Frittata di cavolo nero light

Continua la carrellata delle ricette con il cavolo nero! Come vi ho già spiegato, da quando hanno cominciato a venderlo qui in Olanda, seppure in busta già tagliato, io non posso fare a meno di prenderlo e finché mi verrà in mente una ricetta nuova da fare rassegnatevi: ve la propinerò. E’ una verdura che mi piace troppo… e poi sazia!

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

Oggi parliamo di frittata di cavolo nero, ovviamente in versione light! Infatti non ho nemmeno usato olio: grazie alla mia padella in pietra, la Ballarini Cortina Granitium, riesco a fare questo tipo di pietanza senza nemmeno dover ungere la padella! Infatti nulla si attacca sul fondo, quindi, che sia la stessa marca della mia o un’altra, se non avete una padella in pietra compratela e potrete fare le frittate in padella senza olio spendendo inoltre molto meno col gas che con il forno elettrico!

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

Tornando alla frittata di cavolo nero: che buona che è… il cavolo nero la addolcisce e diventa un secondo piatto molto gustoso. Oppure si può servire con delle verdure di contorno e un po’ di pane per fare una cena leggera e completa!


Frittata di cavolo nero light – la ricetta


Informazioni

Tipo: Leggeri
Porzioni: 3
Preparazione: 10 min
Cottura: 20 min
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints totali = 10
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione = 3 (*)

(*) Per una cena più abbondante si può anche dividere la frittata di cavolo nero in due porzioni di 5 punti WW l’una.


Ingredienti

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

4 uova medie
2 albumi
400 g cavolo nero già pulito
25 g grana o parmigiano grattugiato
sale e pepe q.b.


Procedimento

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

Lavare e pulire bene il cavolo nero, privandolo della parte più coriacea della costa centrale. Tagliarlo grossolanamente e farlo bollire in pochissima acqua salata fino a quando non si sia ben appassito. Scolare e lasciar sgocciolare bene il cavolo nel colapasta. Quando il cavolo si sarà raffreddato tagliarlo ulteriormente a pezzetti piccolini.

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

Rompere le 4 uova in una terrina e aggiungere due albumi, il parmigiano, sale e pepe a piacere. Sbattere bene e poi aggiungere il cavolo nero ormai raffreddato.

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

Mescolare delicatamente  in modo da far incorporare il tutto. Mettere la padella di pietra (o una buona padella antiaderente) sul fornello e farla diventare bollente. Io uso una padella di 26 cm, questa: Ballarini Cortina Granitium, che ha anche l’indicatore quando è pronta per la cottura, e mi trovo molto bene, tanto da comprarne altre di vari formati!

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

Versare il composto di uova e cavolo nero in padella e con una spatola mescolare delicatamente in modo che le uova comincino a rapprendersi uniformemente. Dare una forma circolare alla frittata pareggiando i bordi con la spatola e lasciar cuocere per qualche minuto. Con la spatola staccare la frittata dal fondo e girare la frittata con l’aiuto di un coperchio largo abbastanza da coprire tutta la padella. Lasciar cuocere qualche altro minuto dall’altro lato smuovendo la frittata di cavolo nero di tanto in tanto. Se si desidera più cotta rigirarla ancora una volta.

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

Al termine della cottura far scivolare la frittata dalla padella direttamente nel piatto di portata o lasciare anche stesso in padella.Tagliare la frittata a fette e servirla calda o fredda con insalata verde, di pomodoro o con tanti altri contorni a piacere.

Frittata di cavolo nero light, Mangia senza Pancia

La frittata di cavolo nero light è un secondo ideale per tutta la famiglia e forse un buon metodo per incoraggiare anche i bambini a mangiare questa verdura piena di tante proprietà nutritive. E’ sfiziosa tagliata a piccole fettine con un’oliva e uno stuzzicadenti per un buffet. Ma non solo: è anche un’ottimo pasto da asporto, da portare al lavoro, a scuola o anche già tagliata per un picnic. Insomma le idee sono tante veramente: a voi ne vengono altre?

Buon appetito!

by Giovanna Buono 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.