Crea sito

Recensione Hunger Games: Il canto della rivolta, parte prima

Giovedì 20 novembre 2014 mi sono svegliata con il sorriso: finalmente, nelle sale cinematografiche, usciva Hunger Games: Il canto della rivolta, prima parte.
Alle 17 in punto ero al cinema a prendere i biglietti per la prima programmazione nella mia città. E’ stato bellissimo vederlo prima di tutti!

Ho aspettato una settimana per poter pubblicare l’articolo perché non volevo rovinarvi il film. Dunque, incomincio la mia recensione. ATTENZIONE: ALTO RISCHIO DI SPOILER!

Hunger-Games-Il-Canto-Della-Rivolta-Pate-I

E’ un film bellissimo! Mr. Lawrence non si è smentito nemmeno questa volta: è fedelissimo al libro, forse quasi meglio! Ho apprezzato molto che il regista abbia dato importanza ad Effie, la quale nel romanzo compare nella seconda parte e c’è pochissimo, e ai ribelli dei distretti. Bellissima la scena in cui gli abitanti del distretto 11 fanno saltare in aria i Pacificatori urlando la celebre frase “Se noi bruciamo, voi bruciate con voi”.

Tornando ad Effie: come già detto nella versione romanzata il personaggio appare hunger-games-canto-della-rivolta-parte-1-character-poster-01pochissimo in questo terzo libro. Era questo il mio timore: che la mia amatissima Effie Trinket non sia presente nel terzo film della saga Hunger Games. Per fortuna, il regista ci ha visto giusto: ha tolto gli stilisti di Katniss (che nel libro vengono trovati torturati dalla Coin e rinchiusi in una cella) e ha dato importanza a Effie, facendola arrivare dopo 10 minuti dall’inizio del film. Elizabeth Banks interpreta magistralmente questo personaggio: io l’adoro! E’ stata molto esilarante, ha fatto risaltare la frustrazione di Effie, abituata ai lussi di Capitol City, nel vivere sottoterra nel distretto 13.
Negli altri due film (più che ne nei libri) a questo personaggio è stata data molta attenzione e quindi, a parere mio, è stato giusto così: modificare un po’ le cose e farlo entrare in gioco subito. Soprattutto perché amo la coppia Effie – Haymitch.

Hunger_Games_Il_Canto_della_Rivolta_Parte_1_-_Poster_Virale_01_midLa parte in cui Jennifer Lawrence canta The Hanging Tree (già, oltre che una bellissima attrice è anche una bravissima cantante) mi ha fatto emozionare e venire i brividi, soprattutto la parte in cui in coro i ribelli cantano questa canzone durante un atto di ribellione.

Una cosa che non ho apprezzato è il fatto che la presidente Coin sia risultata buona e brava. Durante la visione mi sono quasi dimenticata il motivo del mio odio verso di lei.

 

Molte scene sono uguali al libro, come ad esempio i video di Finnick in cui racconta quello che ha passato per colpa di Snow.

La recensione è finita qui: deduco che abbiate capito che mi sia piaciuto molto Il canto della rivolta pt. 1, anche se il secondo, La ragazza di fuoco, per ora è il mio preferito.
Vorrei aggiungere una cosa: molte persone, sapendo che sono fissata con questa saga, mi sono venute a dire che questo film è molto lento. Cosa potevo rispondere se non un sonoro “potevate leggervi i libri prima, sporchi Capitolini!”.

Voi come l’avete trovato il terzo capitolo del distopico Hunger Games? Io fantastico, sensazionale. Scrivendo questa recensione devo reprimere i brividi e le lacrime: ho sentito la rivolta, la frustrazione e ho capito che è un tema molto attuale. Non sono pochi i paesi in rivolta contro un governo opprimente, e sono fiera di questi ribelli. “Possa la fortuna essere sempre a vostro favore”.
Ho una domanda, poi concludo (ve lo prometto): perché Finnick non era in mutande???

katniss-poster_opt

Pubblicato da Clarissa

Sono una lettrice compulsiva. Divoro ogni genere di libro: dalla rivista scandalistica, all'enciclopedia che ho nella libreria. Amante sopratutto del genere distopico e dei romanzi divertenti.