Crepes leggere

Su Mangia senza Pancia non poteva mancare la ricetta delle crepes leggere. Le crepes, anche dette crespelle in italiano, sono delle cialde molto sottili a base di farina, uova e latte che vengono poi farcite di ripieni vari, dolci o salati e arrotolate su se stesse o piegate a triangolo per racchiuderne il ripieno. Le crepes sono spesso considerate una pietanza tipica della cucina francese, ma la verità è che ogni paese ne ha le sue versioni.

Crepes leggere, Mangia senza Pancia

Devo dire che mettere assieme questa ricetta mi ha fatto sudare. E non per cuocere tutte le crepes ma per trovare le giuste quantità di tutti gli ingredienti, considerando che ogni crepe doveva venire ovviamente buona, ma anche leggera dal punto di vista calorico. Ho voluto sostituire alcuni ingredienti con l’equivalente versione magra, diminuire la quantità delle uova ed eliminare totalmente il burro utilizzato in fase di cottura. Risultato: in termini di punti Weight Watchers le mie crepes leggere valgono un solo punto… quindi il mio obiettivo è stato raggiunto. Basterà scegliere ingredienti leggeri per farcirle e si otterrà un piatto finale saporito e light!


Crepes leggere – la ricetta


Informazioni

Tipo: Preparazioni
Porzioni: 16 crepes
Preparazione: 10 min
Cottura: 30 min
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints per una singola crepe = 1


Ingredienti

140 gr di farina
250 ml di latte scremato
1 uovo intero
2 albumi
1 cucchiaino di olio
Se le crepes sono da farcire con un ripieno salato aggiungere anche 1/2 cucchiaino di sale
Per cuocere: olio extravergine di oliva spray q.b. oppure 1 cucchiaino di olio. In alternativa si può usare una padella in pietra come questa: Ballarini Cortina Granitium ed evitare di usare alcun condimento!


Procedimento

Mettere in un bricco di plastica (tipo quello in dotazione con le fruste elettriche): latte, farina, uovo, albumi, il cucchiaino di olio e, se per crepes salate, 1/2 cucchiaino di sale. Sbattere bene fino ad ottenere una pastella non troppo densa e liscia.  Aggiungere un po’ di acqua qualora l’impasto fosse troppo denso.

Far riscaldare sul fornello una padellina antiaderente che abbia il fondo di circa 15 cm di diametro e che sia di buona qualità e priva di graffi. Appena diventa rovente ingrassarla leggermente con due spruzzi di olio. In mancanza dell’olio spray mettere 1 cucchiaino di olio in un piattino e con un pennellino di silicone spennellare la padella. Oppure per evitare completamente di aggiungere ollio si può usare una padella in pietra come questa: Ballarini Cortina Granitium.

Versare nel padellino un po’ di pastella, circa 1-2 cucchiai, abbassare leggermente la fiamma e ruotare la padellina in modo da distribuire bene la pastella sul fondo.

Crepes leggere, ricetta di base, Mangia senza Pancia

Dopo circa 10-15 secondi la crepe dovrebbe essere cotta sotto: provare a scostarla dal fondo della padellina con una paletta. Appena si stacca bene, girarla e lasciarla cuocere dall’altro lato.

Crepes leggere, ricetta di base, Mangia senza Pancia

Mettere da parte e ripetere con altra pastella badando che la padellina sia di nuovo rovente.

Ogni 3 o 4 crepes usare nuovamente l’olio spray o spennellare la padellina. Porre le crepes cotte su un piatto grande alternando con della carta forno: questo eviterà che le crepes si attacchino l’una con l’altra e le manterrà morbide.

Crepes leggere, Mangia senza Pancia

Ed ecco qui delle crepes veramente leggere pronte all’uso. A me ne sono venute esattamente 16 molto sottili ma, dipendentemente dalla padellina che viene usata e dalla quantità di pastella versata per ogni crepe, il numero risultante delle crepes potrebbe variare.

Crepes leggere, Mangia senza Pancia

Per queste crepes non bisogna usare il burro, nemmeno in fase di cottura. Al posto del burro basta solo mantenere la padella leggeremente unta come ho fatto io con l’olio spray. Consiglio vivamente di comprare l’olio sotto forma di spray (o uno spruzzatore adatto che potrete riempire con l’olio preferito) in quanto qualche spruzzata è sufficiente ad oliare le padelle evitando di arricchire troppo le pietanze con burro e olio. Lo spruzzatore aiuta a controllare l’uso dell’olio… io quando sono a dieta non posso farne a meno!

Le crepes possono essere preparate e congelate per un paio di mesi. Per confezionarle per il congelatore: sovrapporre 5-6 crepes dividendole l’una dall’altra con la carta forno, impacchettare il tutto prima con della pellicola e poi in una busta adatta per il freezer.

Ecco una ricetta fatta con le crepes leggere, le Crespelle leggere Ricotta e Spinaci:

Crespelle leggere Ricotta e Spinaci, Mangia senza Pancia

Buon divertimento a farcire queste crepes leggere come meglio volete. Sono molto curiosa di sapere come le avrete preparate: se vi fa piacere lasciate pure i vostri commenti qui sotto con le vostre farciture preferite!

by Giovanna Buono 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

35 Commenti su Crepes leggere, ricetta di base

  1. Ciao 🙂 che magnifica ricetta! Ma con farina integrale si può provare? Grazie in anticipo per la risposta. Saluti

    • Ciao Giulia e grazie 🙂 Io non ho mai provato ma se usi una “vera” farina integrale di ottima qualità secondo me potrebbero venire buone. Se è quella da supermercato, che è farina bianca con aggiunta di crusca, invece secondo me non funziona 😉 😀

  2. Bella ricetta. Buone. Si può anche fare mete acqua e meta latte.
    E se non si vuol spennellare mettere l olio con lo scooter. Mia madre le faceva così.
    Ma poi provo quelle con il saraceno e con aggiunta di pure di porri e un po di formaggio magro e vi diro

  3. Ricetta buonissima! Ho usato la farina integrale e il latte di soia. Le ha mangiate anche mio fratello che di solito è restio a mangiare quello che cucino 😉 complimenti

  4. Ciao Giorgia,
    leggo il tuo blog da un mesetto ma è la prima volta che ti scrivo 🙂
    Complimenti davvero, per i risultati ottenuti, la tua tenacia e serietà nel tenere il diario, la simpatia e sopratutto le tue ricette eccezionali!!
    Io seguo la zona da un anno, devo dire che mi trovo molto bene, ho perso 18 kg ho imparato pian piano a realizzare piatti soddisfacenti, gustosi e sazianti, e ultimamente sei un punto di riferimento, leggo la tua ricetta e la “zonizzo” 🙂 🙂
    A proposito di crepes, vorrei sdebitarmi e suggerirti quelle di grano saraceno, le galettes bretoni. Sono buonissime, io le faccio per me solo con 100ml di acqua e 40 gr di farina e un pizzico si sale, o a volte se non le mangio solo io aggiungo anche con uova. Sono senza glutine, senza latte, uova, grassi e quindi lasciano un po’ di spazio per la farcitura 😉
    Un saluto
    Silvia sarda in Deutschland!

    • wow che piacere e quanti complimenti Silvia!!! Troppo gentile, figuriamoci, si qualche volta è stata un pochino dura partire con il diario ma in generale è sempre un gran piacere… mi faccio solo lo scrupolo di rompere sempre con le stesse chiacchiere 😀
      Allora la dieta Zona è un modo di alimentarsi favoloso. Scrivevo proprio ieri dei risultati che io ebbi anni fa facendo la zona solo per poco tempo, una meraviglia, appetito e “voglie” di schifezze completamente sparite! E pelle luminosa… insomma tutto positivo. Tranne che a me non viene per niente spontaneo “zonizzare”. Forse non sono riuscita ad entrare veramente con lo spirito in questa dieta ma mi angosciavo a misurare tutto e anche per il fatto che non potevo usare assieme degli ingredienti. Ma sono certa che è un problema mio. Mio nipote la sta facendo e gli piace tantissimo e, come hai appena raccontato tu, funziona! E bravissima per la perdita dei 18 chili… ma veramente sono tanti!
      Se tu mi fai sapere come “zonizzi” la ricetta, sotto la ricetta stessa, io posso anche poi ricopiare il tuo post nella ricetta stessa!
      Per le crepes… forse ho della farina di grano saraceno e proverò senz’altro a farle così anche senza uovo… meno punti WW e più salutari senz’altro. Ti farò sapere…
      Intanto beh… io sono a 20 minuti dalla Germania, quindi ti abbraccio carissima vicina di casa 🙂

      • tutti più che meritati guarda!
        Poi è una cosa fondamentale che fai è dare ispirazione e fai capire che mangiare bene non significa mangiare zucchine bollite a vita!
        Si è vero la zona è davvero carina, l’inizio è stato duro, ma poi, da brava “smanettona” quale sono, mi son fatta un programmino (ma ce n’è uno in rete che funziona benissimo) che mi fa le proporzioni giuste per qualunque pasto, poi insomma ora è da tanto che la seguo quindi più o meno riesco a fare conteggio a mente 🙂
        Si se vuoi ti mando ricetta per ricetta i blocchi, e nel caso la “zonizzazione” 😀
        Preferisci un file o un post in ogni singola ricetta?
        Aaa che bello due sud-italiane al nord :)))
        Un abbraccione!!

        • Silvia grazie ma veramente non ti scoccia scrivere la zonizzazione e i blocchi? Beh se tu mettessi queste info sotto ogni ricetta come post io poi potrei scriverle nella ricetta in alto e lasciare il tuo riscontro sotto, sarebbe carinissimo! Sei molto paziente, conosco quel programma ma io non ci ero riuscita proprio… c’era qualcosa che mi faceva sentire come se non potessi cucinare quello che volevo io. In fondo con la WW basta non friggere (solo perchè non saprei come calcolare i punti) e per il resto posso usare tutto 🙂
          Comunque è verissimo, tante persone credono che la dieta significa soffrire, e invece proprio no. Ho anche avuto commenti di persone veramente incredule sul fatto che io riesca a mangiare e a perdere peso 🙂
          Un abbraccione alla mia compagna emigrante 😀

  5. Grandissima ricetta… io però le ho fatte così:

    250g di farina + un po di fecola di patate
    450 ml di latte magro
    50 ml di acqua frizzante

    ( senza uova,senza olio, senza burro )

    Se le vuoi dolci un po di dolcificante liquido e una bustina di vanillina, e per farcire o marmellata o miele.

    Vi assicuro che sono venute buonissime =))

    • Bravo Matteo anche la tua ricetta mi sembra un’ottima idea specie per chi non può mangiare uova! Dovrei guardare sul mio pannello della Weight Watchers per paragonare i punti per crepe… 🙂

  6. grazieeeeeeeeeeeeeeeeee mi sono uscite perfette. un po grosse ma ottime.ho usato la crusca di avena .perfette. adesso con queste mi faccio le lasagne con prosciutto zucchine paneer total ragazze i kg scendonoooooooooooooooooooooo 22kg in 3 mesi

    • Ma come fate a scendere così tanti kg? Io ripeto le ricette perché sono buonissime….ma malgrado abbia tanti kg da perdere nn ci riesco proprio. ..sono troppo golosa. ..cmq tantissimissimi complimenti

      • Titty se non conti i punti per bene anche se mangi le cose giuste rischi di mangiarne troppo e quindi il peso non scende, è proprio un discorso matematico: si dimagrisce mangiando un po’ meno di quello che si consuma… 😉

  7. Devo ammettere che io di dieta dovrei farne una ingrassante, visto che sono sottopeso :/
    Però il tuo blog è davvero carinissimo, le ricette mi attirano molto, in particolare questa! Sicuramente da provare! 😉

    • ahh Claudia… direi subito “beata te” ma so bene che anche il tuo è un problema difficile da risolvere. Grazie per i complimenti, quelli aiutano tanto a continuare questa strada! 🙂
      Fammi sapere se la provi… e magari tu che puoi permettertelo, riempile con del buon gelato alla vaniglia e frutti di bosco freschi… mmm…. gnam gnam 🙂

    • Grazie a te! Fammi sapere come ti vengono, io non sento proprio la differenza con quelle più “grassose”… l’unica cosa è che ci vuole un po’ più di pazienza in fase di cottura, ma per il resto non c’è poi molta differenza, calorie a parte!
      Buona giornata anche a te!

  8. Grazie per questa ricetta.
    Cercavo proprio una versione leggera di questa ricetta.
    Spero di provarla presto.
    saluti
    Mariangela

    • uhm… e perchè non le vuoi mettere? Una ragione specifica? Se è per le calorie, un uovo e 2 albumi per 16 crepes è veramente poco…
      Io le metto per legare e per avere un po’ di proteine visto che cerco sempre di bilanciare i piatti. In ogni caso avevo valutato anche il non usarle ma da varie ricerche di ricette in rete, vedo che chi non usa l’uovo finisce con l’usare un bel po’ di burro al suo posto. Qualcuno mette anche un po’ di zafferano per dare un po’ di colore, visto che senza uovo le crepes credo vengano pallidine. Comunque se ci provi sono molto curiosa di sapere se ti vengono e che proporzioni hai usato… poi fammelo sapere! 🙂

    • Grazie Cris! Se fai così potrai mangiarne a colazione o per uno spuntino anche tre! Ti sazi e con un pezzo di frutta aggiunto hai tutto ben combinato, carbo, proteine e un po’ di grassi 🙂
      Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.