Diario di una dieta – Giorno 173

Menù  Diario di una dieta – Giorno 173
Colazione Yogurt con avena croccante e frutta
Merenda mattina  
Pranzo Gallette di riso con salmone
Merenda pomeriggio  
Cena Bucatini alla carbonara light
(1 uovo a persona e poca pancetta
niente olio aggiunto)
Insalata mista con cipollone borretane
Spuntino mezzanotte  
Attività fisica 60 min GAG

08:40 – Buongiorno e buon venerdì a tutti!

buon venerdi, diario di una dieta - Giorno 173, Mangia senza Pancia

Finalmente ieri sera siamo riusciti a vedere gli ultimi episodi di Romanzo Criminale, questa serie ci è piaciuta molto e speriamo che gli episodi già programmati per domani sera siano la seconda serie e non la replica della prima! Beh TV a parte, stamattina vado a fare BBB… una mia amica della Zumba ieri mi ha scritto su facebook per chiedermi se andavo e mi ha convinta. Beh non so se mi piacerà ma magari avendo lì persone che conosco la cosa diventa più piacevole. In pratica immagino sarà una lezione di fitness con la musica mirata ai “punti critici”: Billen (glutei), Buik (pancia) e Benen (gambe) Big Smile  Già lo so che sarà una sofferenza ma oltre a fare gli esercizi cardiovascolari della Zumba c’è anche bisogno di tonificare no? E sacrifichiamoci…

Più tardi andrò a fare la spesa e poi c’è da studiare un altro po’ di olandese oggi. Al pomeriggio mio figlio tornerà da scuola come al solito fa il venerdì con il suo amico e vorranno mangiare qui assieme prima del basket: quindi mi toccherà preparar loro qualcosa di buono, già mi ha richiesto le Patatine Croccanti

Patatine croccanti al forno, diario di una dieta - Giorno 173, Mangia senza Pancia

Adesso preparo uno Yogurt con avena croccante e frutta :

Yogurt con avena croccante e frutta, diario di una dieta - Giorno 173, Mangia senza Pancia

in modo da avere tanta energia per la classe! Una buona mattinata a tutti voi e a riaggiornarci più tardi Feeling Good

12:15 – WOW la lezione di BBB è stata… uhm… come definirla con un solo aggettivo? Non saprei… ma è stata molto ROAR… ruggente ecco Big Smile  Non immaginavo potesse piacermi ma l’insegnante è molto brava, gli esercizi abbastanza “estremi” infatti mi bruciava tutto grazie al numero infinito di ripetizioni che ci ha fatto fare e poi… con la musica degli anni 80, tra Disco Inferno e YMCA… beh il tempo e la sofferenza passa così senza che te ne rendi conto  Ha Ha
Quindi pollici in alto per l’ora di BBB: approved!
Ora doccia, studio, spesa… stasera vorrei fare le cozze se le trovo… Ciao a dopoooo!

20:20 – Purtroppo le cozze non le ho trovate… Quindi riguardo il menu di oggi, a pranzo  Gallette di riso con salmone:

Gallette di riso con salmone, diario di una dieta - Giorno 173, Mangia senza Pancia

con sottaceti e pomodorini mentre stasera ho preparato i Bucatini alla carbonara light usando un uovo a persona e poca pancetta soffritta senza aggiungere altro olio, e un po’ do pecorino grattugiato: buonissimi! Vicino una bella insalata mista con le cipolline borretane (portate dall’Italia!) e ora son piena veramente. Per il resto oggi ho fatto un bel giretto al centro commerciale e anche un bel po’ di studio, quindi un’ottima giornata anche produttiva! Domani mattina Zumba…Ora scappo che sta per iniziare un film che voglio vedere, domani poi vi saprò raccontare. Buona serata  Feeling Good

Diario di una dieta – Giorno 173

diario di una dieta - Giorno 173, Mangia senza Pancia

by Giovanna Buono

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

 

9 comments on “diario di una dieta – Giorno 173”

  1. gio sei un fenomeno!!!!!!!!!!!!!!!! sempre in attività!!!!!

    non vorrei intromettermi nei vostri discorsi ma tanti complimenti a Damiano..proprio una bella storia di successo!!!!!

    • uee Adelina buongiorno! 🙂 Si e io non ce la faccio a stare ferma, a Napoli si direbbe “teng’ arteteca” ovvero “ho la frenesia che mi impedisce di stare ferma”… sempre stata così ma non sono iperattiva però… uhm beh no non lo sono ahahah 😀
      Riguardo Damiano penso che gli possa solo fare un grande piacere ricevere complimenti, dopo tutto quello che ha passato è il minimo che gli si può fare 🙂

    • Ciao elekk! Ma quale intrusione! Mi fa piacere condividere il mio percorso, non avrei scritto nulla a riguardo se non avessi voluto parlarne o comunque avrei usato un messaggio privato…grazie per i complimenti! 🙂

  2. Cara Giovanna, questa settimana la bilancia è stata impietosa anche con me! Forse perché gli scorsi ho bevuto davvero molto meno.. Quindi oggi tisane a non finire 🙂
    Ma neanche io mi dispero!
    L’altro giorno ho fatto il tuo ragù light e sono stata molto soddisfatta del risultato!
    Buona giornata!

    • Uè ELisa sinceramente ti dico: fregatene della bilancia… ho deciso che la bilancia ha il suo umore e quando le gira la luna storta non ci sono versi di vederla essere clemente 😀
      Tu bada a mangiare sano, porzioni giuste e prima o poi la vinci tu sulla bilancia! Il discorso del bere è corretto… il grasso in eccesso da qualche parte deve uscire e bevendo beh… gli dai un’altra via di uscita 😀
      Mi fa piacere che la ricetta del “ragù” ti sia piaciuta… 🙂 sorrido perchè a Napoli non si chiamerebbe mai ragù ma dato che ho vissuto in Romagna ti capisco subito al volo (ma la prima reazione era: “ma quale ragù? Ho messo il ragù light sul blog e non me ne sono resa conto?” 😀 😀 )
      Un bacione e forza e costanza! 🙂

  3. Ciao Giovanna! Volevo scusarmi se in questi giorni non ho commentato i tuoi post e non ho risposto alle tue domande in merito alla mia sleeve (non ricordo nemmeno in quale post avevo sollevato l’argomento…chiedo venia anche per questo!).
    Dunque si, io mi sono sottoposto a sleeve gastrectomy ad Aprile 2011: 26 anni, 170 cm per 157 Kg di peso (BMI 51, obesità patologica, fortunatamente senza ulteriori comorbidità). Ad oggi, 22 mesi dopo, sono 28 anni (:P), sempre 170 cm ma per 62 Kg di peso…e devo dire che 95 Kg di meno si sentono….eccome se si sentono.
    Ovvio, tutto questo non viene “gratis”: cerco di tenermi in movimento il più possibile e in ogni occasione (cammino 5 km al giorno in circa 35/40 minuti, faccio sempre e solo le scale, mai ascensori o scale mobili; faccio esercizi addominali e torsioni per l’intervento di addominoplastica previsto tra un paio di mesi) e tengo a seguire il più possibile un’alimentazione sana e varia aiutandomi con un diario alimentare giornaliero e relativo calcolo dell’apporto calorico.
    Detto ciò…stasera mi cimenterò anch’io nella preparazione delle patatine croccanti (invidio tuo figlio perchè gliele puoi preparare tu 🙂 ) e, per domani a colazione, un bel porridge!
    Avrei una richiesta da farti, essendo tu una campana DOC: hai pensato di mettere qui sul blog una ricetta sull’impasto per la pizza!?? Sai vorrei cimentarmi anche in quell’ambito e gradirei, se possibile e se ovviamente non ti porta via tanto tempo, avere qualche prezioso consiglio da parte tua. Vorrei “impastare” questa sera per poterla gustare sabato sera, quindi un bel giorno per la lievitazione 🙂
    Ti ringrazio in anticipo e buon venerdì!

    • Carissimo Damiano che storia la tua! Dev’essere stato difficilissimo tutto questo percorso ma ne sei uscito vincente e questa è la cosa più importante: bravissimo veramente! Wow… sono veramente rimasta con gli occhi spalancati… sei in gamba e sono certa che manterrai questi buoni risultati con costanza 🙂
      Per la pizza uhm… a breve non penso di metterla poi sai, io seguo molto il mio umore giornaliero, chissà che non mi giri e la faccia! Però posso darti un consiglio, magari non dietetico ma basta mangiarne un po’ di meno no? Io trovo molto valido il blog di un signore genovese che vive negli USA e che da’ consigli, video etc utilissimi per impastare pizza, pane, focacce etc… finora tutto quello che ho sperimentato è venuto benissimo e Vittorio risponde sempre a tutte le domande. Ecco qua: http://www.vivalafocaccia.com
      Prova ad andare lì… io ho fatto spesso la ciabatta senza impastare, quella che deve lievitare per 18 ore… facile e buonissima… e ovviamente qualche fettina si può mangiare a dieta. Per la pizza napoletana purtroppo trucchi casalinghi non ce ne sono… ci vuole il forno a legna innanzitutto o non verrà mai buona uguale. Ma anche su questo Vittorio da’ dei consigli che puoi provare 🙂
      Buon venerdì anche a te e ti ringrazio per aver condiviso qui la tua storia! 🙂

      • Grazie per i complimenti Giovanna, ma permettimi di farne a te, invece, che, nonostante tu debba mandare avanti una casa, accudire compagno, figlio e gatti, studiare un’altra lingua (e non so cos’altro!) riesci a dedicare del tempo a te stessa e a suggerirci nuove idee culinarie leggere e soprattutto gustosissime! Sei formidabile! Sappi che, anche se non scriverò con costanza, continuerò a leggerti e a prendere spunto da te! Grazie grazie!

        • eh e aspetta che ricomincio a lavorare, poi cominceranno i giochi di prestigio o da baraccone, come più si preferisce ahahah… Un abbraccio Damiano e continua sempre così determinato! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.