavolfiore in un mixer e ridurre in briciole, come se voleste preparare questa ricetta: Finto riso di cavolfiore

  2. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    Mettere il cavolfiore così sbriciolato in una padella antiaderente senza aggiungere altro e farlo asciugare a fiamma media per pochi minuti mescolando continuamente. Per questa quantità di cavolfiore è meglio fare questa operazione in due riprese. Far raffreddare.

  3. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    In una scodella sbattere le uova con il parmigiano, sale, pepe e origano poi aggiungere il cavolfiore e mescolare bene.

  4. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    Preriscaldare il forno a 250° con la teglia che userete per la cottura già inserita dentro. Mettere metà impasto su un foglio di carta forno e con le mani allargare in modo da formare un disco. Con una spatola spingere i bordi verso l’interno in modo che il contorno non resti troppo sottile, altrimenti in cottura rischia di cuocere più velocemente della parte centrale della nostra pizza di cavolfiore e l’effetto finale non sarà così bello neanche da vedere! Il disco finale a me è venuto di circa 25-26 cm. Trascinare il foglio con la base della pizza sulla teglia preriscaldata (attenzione a non scottarvi!) e mettere in forno per circa 15-20 minuti: la base deve risultare ben dorata in superficie.

  5. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    Mentre la prima base cuoce si può preparare la seconda base. Sfornare la prima, togliere dalla teglia e infornare la seconda, semplice no? A questo punto se la volete mangiare subito passate alle istruzioni per la farcitura altrimenti togliere la carta forno e lasciarla raffreddare su una gratella. La base è pronta e si può lasciare su un piatto nella dispensa fino al giorno dopo (oltre non ho provato). Come vedete dalle foto la base della nostra pizza di cavolfiore non si rompe! Potete anche alzarla da un bordo e resterà in un solo pezzo!

farcitura

  1. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    Togliere la base della pizza dalla carta forno e porla direttamente sulla gratella del forno. Aggiungere della passata di pomodoro condita con sale e origano, oppure una porzione di questa ricetta: Salsa per pizza light. Mettere del basilico fresco a pezzetti sulla superficie, la mozzarella tagliata sottile o a dadini e versare un cucchiaino di olio in superficie. Infornare per 5-10 minuti a 250°, giusto il tempo per far fondere la mozzarella.

  2. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    E la nostra pizza di calviolfore margherita è pronta per essere gustata! Che profumo ragazzi…  e che bella che è, invitante e senza sensi di colpa! 

  3. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    Ecco qualche foto per mostrarvi il risultato, di cui sono rimasta tanto soddisfatta! Il bordo è sottile ma non è una sfoglia…

  4. Pizza di cavolfiore, Mangia senza Pancia

    E guardate come si prende bene lo spicchio tra le dita! Proprio come una vera pizza no? Felice io… Non aggiungo altro, solo: provatela e fatemi sapere se vi è piaciuta!

    Buon appetito a tutti!

    by Giovanna Buono 

Note

Se volete realizzare la pizza classica ma in maniera semplicissima seguite questa ricetta: Impasto per pizza “a mani pulite”.

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

9 Commenti su Pizza di cavolfiore che non si rompe

  1. Facendo un conteggio dei punti a me ne risultano di più.
    Ho calcolato che 60 g di parmigiano grattugiato corrispondono a 7.5 punti ,
    2 uova a 4P,
    80 g di mozzarella light sono 4P e
    2cc di olio sono 2P
    per un totale di 17.5 punti , per cui circa 9 a porzione.
    Ne segno 8 o 9 ?

  2. Ricetta carina che porta ad un discreto risultato. Vorrei però sottolineare come i tempi di preparazione indicati siano decisamente più lunghi dei 10 minuti segnati: la prima volta ci ho impiegato 45-50 minuti; posso immaginare che, con l’esperienza, uno possa impiegarne 30-25. Come si legge dalla ricetta, i passaggi da fare sono numerosi e trovo davvero difficile immaginare di riuscire a svolgere tutto in meno tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.