Dopo lo yogurt magro senza yogurtiera ecco un’altra ricetta fatta grazie alla mia amica Stefania del blog Easy Kitchen, ovvero il gelato allo yogurt magro senza gelatiera. Io ho realizzato la sua ricetta ma usando solo ingredienti con 0% di grassi e sono rimasta molto soddisfatta!

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Qui in foto si vede il mio gelato base guarnito con delle amarene sciroppate (bisogna poi tenere in considerazione i punti Propoints Weight Watchers extra per le amarene).

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Ecco invece il gelato allo yogurt magro di base dopo 5 ore in freezer: liscio e cremoso pur avendo utilizzato solo ingredienti senza grassi! Sono rimasta molto contenta del risultato finale sia come consistenza che come gusto, e conto di rifarlo spesso e provare con altri gusti aggiunti… ovviamente il cioccolato sarà il mio prossimo esperimento! Andiamo a vedere come ho reso light la ricetta di Stefania!


Gelato allo yogurt magro senza gelatiera – la ricetta


Informazioni

Tipo: Dolci al cucchiaio
Porzioni: 4
Preparazione: 5 min + circa 5-6 ore (dipende dal freezer)
Cottura: n/a
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione = 2


Ingredienti

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

300 g yogurt greco magro o Yogurt magro senza yogurtiera reso sodo filtrandolo, come indicato in ricetta
200 ml latte totalmente scremato
1/2 cucchiaino (3 gr) Agar-agar
50 g zucchero semolato

Attrezzatura
– contenitore di metallo semplice o smaltato con coperchio adatto per il freezer
– fruste elettriche o olio di gomito…


Procedimento

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Innanzitutto unire lo zucchero e l’agar-agar mescolando bene. Aggiungere il latte e far sciogliere il mix di zucchero e agar-agar frullando. Aggiungere lo yogurt e continuare a frullare.

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Bisogna frullare per qualche minuto in modo che il risultato sia un composto liscio e cremoso nonostante si presenti non troppo denso per ora. Ovviamente se avete una gelatiera adesso è il momento di usarla altrimenti mettere il composto in un contenitore di metallo, coprirlo e metterlo in freezer per circa un’ora e mezzo.

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Tirare il contenitore fuori dal freezer e con le fruste rompere tutti i cristalli di ghiaccio. In foto si vede che già dopo la prima ora e mezzo restano le impronte delle fruste nel gelato! Coprire di nuovo e via in freezer per ancora un’ora e mezzo.

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Dopo 3 ore totali (dipendentemente dalla potenza del freezer ovviamente) il gelato si presenterà già molto sodo. Frullarlo di nuovo con le fruste e riporre ancora in freezer ma per solo un’ora stavolta.

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Ecco dopo circa 5 ore come si presentava il mio gelato allo yogurt magro: liscio e sodo.

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Continuare a tenere il gelato in freezer e a frullarlo ogni 30-60 minuti fino a quando si farà difficoltà ad usare le fruste: a questo punto il gelato è pronto e si può lasciare in freezer per servirlo entro un massimo di due giorni facendolo prima scongelare un po’. In foto si vede un cucchiaino di gelato dopo aver appena sbattuto di nuovo il composto dopo 5 ore totali! Infatti nel mio caso già dopo 5 ore facevo difficoltà ad usare le fruste.

Gelato allo yogurt magro senza gelatiera, Mangia senza Pancia

Ecco il risultato finale in questo caso senza aggiungere niente durante il procedimento ma solo versando qualche amarena e un po’ del loro sciroppo sul gelato finale. In questo modo ho ottenuto un gustoso variegato all’amarena. E voi a che gusto lo preparerete?

Enjoy!

by Giovanna Buono 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

24 Commenti su Gelato allo yogurt magro senza gelatiera

  1. Peccato però proprio l agar agar ha lasciato nel gelato un sapore un po’ bruttino..tipo detersivo!!
    🙁 la consistenza stupenda, lo.riprovo senza 😉
    Un abbraccio

    • Francesca che strano, l’agar agar è insapore, ma proprio totalmente insapore e comunque la quantità è talmente poca che dubito potesse influenzare il sapore. Sei sicura che il sapore non derivasse da altro? 😉

  2. La mattina ha l’oro in bocca e io sono sveglia dalle 4, causa temporalone e cane e gatto in panico!… la mia lettura preferita sono le tue ricette, cara Gio!
    Ho una gelatiera che è in sciopero da due anni… la tiro fuori e provo questo gelato allo yogurt che mi tenta le papille!

  3. We’,Giuanina!
    Cume la va?
    Ascolta…ma questo buonissimo gelato (anche se non l’ho assaggiato,ormai mi fido ciecamente delle tue ricette) si potrebbe anche fare alla frutta? Magari aggiungendo della frutta cotta e frullata?
    Dici? 😀

    • Simona ci vuole proprio l’agar-agar, se clicchi il link all’inizio ricetta, Stefania spiega che lo usa tipo addensante mescolato ad altri ingredienti. Io ho usato solo l’agar-agar e mi sono trovata bene ma non so se con a gelatina in fogli riesci ad ottenere lo stesso risultato. Comunque dovresti usare una quantità di circa 2-3 volte maggiore dell’agar-agar, dunque 8-10 grammi di gelatina in fogli… Prova e vedi cosa succede 😀

  4. ho finalmente preso l’agar agar così posso finalmente provare a farlo!!!non vedo l’ora gnammy!!
    gio ma l’agar agar é quello che si usa anche come dolcificante?credo me ne avesse parlato un collega di lavoro che usava nel suo periodo vegano possibile o mi confondo?

    • no no nessun dolcificante! L’agar agar ha lo stesso uso della gelatina in fogli quella chiamata ancora colla di pesce ma l’agar agar è totalmente vegetariano!
      ps: hai visto la mia risposta sotto alla zuppa araba con il link a facebook?

  5. Lo voglio provareeeee buonooooo io adoro il gelato allo yogurt ma una curiositá l’assenza di zucchero potrebbe compromettere il risultato finale?avevo una mezza idea di mettere il tic…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.