Gita a Cernobbio per Orticolario Chiara Pizzinato Atelier Full view

Gita a Cernobbio per Orticolario

Se non sapete cosa fare questa domenica, vi suggerisco una gita sul Lago di Como, più precisamente a Villa Erba (Cernobbio) per visitare la manifestazione “Orticolario: per un giardinaggio evoluto”, una piacevolissima passeggiata immersi nella bellezza del parco, dei fiori e degli arredi ed abiti in esposizione.

 

   

Sì, lo ammetto, se si fosse trattato solo di fiori e giardinaggio, probabilmente non sarei qui a scriverne, ma il mix di espositori che offre “Orticolario” è molto piacevole e l’area espositiva è una delle più belle che si possa immaginare. Il parco è il teatro in cui vive gran parte dell’esposizione. I complementi d’arredo escono dagli stands, per diventare parte della villa stessa, bistrots e restaurants sono sparsi nel verde, con magnifica vista lago. Sembra di essere un po’ in Inghilterra, un po’ fuori dal tempo, sospesi tra profumi di fiori e colori di tessuti.

   

Quest’anno il Salone ha scelto la Fuchsia come fiore simbolo. La luna ha ispirato molti allestimenti di arredo per giardino A Gilles Clément è andato il premio “Per un Giardinaggio Evoluto 2017” per le sue realizzazione sul tema del “giardino planetario”, ispirato alle foto della Terra vista dalla Luna. Tre giornate ricche di eventi, presentazioni, workshop e degustazioni, i cui dettagli potete ritrovare nel sito www.orticolario.it

   

Domenica 1 Ottobre è l’ultima giornata di esposizione. Orario: dalle 9:00 alle 19:00. Biglietto d’ingresso: Euro 17. Parcheggi a pochi metri dall’ingresso a 10 euro per l’intera giornata. La cosa simpatica dell’ultimo giorno di mostra è “lo smantello”: dalle ore 18:00 molti arredi e accessori esposti nelle installazioni e nei giardini sono in vendita. L’Info Point nel Padiglione Centrale può dare indicazioni più precise per l’acquisto e il ritiro, così come il personale all’interno degli allestimenti. Parte dei ricavi delle vendite andranno a favore di Associazioni benefiche del territorio lariano.

   

Cosa mi è piaciuto di più? Gli arredi di “Un Pizzo” (www.unpizzo.com), gli abiti sartoriali dell’Atelier di “Chiara Pizzinato” di Treviso (www.chiarapizzinato.it), i collari per cani (c’è la Betta in famiglia), la biancheria e i cappelli di un simpatico artigiano Russo, che si è trasferito a vivere a Nizza, i cactus giganti di “Cactusmania”, le sculture in legno, i cuscini, gli specchi, le sdraio e le borse di “Eltisler” di Bassano del Grappa (www.alessandrostevanin.com).

   

La manifestazione si sviluppa parte nel parco della villa, parte nei padiglioni al coperto. Anche in caso di pioggia, è tutto operativo. Buona gita!

   

 

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.