Le scuole della moda lombarde sfilano a Milano “MAGAZZINI APERTI” Full view

Le scuole della moda lombarde sfilano a Milano

Incredibile! Un progetto con fondi pubblici a sostegno degli studenti e dei giovani fashion designer che pare avere un senso concreto  e obiettivi ben precisi: supporto alla formazione, incontro con le aziende, sviluppo di future collaborazioni.

Ieri ho assistito alla sfilata organizzata presso il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, da Regione Lombardia (nella persona di Mauro Parolini, Assessore allo Sviluppo Economico), Milano Unica (Salone Italiano del Tessile) e Piattaforma Sistema Formativo Moda (Scuole di Moda Lombarde).

Sotto gli occhi attenti e critici di Lorenzo Riva (l’indiscusso stilista delle spose) e Gigliola Curiel (figlia di Raffaella), i ragazzi di 11 scuole di Milano e provincia hanno fatto sfilare i loro modelli più belli, realizzati con i tessuti che le aziende tessili italiane aderenti al progetto, hanno messo a disposizione, aprendo i propri magazzini. Da qui il titolo dell’iniziativa “MAGAZZINI APERTI ON TOUR” che ha già toccato Brescia, Varese, Como, Mantova, Bergamo, per giungere per la prima volta a Milano, a chiusura della Settimana della Moda.

   

Emozione palpabile, giovani stiliste modelle per i loro stessi capi, l’orgoglio dei Professori presenti ad applaudire i propri allievi. E poi, il grande complimento di Lorenzo Riva all’abito da sposa più bello e a colei che lo aveva realizzato: l’avrebbe immediatamente assunta nel suo Atelier, per la bravura e la creatività che aveva saputo mostrare.

   

Il consiglio a tutti è stato quello di valorizzare gli archivi storici della moda, di abbandonare il computer e ritornare ad usare ago e filo per creare i propri modelli. C’è bisogno di mestiere, di artigianalità, di competenza tessile, è necessario guardarsi indietro per andare ancora più avanti, rispetto all’attuale moda.

   

Questi ragazzi ci hanno comunque stupito in positivo e ci hanno fatto anche tenerezza: non è poi così facile camminare sui tacchi alti, davanti a tanti occhi che ti scrutano, con indosso la fatica del proprio sogno.

Grazie alla mia adorata Moira, per avermi voluta vicino a condividere questa emozione!

Moira e Gianni

 

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.