Crea sito

Recensione The Elite, sequel di The Selection di Kiera Cass

Trentacinque ragazze. Così era cominciata la Selezione. Un reality show che, per molte, rappresentava l’unica possibilità di trovare finalmente la via di uscita da un’esistenza di miseria. L’occasione di una vita. L’opportunità di sposare il principe Maxon e conquistare la corona. Ma ora, dopo le prime, durissime prove, a Palazzo sono rimaste soltanto sei aspiranti: l’Elite. America Singer è la favorita, eppure non è felice. Il suo cuore, infatti, è diviso tra l’amore per il regale e bellissimo Maxon e quello per il suo amico di sempre, Aspen, semplice guardia a Palazzo. E più America si avvicina al traguardo più è confusa. Maxon le sa regalare momenti di pura magia e romanticismo che la lasciano senza fiato. Con lui, America potrebbe vivere la favola che ha sempre desiderato. Ma è davvero ciò che vuole? Perché allora ogni volta che rivede Aspen si sente trascinare dalla nostalgia per la vita che avevano sognato insieme? America ha un disperato bisogno di tempo per riflettere. Mentre lei è tormentata dai dubbi, il resto dell’Elite però sa esattamente ciò che vuole e America rischia così di vedersi scivolare via dalle dita la possibilità di scegliere… Perché nel frattempo la Selezione continua, più feroce e spietata che mai.

Titolo: The Elite (The Selection, #2)
Autore: Kiera Cass
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo: € 17,90
Prezzo ebook: € 9,99
Pagine: 299
Data di pubblicazione: 28 gennaio 2014

Print

Nell’arco di 72 ho divorato The Elite, seguito del romanzo distopico The Selection, di Kiera Cass.
Mi sono portata questo romanzo ovunque: dalla parrucchiera, a tavola, a letto, in giardino, in macchina. Ne parlavo ossessivamente con tutti, ma nessuno comprendeva il mio animo da fangirl.
Non posso fare a meno di chiedermi che cosa succederà ancora in questo concorso di bellezza: chi sceglierà Maxon? Cosa farà Aspen? America riuscirà a non tradire più la fiducia del principe?
Non posso aspettare molto per leggere The One, quindi credo che farò uno strappo alla regola che mi ero imposta (e cioè di leggere un libro di ogni serie per volta, in modo da dare spazio anche agli altri “poveri piccoli” romanzi) e che leggerò quasi subito il terzo ed ultimo capitolo della serie distopica The Selection.

Le arrabbiature, durante la lettura di questo romanzo, non sono mancate. Il comportamento di America, certe volte, mi faceva proprio saltare i nervi.
Rimane un enigma, invece, il comportamento del principe. Posso solo immaginare perché si sia comportato in un determinato modo, ma non ne ho la conferma. A questo punto chiederei a Kiera Cass di scrivere un altro libro che parli di nuovo dei sentimenti di Maxon, principe di Illéa.
La scrittura è scorrevole, semplice. Il romanzo si legge in un batter d’occhio.
Ho letto in giro recensioni non proprio eccellenti sulla serie della Cass. A parer mio, per ora, la storia mi piace. Mi coinvolge. Certo, ci sono trame e romanzi molto più belli, ma è una serie simpatica… Un reality show che si legge.

Pubblicato da Clarissa

Sono una lettrice compulsiva. Divoro ogni genere di libro: dalla rivista scandalistica, all'enciclopedia che ho nella libreria. Amante sopratutto del genere distopico e dei romanzi divertenti.