Crea sito

Forever di Amy Engel

Forever Book Cover Forever
The Ivy Series
Amy Engel
Distopico, Young Adult
Newton Compton Editori
7 aprile 2016
Cartaceo, Ebook

Dopo una guerra nucleare senza precedenti, la popolazione degli Stati Uniti è decimata. Un piccolo gruppo di sopravvissuti entra in conflitto per decidere quale famiglia andrà al governo del nuovo mondo. Il clan dei Westfall perde lo scontro con quello dei Lattimer. Passano cinquant'anni e la comunità è ancora in pace, ma il prezzo è alto: ogni anno un rito assicura l'equilibrio forzato tra le famiglie e così una delle figlie dei perdenti deve andare in sposa a uno dei figli di quella vincente. Quest'anno, è il mio turno. Il mio nome è Ivy Westfall, e la mia missione è semplice: uccidere il figlio del capo dei Lattimer, Bishop, il mio promesso sposo, e restituire il potere alla mia famiglia. Ma Bishop sembra molto scaltro oppure non è il ragazzo spietato e senza cuore che mi avevano detto. Sembra anche essere l'unica persona in questo mondo che veramente mi capisce, ma non posso sottrarmi al destino, io sono l'unica che può riportare i Westfall al potere. E perché questo accada, Bishop deve morire per mano mia…

Bentornati lettori! Oggi vi propongo un libro che mi ha conqistata già solo con la copertina e la trama: Forever di Amy Engel.
Nasce come una duologia distopica destinata a un pubblico adolescenziale, ma l’autrice ha intenzione di scrivere un terzo libro sulle avventure di Ivy e Bishop e sul mondo di Westfall.
Io sono di parte: il genere distopico è in assoluto il mio preferito, ma vi consiglio caldamente di leggere questo romanzo. Io sono entrata in fissa e non vedo l’ora che sia il prossimo anno per poter comprare il seguito.

Essendo un’amante del distopico ormai ho letto di tutto e di più. Ogni volta che apro un romanzo di questo genere mi aspetto di leggere sempre le solite cose, ma in questo caso mi sono dovuta ricredere. In giro per il web ho letto molte recensioni positive su Forever e così mi sono decisa ad acquistarlo sfruttando un’offerta lampo della casa editrice e leggerlo al volo. Inutile dire che l’ho divorato in ventiquattro ore!
Lo scenario in cui è ambientata la storia di Ivy Westfall racchiude tutte le caratteristiche del genere distopico: la nostra progatonista vive in un mondo futuro, devastato da una guerra nucleare che ha decimato la popolazione creando una scia di conseguenze che in ogni caso portano alla morte delle persone rimaste. I sopravvissuti si sono divisi in due fazioni che si sono scontrate tra loro per decidere come rinascere e continuare a vivere mantenendo la pace, comunque precaria: i Lattimer, la fazione vincente, e i Westfall, i perdenti. Per volere della fazione vincente ogni anno viene celebrata la gironata del matrimonio in cui le figlie sedicenni della fazione perdente vengono offerte come spose ai figli dei vincitori. Il gran giorno arriva anche per Ivy che, per nulla sorpresa, sarà costretta a sposare Bishop Lattimer, figlio del presidente di Westfall. Ivy però ha un piano: essendo la nipote del fondatore della città e istruita dal padre e dalla sorella, la nostra protagonista ha il compito di riportare la sua famiglia al potere.
Insomma, come in ogni distopico che si rispetti (e forse anche come la realtà che ci circonda in fondo) chi paga per gli errori degli altri sono sempre i giovani. La voglia di ribellione si sente, è presente in ogni pagina del romanzo.
I personaggi sono ben descritti. Ivy è una ragazza coraggiosa che non fa fatica a entrare nei cuori dei lettori. Non è diversa da molte altre eroine protagoniste di romanzi di questo genere, non ha tratti che la contraddistinguono, però mi sono affezionata molto a lei. Ivy ha lo scopo di uccidere Bishop, il suo neo marito, per dare giustizia alla sua famiglia e ottenere una sorta di vendetta. Nella prima parte del romanzo notiamo una ragazza succube della famiglia sia nel modo di agire, sia in nel modo di pensare. Ma subito dopo il matrimonio, anche grazie all’aiuto di Bishop, Ivy troverà se stessa, oltre che una grande forza interiore e coraggio.
Di Bishop è difficile non innamorarsi invece, un ragazzo con un animo gentile e che riesce a ragionare con la propria testa. L’autrice lo descrive come un ragazzo dallo sguardo magnetico e il fisico ben scolpito, ma devo ammettere che mi sono presa una cottarella per lui per come è dentro. Bishop è semplicemente un ragazzo normale. Mi ha ricordato molto Peeta Mellark di Hunger Games, ma con un’unica differenza: lui è cresciuto in una famiglia nobile, è il figlio del presidente ma si comporta come se fosse il ragazzo della porta accanto. Non ha atteggiamenti da duro, ma è mosso da sentimenti nobili e di generosità. Aiuterà moltissimo Ivy a scoprire se stessa nel corso della storia.
Con la trama, insieme ai protagonisti, cresce anche il rapporto tra i due: nella prima parte del libro Ivy prova quasi disprezzo per Bishop e così anche le prime settimane di matrimonio. Ma con la convivialità la ragazza si rende conto che Bishop non è assolutamente come glielo avevano descritto. I due inizieranno a diventare confidenti, amici fino a provare un sentimento intenso e diventare un punto fermo l’uno per l’altra.
La Engel è davvero in gamba con la scrittura, semplice e fluida, e nonostante alcune lacune ha saputo catapultare i lettori nel suo mondo e dare vari spunti per riflettere, quali la libertà di pensiero, la distinzione tra bene e male.
Ho amato il “crescendo” della storia: a inizio libro è tutto molto lento come narrazione, come trama, come avvenimenti, ma con lo sfogliare delle pagine si evolve tutto quanto.
Forever di Amy Engel è un romanzo distopico Young Adult adatto a chi si vuole cimentare in una storia d’amore bellissima. Lo consiglio caldamente e spero che la casa editrice decisa di pubblicare al più presto il secondo libro della serie.

Pubblicato da Clarissa

Sono una lettrice compulsiva. Divoro ogni genere di libro: dalla rivista scandalistica, all'enciclopedia che ho nella libreria. Amante sopratutto del genere distopico e dei romanzi divertenti.