Crea sito

Recensione “Hunger Games: La ragazza di fuoco”, il film

Film evento dell’anno. In due sole giornate ha guadagnato milioni e milioni di dollari. L’ho appena finito di guardare, dopo un anno e mezzo di attesa.
E’ valso ogni singolo secondo passato ad aspettare.

tributi 75 hunger games cathcing fire

Non so da dove cominciare, ho così tanti pensieri per la testa e lo stomaco che lotta contro il panino del Burger King.
Effetti speciali fantastici, cast meraviglioso, la bravura degli attori è da premio Oscar.
Molto fedele al libro, ed ho apprezzato. Francis Lawrence è stato di una bravura assurda, ha tolto il superfluo e ha mantenuto le cose essenziali.
La scena della spiaggia è stata bellissima, esattamente come nel libro. La love story tra Peeta e Katniss, neanche a dirlo, è la migliore che abbia mai visto.

Per tutto il tempo mi sono sentita all’interno dell’arena con loro. Mi sono sentita un abitante dei distretti, un famigliare che ha perso una persona cara, un uomo che vuole ribellarsi. Ho sentito la speranza, la paura di alzare la voce.hunger-games-ragazza-di-fuoco-poster-italia

Sono uscita dalla sala con gli occhi gonfi come due palloncini e tre pacchetti di fazzoletti in meno.
Di solito il secondo capitolo delle saghe non mi entusiasma un gran che, perche è solo un libro di passaggio in sostanza, ma per quanto riguarda Catching Fire è diverso. L’ho apprezzato anche molto di più del primo, sia il libro sia il film.

Le colonne sonore sono una più bella dell’altra. Già prima mi emozionavo ascoltando quella scritta dai Coldplay, adesso che ho in testa le immagini del film penso che inizierò a piangere in mezzo alla gente se mi parte quella canzone.

Non mi piace, però, l’idea della Lionsgate di dividere il terzo capitolo in due parti. Ormai si ha questa moda, è locandinapg2stato così con Breaking Dawn e con Harry Potter, ma a mio avviso con quei film potevano permettersi di farlo: infatti, tutti e due sono molti lunghi e, diciamocelo, un film lungo per quanto può essere bello dopo di un po’ stanca, personalmente mi si disconnette il cervello superata la seconda ora. Però Mockingjay, o “Il canto della rivolta” in Italia, si può dire che è la seconda parte di Catching Fire: infatti non si può leggere il terzo libro senza aver letto il secondo. A mio avviso non ha senso dividere a metà una cosa che è già una metà.. Comprendete?

Chi di voi non è ancora andato a vedere “Hunger Games: La ragazza di fuoco”?
Be, che aspettate? Correte al cinema, ne vale la pena!

 

[banner]

Pubblicato da Martina

Lettrice incallita fin dalla più tenera età. Non ho un genere preferito ma scelgo le mie letture seguendo le mie emozioni del momento. Il fatto che mi piacciono i romanzi con l'anatomopatologo che fa le autopsie è meglio non analizzarlo ulteriormente ;)

6 Risposte a “Recensione “Hunger Games: La ragazza di fuoco”, il film”

  1. Io ci sono andata ieri sera! Mi è piaciuto! Non ho capito la parte del filo di ferro (ma io non faccio testo perché sono una pigna in tecnologia :D)
    Mi è stato un po’ rovinato il film però, perché mentre mi portava a casa, quel gran idiota del mio ragazzo (che è un programmatore invece) mi ha elencato tutti i venti motivi per cui gli hunger games (a parer suo) sono una gran boiata.
    Non ha importanza, lo costringerò a portarmi a vedere Il Canto della Rivolta per fargli un dispetto 😉 un bacio, laura

    1. Bravissima Laura! Io ho costretto la mia mamma a venire e anche a lei non entusiasma molto la saga.
      Se ti consola, la parte del filo di ferro non l’ho capita nemmeno io, avendo pure letto i libri. Sono una pigna pure io 🙂

  2. uno dei peggiori film mai visti. fra l’altro hunger game 2 ha avuto la capacita’ di farmi prendere un bel raffreddore.. sala vuota e – non si capisce perche’ – aria condizionata accesa. e’ una pessima miscela fra l’idea del truman show, l’isola dei famosi, il pranzo e’ servito per la ruota che gira e il pianeta delle scimmie. semplicemente orribile. ho chiesto dove si potesse chiedere il rimborso del biglietto ma purtroppo non e’ previsto. vedere un’eroina che dovrebbe salvare il mondo che piange continuamente mi ha fatto alzare la pressione arteriosa. pessimo.

    1. io penso invece che è la realtà… qualsiasi persona con un carico del genere piangerebbe a meno che non vuoi il solito film con il protagonista senza paure. per quanto riguarda il raffreddore mi pare difficile che sia colpa del film ma magari del cinema in cui sei andato. certo magari non ti piace in genere la saga ..

  3. L’HO ADORATO! tutto perfetto uguale al libro! il discorso di dividere il 3° libro non credo che sia una moda , semplicemente non si possono inserire tutti i particolari del 3° libro in un solo film.. durerebbe 5 ore! lo stesso discorso per harry potter e la saga di twilight

    1. Spero almeno ci mettano tutti i dettagli del terzo libro 🙂
      Per ora i film non mi hanno mai deluso: sono stati fedeli ai libri, soprattutto il secondo.

I commenti sono chiusi.