LE DONNE DEL DUEMILA…. (consiglio di leggerla tutta, è bellissima)

bimba 11107_796734553697477_1606524536196305658_n
Sono donne che vivono in equilibrio anche capovolte, piangono di nascosto per non ammettere d’esser stanche morte, passano i sabati mattina in pigiama a pulire, sono le donne che non sentirete mai infierire.
Sono quelle che dopo dieci ore di lavoro vanno a far la spesa per preparar la cena. Studiano con i figli, allevano cani e conigli.
Sono le donne che dicono di non aver paura per non destar preoccupazione, quelle che rinunciano a tutto per essere a casa ogni sera come una vocazione.
Sono donne da corse al pronto soccorso in piena notte, che guidano con la nebbia, non chiedono abbuoni o raccomandazioni. Sono le donne sole alle stazioni.
Quelle che nascondono i soldi nelle scatole di latta per i giorni fragili, che raccontano commosse del loro mondo azzurro perché sempre sperano in un futuro di burro.
Le donne che risparmiano i trenta euro per la tinta dei capelli a fine mese e un compromesso sereno innanzi alle offese.
Sono le donne del bicchiere mezzo pieno, quelle che chiudono casa quando tutti dormono e stendono i panni ad ogni ora della notte e del giorno.
Sono le donne che corrono perché perennemente in ritardo, ma sempre presenti ad ogni traguardo. Sono quelle forti dai mille consigli, le stesse che quando escono con le amiche si sentono in colpa coi figli.
Sono le donne dai magoni amari digeriti con cura, affinché la vita possa sempre sembrarvi un’avventura.
Quando la sera varcate la soglia di casa, non fate mancare loro un bacio d’amore. Un abbraccio rotondo. Un sorriso anche se stanco.
Regalate a loro una carezza mentre nel buio della notte fingono di dormire. Se stanno sveglie, è per raccogliere i sogni che troverete nelle scodelle della prima colazione e sentirvi gioire.
E se non sapete come far di ogni donna una regina, a loro piacciono le margherite del giardino, i cioccolatini ripieni e i walzer ballati a piedi nudi in cucina.
Sono solo donne e madri del duemila, con milioni di desideri ed un presente pirandelliano da uno, nessuno e centomila.
(web)

Precedente Una maestra, dopo aver consegnato le schede di valutazione ai genitori, scrive queste riflessioni sul voto nella sua bacheca: Successivo Per essere innamorati ci vogliono le palle...

Un commento su “LE DONNE DEL DUEMILA…. (consiglio di leggerla tutta, è bellissima)

  1. alberto garanzini il said:

    12 agosto 2011

    Donna d’ altri tempi, che curva al vento
    trascini l’ arti stanchi, ergi lo sguardo fiera
    al cospetto dell’ amato tuo,
    pel nascondimento d’ una fragilità ima.
    Donna di rara circostanza, pronta al sacrificio
    nel pesar a sé il tormento del difficil esistere,
    rendi al respiro degli occhi tuoi gemelli,
    la forza del cammin vitale d’ ogni dì nascente.
    Donna d’ altr’ epoca, che celi pianto e melanconia,
    nell’ intento d’ apparir col sorriso
    fortezza nell’ animo, ne divieni dono posato
    in cuor mio dell’ ora affranta.
    Donna d’ altro stampo,
    colata e forgiata in meravigliosa sostanza,
    non cedere all’ incredula mente
    nell’ annotar lettere sgorganti dal mio ventre
    e che proclaman a te frasi sconosciute,
    ammantate d’ oro e seta vellutata.
    Donna di spirito eletto,
    nel tesser siffatte lodi nate in cuor mio,
    si diletta a poetar celere la man destra
    che mai conobbe una donna così.
    Nel dir invero un’ introvabil creatura, sì,
    ma perennemente donna d’ altri tempi.

I commenti sono chiusi.