Crea sito

Nel mio paese è successo un fatto strano

Nel mio paese è successo un fatto strano Book Cover Nel mio paese è successo un fatto strano
Andrea Vitali
Letture per bambini e ragazzi
Salani
Gennaio 2016
cartaceo ed ebook
176

“Un invito a scuoterci, a ribellarci, a non farci sommergere dalla passività nei confronti della vita”

Le cose normali sono belle: è bello sapere che dopo l’estate viene l’autunno, dopo la domenica viene il lunedì, che si nasce, si cresce e si va a scuola. Ma la troppa normalità e l’abitudine rischiano di avvolgere il mondo nell’indifferenza – una nebbia dove nessuno più si accorge della meravigliosa diversità che palpita attorno a noi: colori, sapori, profumi, emozioni...
Ma in una piccola e uggiosa cittadina, dove la quotidianità rischia di annegare le vite in un tedioso grigiore, qualcosa di imprevisto sta per fare breccia nella monotonia. Un bel giorno, come per incanto, tutti i calendari si svuotano e gli orologi cessano di funzionare. I paesani reagiscono come possono, tentando di riordinare ciò che è divenuto caotico, e di ristabilire quel che tutti davano ormai per scontato: la cognizione del tempo.
Un libro divertentissimo e visionario, arguto e saggio per insegnarci a guardare sempre il mondo con ironia ed entusiasmo, con lo sguardo fresco di un bambino: un invito a scuoterci, a ribellarci, a non farci sommergere dalla passività nei confronti della vita. A riscoprire, soprattutto, la meraviglia verso ciò che circonda.

Nel mio paese è successo un fatto strano di Andrea Vitali

Questo è il primo libro che leggo di Andrea Vitali. L’ho preso in prestito alla MLOL nel mese di Marzo, onestamente ero un po’ titubante visto che leggevo recensioni contrastanti in merito alla solidità della storia, poi ho capito il perchè: molte persone lo hanno letto con gli occhi della loro età! Questa è una storia per bambini, una favola moderna. Se per quelle quattro o cinque ore che ci vogliono per leggere il romanzo, non tiri fuori il bambino che ancora (sì, c’è di sicuro) vive in te, non potrai apprezzarlo! Non bisogna trovare una spiegazione scientifica allo strano fenomeno che interessa il paese di cui si parla, ne serve alcuna spiegazione per giustificare situazioni che non potranno mai avvenire nel mondo reale. E’ una favola, bella, scritta bene, piacevole e a tratti anche divertente. Le situazioni sono irreali, come è giusto che siano in un mondo creato nell’universo infinito della fantasia.

nel mio paese è successo un fatto strano di Andrea Vitali

La storia è raccontata in prima persona da un bambino che non dice mai il suo nome, dall’apparente età di 10/11 anni. La storia inizia così:

Dalle mie parti una volta capitò un fatto strano di cui fui proprio io ad accorgermi per primo e il bello è che all’inizio né la mia mamma né il mio papà vollero credermi.

Forse fu perché dalle mie parti era ormai diventata un’abitudine non accorgersi più di niente, e quando dico niente voglio dire proprio niente niente. I giorni passavano tutti uguali uno all’altro, senza nessuna differenza. Si considerava talmente normale andare a scuola o a lavorare, ma anche bere, mangiare, giocare o dormire, che nessuno trovava più alcuna gioia nel fare ciascuna di queste cose e tante altre.

Era normale, appunto. Così non si faceva più caso a niente. Come le stagioni che passavano, per esempio, normali anche loro.

Se nevicava, era normale.

Se c’era un bel sole, era normale.

Se era domenica era normale, visto che il giorno prima era sabato e poi sarebbe arrivato il lunedì.

Se facevi notare qualcosa a qualcuno, come ad esempio un bell’albero che si stava colorando d’autunno, ti rispondeva con un colpo di spalle.

«È autunno, è normale».

Nascere era normale.

Be’, lo so anch’io che nascere è normale, ma da noi era talmente normale che non si usava più essere contenti se in una casa arrivava una bambina o un bambino. Nessuna festa, nessun sorriso, era normale, appunto, come morire, e così quando qualcuno moriva nessuno piangeva o si dispiaceva, proprio perché era normale.

In tutta questa normalità succede un fatto strano, un fenomeno atmosferico inspiegabile che farà perdere agli abitanti del paese tutti i loro punti di riferimento quotidiani, giorni della settimana compresi…ma sarà Domenica o sarà Lunedì? Leggete questa favola e lo scoprirete anche voi!

Seguici anche su Facebook!

Pubblicato da Martina

Lettrice incallita fin dalla più tenera età. Non ho un genere preferito ma scelgo le mie letture seguendo le mie emozioni del momento. Il fatto che mi piacciono i romanzi con l'anatomopatologo che fa le autopsie è meglio non analizzarlo ulteriormente ;)