ANTONIO TUBELLI, CHEF DI STRADA CHEF DI STRADA Full view

ANTONIO TUBELLI, CHEF DI STRADA

Esiste la “grande cucina napoletana” e la “cucina di strada”. Due facce contrapposte della stessa medaglia, fatta dei sapori, dei colori, della carnalita’ della cucina partenopea.

E Antonio Tubelli, Chef dei quartieri spagnoli, e’ l’orgoglioso portavoce della cucina di strada, la “Cenerentola” della cucina, quella che fa della frittura, il suo piatto forte.

La “cucina di strada” vive di un rapporto stretto tra uomo e cibo, lo stesso che si stabilisce alla nascita, con l’allattamento al seno materno: e’ quanto sostiene lo Chef Tubelli, uomo di grande cultura e sensibilita’. Questo tipo di cucina e’ profondamente legato ai prodotti del proprio territorio, che sono gli ingredienti base delle ricette.

La “bottega culinaria” fondata nel 1998 dai fratelli Antonio e Lucio Tubelli in Vico della Quercia a Napoli (vicino a Piazza del Gesu’) prende il nome di “Timpàni e Témpura” (Timballi e Fritti, potremmo tradurre noi).

I piatti preparati si possono degustare in loco ( ma i posti a sedere sono pochissimi, una quindicina al massimo) o portare via, come specialissimo take-away. Sartu’ di riso e timballi di maccheroni, crocche’ e pizze farcite, carciofi e fiori di zucca fritti, primi e secondi di pesce e carne, dolci della tradizione. Si possono acquistare qui prodotti della tradizione partenopea ormai introvabili, come la Passata di Pomo d’Oro, passata di pomodoro giallo, lo “scammaro”, sorta di frittata, fatta senza uova, ma con acciughe, capperi, olive nere e pecorino o i “maccheroncini con le torzelle” – una tipo di verza – conditi con una delicatissima crema di formaggio.

Antonio Tubelli e’ arrivato alla cucina in seconda battuta, dopo anni di fabbrica come programmatore eletronnico e sindacato FIOM. L’incontro con il grande Angelo Paracucchi, lo ha portato a fare il pendolare con la Liguria, fino a diventare l’Executive Chef del ristorante del suo Maestro. E dal 1988 si e’ messo in proprio, aiutato dal fratello Lucio.

L’evento Agripromos a Milano lo scorso 4 Dicembre, gli ha fatto reincontrare un amico di scuola e di sindacato, Tiberio Sauro, oggi Consigliere della Camera di Commercio di Napoli e Consigliere Agripromos. Miracolo a Milano, era da decenni che non si incrociavano piu’! E l’entusiasmo della Gianni, che loro hanno definito molto partenopeo, li ha coinvolti e divertiti, fino a tirare l’1:30 di notte, senza accorgerci!

Devo venire presto a Napoli, con Winston, sai che foto, sai che divertimento?

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.