Cotolette di sedano rapa al forno senza olio (in forno tradizionale o nel fornetto Estense)

Questa era una ricetta che ho visto spesso in versione fritta su vari siti stranieri e che volevo fare da tantissimo tempo, ovviamente al forno e possibilmente senza aggiungere olio. Qualche giorno fa ho provato e che meraviglia: le cotolette di sedano rapa pur senza olio sono buonissime e restano belle sode, in termini di consistenza sembra proprio di mangiare una bella cotoletta!

Cotolette di sedano rapa al forno senza olio, Mangia senza Pancia

E poi son proprio semplici da preparare, stavolta ho fatto una versione solo vegetariana ma presto mi industrierò a provarne la versione vegana usando magari solo il latte per bagnare le fette di sedano rapa e altro modo di insaporire l’impanatura al posto del formaggio. La cottura io l’ho fatta nel fornetto Estense Agnelli, così comincio a sperimentarlo un po’, finora l’ho usato poco. E anche nel fornetto sono venute ben cotte e colorite a puntino: croccanti fuori e morbide dentro.

Cotolette di sedano rapa al forno o fornetto Estense, Mangia senza Pancia

E non è mancata la più grande delle mie soddisfazioni: sono partita a fare questo esperimento nel più grande scetticismo dell’olandese… il quale poi ha assaggiato e ne ha sbafate 4. Felice io!


Cotolette di sedano rapa al forno senza olio – la ricetta


Informazioni

Tipo: Secondi e Antipasti vegetariani
Porzioni: 4 (circa 8 cotolette)
Preparazione: 15 min
Cottura: 20/30 min
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints totali = 9
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione (2 cotolette) = 2


Ingredienti

Cotolette di sedano rapa senza olio al forno o fornetto Estense, Mangia senza Pancia

1 sedano rapa grande a sufficienza da ricavarne 8 belle fette grandi
1 uovo
30 ml latte totalmente scremato
70 g di pangrattato (*)
10 g di grana o parmigiano grattugiato
prezzemolo e basilico freschi a volontà
sale e pepe q.b.

(*) nel calcolare i punti ho considerato 60 g di pangrattato per compensare il fatto che parte dell’uovo e parte dell’impanatura restano inutilizzati.


Procedimento

Cotolette di sedano rapa al forno senza olio, Mangia senza Pancia

Pulire bene il sedano rapa dalla terra e dalla parte bitorzoluta, pelarlo con attenzione perchè la buccia è molto dura. Sempre con attenzione, usando un coltello a lama lunga, affettare il sedano rapa in modo da ottenere delle fette di circa mezzo cm di spessore. Suggerisco di tagliare prima lungo il bordo tutto attorno tenendo il sedano rapa fermo sul tagliere e poi tagliare nel centro (spero di essermi spiegata altrimenti lasciatemi un commento!). Lavare di nuovo le fette e sbollentarle per 2 minuti in acqua leggermente salata. Scolare e lasciar raffreddare.
N.B: L’acqua della bollitura può essere riusata per il brodo!

Cotolette di sedano rapa al forno o fornetto Estense, Mangia senza Pancia

Rompere l’uovo in un piatto fondo e aggiungere il latte e sale e pepe a piacere. Sbattere bene e tenere da parte. Mescolare in un altro piatto il pangrattato, il parmigiano, le erbette tagliate finemente e un pochino di sale.

Cotolette di sedano rapa al forno senza olio, Mangia senza Pancia

Postazione di lavoro pronta: fette di sedano rapa raffreddate e tamponate con carta cucina, uovo sbattuto, mix di pangrattato e teglia foderata di carta forno. Manca la farina ma sinceramente l’ho completamente dimenticata… e bene fu, visto che avrei aggiunto punti Weight Watchers per nulla: non ce n’è bisogno!

Cotolette di sedano rapa al forno o fornetto Estense, Mangia senza Pancia

Immergere la fetta di sedano rapa nell’uovo e scolarla bene. Poi passare prima tutto il bordo nel pangrattato e successivamente i due lati facendo in modo che sia tutta ben impanata. Porre la fetta sulla carta forno e ripetere per tutte le fette.

Cotolette di sedano rapa al forno senza olio, Mangia senza Pancia

Io ho usato le teglie del fornetto Estense Agnelli, ho il piccolo da 30 cm quindi solo 2 o 3 per teglia, ma se usate la leccarda del forno riuscirete a cuocere in una sola infornata. In entrambi modi di cottura bisogna portare il forno o il fornetto a 180°-200°, far cuocere per circa 10 minuti, girare le cotolette di sedano rapa e continuare la cottura per altri 10 minuti. Le cotolette devono essere ben dorate.

Cotolette di sedano rapa al forno o fornetto Estense, Mangia senza Pancia

Due parole veloci per il fornetto Estense Agnelli, per chi proprio non sa di cosa parlo. In foto vedete i vari pezzi che lo compongono, in pratica è un pentolone con un occhio da cui seguire la cottura, sembra un ufo! Si compone e si mette sul fornello e funge proprio da forno! All’interno si possono piazzare anche 2 teglie sovrapposte. Nella seconda foto vedete come io controllo la temperatura: ho preso un termometro con la sonda da forno, tipo quelli per la carne, ma che arriva a 300° che inserisco nei buchini superiori del coperchio. Non mi dilungo qui ma per tutte le informazioni sui fornetti vi invito a iscrivervi al gruppo facebook che io aiuto anche ad amministrare, a questo link: Il forno sul fornello. Mi raccomando: leggetene il regolamento innanzitutto.

Qualora foste interessati all’acquisto di un fornetto Estense vi suggerisco di dare un’occhiata a questo modello: fornetto Estense AgnelliPer il termometro invece andrà bene uno come questo: Termometro cucina con sonda. Poi ci sono quelli digitali che costano di più…

Cotolette di sedano rapa al forno o fornetto Estense, Mangia senza Pancia

Qui si può vedere la teglia dall’occhio del coperchio dell’estense, come spiegavo appunto prima, e anche la sonda del termometro. Io ho cotto a un solo piano perchè ancora devo imparare bene che temperatura usare e come regolarmi quando voglio usare due teglie.

Cotolette di sedano rapa al forno senza olio, Mangia senza Pancia

Insomma forno o fornetto ecco il risultato finale: delle bellissime cotolette di sedano rapa, leggerissime, vegetariane e tanto gustose veramente!

Cotolette di sedano rapa al forno o fornetto Estense, Mangia senza Pancia

E che profumino! Verso fine cottura dal fornetto è cominciato a sentirsi l’aroma fresco del sedano rapa… una meraviglia!

Cotolette di sedano rapa al forno senza olio, Mangia senza Pancia

Ecco il look del boccone della cotoletta: proprio come se fosse una cotoletta di pollo vero? Sono ancora sorpresa del risultato finale, non me lo aspettavo e non capisco perchè non vedo questa ricetta molto diffusa sui siti italiani in versione light. Ma è un piatto così buono! E’ un secondo ideale ma anche uno spuntino sfizioso e pensavo anche che, tagliando il sedano rapa a pezzi più piccoli, possa diventare un antipasto finger food simpatico da offrire per un buffet: infatti le cotolette di sedano rapa son buone anche una volta raffreddate! Smetto di scrivere ora e attendo il vostro giudizio!

Buon appetito.

by Giovanna Buono 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

10 Commenti su Cotolette di sedano rapa al forno senza olio

  1. Ciao, è possibile surgelare le cotolette di sedano rapa? E se si in che fase di lavorazione? Io direi anche dopo essere state cotte, ma non ne sono sicura, quindi cerco conferma 🙂

    • Francesca io proverei. come dici tu, a surgelare dopo averle cotte e poi a metterle in forno caldissimo senza scongelarle. Ma è teoria pura, non ho provato quindi conviene farlo per un paio di fette e vedere se il sedano rapa rimane sodo all’interno. Non vorrei che si spappolasse…

  2. Stasera ho comprato il sedano rapa e domani farò questa ricetta, vorrei sapere che sapore ha questo ortaggio, ho letto nei commenti la versione vegana dell’impanatura senza dubbio interessante, ma con prodotti con alto concentrato di nichel, grazie Giovana

  3. Ciao! Ti scrivo perchè ho un dubbio. Ho ricevuto in regalo un “Daikon”. Nonostante su Google risulti che è il nome del sedano rapa, ha una forma un po’ diversa (sembra un enorme carota bianca). Secondo te posso cucinarlo come hai suggerito tu in questa ricetta?
    Grazie in anticipo!

  4. Buonissimo!! Bella ricetta , brava! Non vedo altri commenti…dove sbaglio????
    Se vuoi una versione vegana, invece che solo con latte di soia o altre bevande vegatali, la riuscita di un’ottima impanatura vegan sta nell’uso o della pastella a base di farine di legumi (come la farina di ceci o lenticchie) al posto dell’uovo, oppure dello yoghurt di soia. Entrambi questi prodotti legano bene la superficie delle verdure e permettono di ottenere una bella crosta spessa e croccante. Se poi si vuole fare la versione gluten-free e vegan, al posto del pangrattato si può usare la farina per la polenta istantanea mischiata alle erbe e spezie.
    Mai dimenticare la noce moscata nella pastella o nello yoghurt per impanare 🙂
    Bacioni 🙂

    • Ciao Cri! Non vedi commenti perchè la ricetta è “giovane” e sei la prima a commentare 😀 Ti ringrazio dei consigli, conoscevo la pastella vegan ma poi si aggiungono altri punti WW e volevo evitare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.