Crea sito

Recensione Come inciampare nel principe azzurro, di Anna Premoli

Quale ragazza non sogna di sfondare nel proprio lavoro sfruttando la possibilità di trascorrere un anno all’estero? È proprio questa la grande opportunità che un giorno si presenta a Maddison: ma l’inaspettata promozione arriva sotto forma di un trasferimento dall’altra parte del mondo, in Corea del Sud!
Maddison, però, è solo all’apparenza una donna in carriera. In realtà è molto meno motivata delle sue colleghe e per nulla attratta dall’idea di stravolgere la sua vita. Come è possibile che abbiano pensato proprio a lei, che del defilarsi ha fatto da sempre un’arte, che ha il terrore delle novità e di mettersi alla prova? Una volta arrivata in Corea, il suo capo, occhi a mandorla e passaporto americano, non le rende neanche facile adattarsi al nuovo ambiente. Catapultata in un mondo inizialmente ostile, di cui non conosce nulla, di cui detesta le abitudini alimentari e non solo, Maddison si vedrà costretta a tirar fuori le unghie e a crescere una volta per tutte. E non è detto che sulla sua strada non si trovi a inciampare in qualcosa di bello e del tutto imprevisto!

Titolo: Come inciampare nel principe azzurro (autoconclusivo)
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton
Prezzo cartaceo: €9,00
Prezzo ebook: €3,99
Data di uscita: 5 settembre 2013
Pagine: 318

come-inciampare-nel-principe-azzurro_3251_x600

Come inciampare nel prinicipe azzurro è un romanzo autoconclusivo dell’autrice Anna Premoli.
Se adorate i libri I love shopping di Sophie Kinsella, non potete perdervi anche questo “libro tutto made in Italy”.
L’ho iniziato in un periodo in cui volevo una storia leggera, senza pensieri, che mi mettesse di buon umore: l’ho trovato dopo aver aperto Come inciampare nel principe azzurro.
L’autrice è perennemente ironica, anche nei momenti più tragici. Questo rende la protagonista una ragazza che affronta la vita col sorriso, che non vede tutto negativo. Nonostante le avversità, riesce a non perdere se stessa. Frequenta un lavoro che non la entusiasma molto, solo per volere della madre (che tra l’altro, dalle poche righe che l’autrice riserva a questo personaggio, ho capito che è assolutamente una mamma mitica!). uuSogna di sfondare nella carriera andando a New York per la società a cui lavora. Purtroppo, non va tutto secondo i piani. Maddison, infatti, viene catapultata a Seul, nella Corea del Nord.
Quando ho letto che la protagonista cercava di andare da Londra alla Grande Mela, mi sono detta fra me e me: “ecco, ci risiamo. Ottiene l’ingaggio a New York, diventa ricca sfondata e trova il tipico principe azzurro americano”. Poi la svolta: il romanzo non è ambientato in America, bensì nella parte orientale del mondo. Non me lo sarei mai aspettata una cosa del genere, alla Corea non ci avrei mai pensato, uno stato così lontano e di cui si sente poco parlare.
E’ divertente vedere come questa ragazza, abituata alla magnifica e comodissima Londra, cerchi di ambientarsi a Seul, un mondo completamente nuovo per lei… ma anche per me. Eh sì, non sono un’amante dell’oriente, preferisco di gran lunga l’America o Londra. Le situazioni che si trova a vivere hanno coinvolto anche me: ho scoperto la cultura di questo paese, e riga dopo riga mi sono immedesimata in Maddison, che vive situazioni bizzarre e imbarazzanti.
Passiamo ai personaggi: descritti benissimo, ben delineati, sempre ironici e simpatici.
La scrittura è leggera, veloce e trasmette un bel senso di leggerezza. Al posto di rilassarmi mi svegliava completamente.

Come inciampare nel principe azzurro, l’ho letto in tre giorni e per tre giorni ho avuto il sorriso sulle labbra. Assolutamente consigliato!

Pubblicato da Clarissa

Sono una lettrice compulsiva. Divoro ogni genere di libro: dalla rivista scandalistica, all'enciclopedia che ho nella libreria. Amante sopratutto del genere distopico e dei romanzi divertenti.