Crea sito

Quando il diavolo mi ha preso per mano, April Genevieve Tucholke

Nel paesino di mare dove abita Violet White non succede mai niente… fino a quando River West non affitta la casetta dietro la sua e incominciano ad accadere co se inquietanti. River è soltanto un bugiardo dal sorriso irresistibile e un passato misterioso? O dietro i suoi occhi ipnotici si nasconde qualcos’altro?
La nonna di Violet l’aveva sempre messa in guardia dai giochi che sa fare il Diavolo, ma lei non aveva mai pensato che potesse nascondersi dietro un ragazzo dai capelli scuri che si appisola in giardino, adora il caffè e ti fa tremare di passione.

Quando il diavolo mi ha preso per mano

Titolo: Quando il diavolo mi ha preso per mano (Between #1)
Autore: April Genevieve Tucholke
Editore: Piemme
Prezzo: €16,00
Pagine: 276
Data di pubblicazione: 15 aprile 2014

Ultimamente mi sono accorta che ho iniziato un sacco di trilogie di cui non si sa ancora niente del seguito, per cui mi sono ripromessa di dare la precedenza a quei libri auto-conclusivi o che fanno parte di una saga già interamente pubblicata in Italia.
Poi però mi sono imbattuta in “Quando il diavolo mi ha preso per mano” di April Genevieve Tucholke e mi sono innamorata della copertina. Ho aperto il libro, letto la trama e come niente mi sono trovata a metà libro.

Dalla premessa si capisce come mi ha coinvolto questo primo romanzo della suologia “Between” della Tucholke di genere gotico, thriller e paranormal romance Young Adult. La Piemme Freeway colpisce ancora e non delude, personalmente non l’ha mai fatto a parere mio!
Comunque, da dove parto? Ho mille sensazioni verso questo libro che mi rullano in testa, mille aggettivi per descriverlo e tanta voglia di leggere il seguito. Spero che esca presto altrimenti do di matto.

I personaggi si trovano in un piccolo paesino di nome Echo in cui non succede mai niente, ma poi arriva questo misterioso e affascinante ragazzo, River West, e iniziano ad accadere strane cose, inspiegabili.
Violet e i suoi amici sono descritti benissimo, sia fisicamente sia emotivamente, e sono riuscita a sentire quello che provavano leggendo. E’ raro che una storia mi prenda così intensamente. Quando chiudevo il libro mi immaginavo un possibile seguito.. Roba da matti, non è vero?
La scrittura è scorrevole, i fatti si susseguono uno dietro l’altro ma senza sovrapporsi: appena assimili quello che è accaduto, che hai capito cosa sta succedendo, l’autrice di butta giù un altra vicenda e continui a chiederti “ma chi è il cattivo, in questa storia?”.
In alcuni punti non ho potuto trattenere una risata, in altri un sospiro, in altri ancora un brivido.

E voi l’avete letto? Come vi è sembrato?
Io ho anche in mente un possibile fan-cast, appena l’avrò perfezionato lo pubblicherò o qui o sulla mia pagina Facebook.
Aspetto con trepidazione in secondo libro, sono ansiosa di sapere come va la storia!

Pubblicato da Clarissa

Sono una lettrice compulsiva. Divoro ogni genere di libro: dalla rivista scandalistica, all'enciclopedia che ho nella libreria. Amante sopratutto del genere distopico e dei romanzi divertenti.