Chi legge il mio diario capirà subito come sono arrivata a preparare la pasta e puntarelle…

Pasta e puntarelle, ricetta nutriente, Mangia senza Pancia

Infatti nel diario ho raccontato di una mia piccola avventura presso un negozio qui in Olanda dove riesco  trovare tanti prodotti tipici italiani. Qualche settimana fa sono andata a fare la spesa lì e mi sono quasi commossa alla vista delle cime di rapa, della catalogna e altre verdure tutte provenienza Puglia. Dopo aver già messo nel carrello una quantità esagerata di cime di rapa, sono passata alla catalogna, che non sembrava freschissima… alla fine, dopo una chiacchierata con l’addetto al reparto verdure e dopo la scoperta di una seconda cassetta di catalogna freschissima, me ne sono tornata a casa con un’enorme cassetta di catalogna (fresca e meno fresca) per €2,50… anche con altre cose… ecco la gran spesa:

spesa, cime di rapa, catalogna e altre verdure, Mangia senza Pancia

Ovviamente ho passato tutto il fine settimana a pulire verdure, scottarle e surgelarle… Mentre preparavo mi son resa conto di trovarmi tra le mani le famose “puntarelle” che io conoscevo solo vagamente, ovvero il cuore della catalogna (chiedo perdono agli esperti se sbaglio a definire le puntarelle, per me verdura nuova). Ho preparato una parte delle puntarelle all’insalata, come si fa a Roma, e sono venute ottime ma me ne erano rimaste un bel po’ freschissime che non mi andava di surgelare. Ho quindi deciso di farne un condimento per la pasta. Io le ho trovate buonissime, adoro quel retrogusto di amaro! Ecco come ho fatto…

Pasta e puntarelle – la ricetta

 


Informazioni

Tipo: Pasto “a pancia piena”
Porzioni: 2
Preparazione: 20 min
Cottura: 30 min
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione = 11


Ingredienti

160 g di pasta, io consiglio la casareccia
500 g di puntarelle
4 cucchiaini di olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
1 peperoncino rosso
10 acciughe sottolio
sale q.b.

N.B.: Per aggiungere delle proteine a questo pasto basta mangiare per secondo un paio di fettine di prosciutto cotto!


Procedimento

Pasta e puntarelle, ricetta nutriente, Mangia senza Pancia - preparazione

Pulire bene le puntarelle e tagliarle per il lungo a striscioline. Lasciare le puntarelle in immersione in acqua fredda per un’oretta circa: in questo modo perdono molto del loro naturale sapore amaro. Scolare bene e farle scottare per una decina di minuti in acqua poco salata. Scolare e mettere da parte. Se si vuole eliminare ancor di più l’amaro, immergere in acqua fredda per un paio di minuti prima di scolare bene di nuovo.

Pasta e puntarelle, ricetta nutriente, Mangia senza Pancia - preparazione

Mentre le puntarelle sono sul fuoco, tagliare l’aglio e il peperoncino a fettine.
Mettere in un’ampia padella antiaderente l’aglio e il peperoncino assieme ad 1 cucchiaino di olio. Far soffriggere lentamente ma senza far bruciare l’aglio. Aggiungere le puntarelle nella padella e farle saltare a temperatura media per circa 5 minuti. Se si asciugano troppo aggiungere poca acqua, meglio se quella di cottura della pasta. Scolare benissimo le acciughe, sminuzzarle in un piattino ed aggiungerle nella padella con le puntarelle. Far saltare ancora per qualche minuto e assaggiare. Quando le puntarelle si sono ben insaporite aggiungere i rimanenti 3 cucchiaini di olio e aggiustare di sale.

Pasta e puntarelle, ricetta nutriente, Mangia senza Pancia

Intanto che le puntarelle si insaporiscono far bollire la pasta: quando è cotta, scolarla e versarla nella padella. Mescolare bene e servire la pasta e puntarelle.

Pasta e puntarelle, ricetta nutriente, Mangia senza Pancia

Buon appetito a tutti!


segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

Ti piace questa ricetta? Condividila!

8 Commenti su Pasta e puntarelle, ricetta nutriente

  1. Non conosco queste verdure …ma forse posso trovarli qui nei negozi Italiani, saresti così gentile da indicare la Catalogna sulla foto e a destra o sinistra?
    Grazie Giovanna

    • se trovi le puntarelle o anche semplicemente la catalogna, provala… io che non conoscevo bene questo tipo di verdura ne sono rimasta innamorata 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.