Crea sito
Festa del Papà al Museo d’Arte e Scienza a Milano Panoramica_SalaBuddha Full view

Festa del Papà al Museo d’Arte e Scienza a Milano

SABATO 19 MARZO FESTEGGIA IL PAPA’, CONDUCILO PER MANO A FARE MERENDA TRA L’AUTENTICITA’ DELL’ARTE

“Non basta che un oggetto d’arte sia autentico, deve anche essere in grado di trasmettere delle emozioni” G. Matthaes,

 Il 19 marzo dalle ore 10.00 alle ore 18.00, durante l’apertura straordinaria del Museo d’Arte e Scienza di Milano di via Quintino Sella 4, ai piedi del Castello Sforzesco, sarà possibile visitare le splendide sale del Museo. Alle ore 16.00 si potrà fare un eccezionale giro con Peter Matthaes, direttore del Museo, che introdurrà, i papà e i ragazzi, alla scoperta di questa eccellenza artistica nel cuore di Milano. Il Museo alla fine della guida offrirà ai ragazzi una merenda.

Il costo dell’ingresso è di 5 euro e bambini gratis fino a 12 anni.

Il percorso sul riconoscimento dell’autenticità nell’arte e nell’antiquariato è il fiore all’occhiello del Museo, nato nel 1990 per volontà di Gottfried Matthaes, appassionato di arte e tecnologia, dopo la sua morte i figli Peter e Patrizia hanno deciso di continuare questa immensa vocazione culturale. Il MAS è unico nel suo genere e unico esempio al mondo di museo dedicato all’importante tematica dell’accertamento dell’autenticità nell’arte, prevede diverse sezioni che affrontano un tema fondamentale dalla pittura su tela e su legno alla ceramica da scavo, dai mobili d’antiquariato all’ambra e all’avorio. Il percorso didattico sul riconoscimento dell’autenticità nell’arte e nell’antiquariato lo rende unico nel suo genere, all’interno del quale trovano spazio la sezione dedicata alle ceramiche da scavo e la notevole collezione di tappeti e arazzi. Spiccano inoltre altre due importanti collezioni quella d’Arte Buddhista e quella d’Arte Africana e infine la sezione didattica dedicata a Leonardo da Vinci.

Direttore del Museo e del Laboratorio Scientifico per la datazione delle opere è Peter Matthaes, presidente dell’Associazione Amici del Museo è Patrizia Matthaes, già collaboratori del padre Gottfried, che ne hanno raccolto il testimone nella gestione e nella continua innovazione.

Il percorso sul riconoscimento dell’autenticità nell’arte e nell’antiquariato si rivolge anche alle famiglie con bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni.

Toccando, annusando, scrutando con lenti d’ingrandimento e attraverso altre semplici prove vengono messi alla prova i nostri sensi, sviluppando capacità di osservazione e sensibilità critica alla scoperta dei trucchi per riconoscere oggetti autentici da copie o falsi. Mobili, tappeti, quadri e ceramiche, pietre, metalli, ambra e avorio, sono solo alcuni dei materiali che potrete toccare e studiare con mano.

Il museo introduce bambini e ragazzi all’importanza dell’approccio scientifico, e valorizza la collaborazione tra arte e scienza nella ricerca della verità. Le attività educative e didattiche proposte impiegano metodi scientifici semplici ed immediati, promuovendo la curiosità e la voglia di imparare che sono proprie di ogni bambino.

Le collezioni attuali nel Museo sono:

Ceramiche da Scavo

Vasi di terracotta e sculture di provenienza greco-romana ed etrusca, ceramiche dalla Cina e dal Sud America, bronzi da scavo sono parte del lascito ricevuto dalla Fondazione Kurau-Matthaes, oggi esposti al Museo. Una collezione definita dal Ministero Italiano per i Beni Culturali e Ambientali, con Decreto del 5.5.1997, come “Collezione di eccezionale interesse storico culturale”.

Tappeti e Arazzi

La sala degli Arazzi ospita una collezione di tappeti ed arazzi di pregiata fattura e provenienza tra cui si annoverano un Goblins, nel quale viene rappresentato Giove – tratto dal cartone del pittore Claude Audran III, e una serie di tappeti da preghiera, esemplari unici e fortemente evocativi.

Arte Buddhista

Nel 2010 è stato deciso di dare adeguato spazio e rilievo alla collezione di Arte Buddhista di proprietà della famiglia Matthaes, acquisita nei primi anni ’70 dal fondatore durante i suoi innumerevoli viaggi in Oriente. Da un’accurata selezione dei numerosi e notevoli pezzi provenienti dalla Thailandia, Birmania, Cina e Giappone, è scaturita la mostra permanente dal titolo “L’Arte Buddhista dell’Asia Orientale”, considerata una tra le più belle raccolte italiane di area indocinese.

Arte Africana

Si tratta di una delle maggiori mostre permanenti italiane con oltre 500 oggetti di alto valore storico-artistico provenienti da diverse etnie dell’Africa Nera. Composta da innumerevoli maschere, sculture, reliquari, simboli di autorità, feticci e svariati oggetti d’uso quotidiano, sia in legno che in bronzo, avorio e terracotta, legati alle tradizioni e ai culti originali delle tribù africane.

 

Tutte le info a: tel.0272022488 – info@museoartescienza.com

 

Related Articles

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.