Tempo di….Pacciamare

Quando si è in cerca di buone pratiche, virtuose e sostenibili, una di queste è la pacciamatura. Nulla di complicato. Si tratta di una tecnica colturale che ha lo scopo principale di mantenere umido il terreno coltivato e di proteggerlo. Normalmente si tratta di coprire la superficie intorno alle piante utilizzando la paglia, le foglie, i resti vegetali o l’erba falciata, la segatura o la torba in uno strato spesso alcuni centimetri. Gli effetti primari sono la schermatura dei raggi solari e il minore riscaldamento della superficie del terreno, che resta in generale più umido. L’assenza di luce impedisce o rallenta la formazione delle erbe infestanti. Negli orti la pacciamatura viene fatta quando le piante sono molto sviluppate, dopo aver rimosso le infestanti e avere praticato il diradamento, se è necessario.

Precedente I cibi light sono davvero così? Successivo Gli zuccheri semplici